Ottengo il Mio Prestito!

Garante di un Finanziamento: Obblighi e Diritti

Fare da garante per un finanziamento: cosa comporta? Chi si trova in tale posizione (o sta per assumerla) ha spesso necessità di capire quali siano doveri e diritti che comporta ricoprire questo ruolo. Vedremo nelle prossime righe prima le responsabilità e successivamente gli strumenti di tutela a disposizione del garante all’interno di un rapporto di finanziamento.

Andiamo con ordine però, cercando prima di definire il significato del fare da garante. Formalmente si tratta una seconda firma che si affianca a quella del primo richiedente, quando l’affidabilità creditizia di quest’ultimo non possiede, agli occhi della banca, sufficienti garanzie. La persona che si impegna in questo compito ha la responsabilità di sostenere il futuro beneficiario del prestito, assumendosi la copertura del debito in caso di insolvenza. Tale funzione potrà essere assolta solo in presenza di una determinata solidità finanziaria, sufficiente a intervenire qualora il debitore non riuscisse a rimborsare puntualmente le rate del finanziamento.

Nei prestiti con garante, la presenza di quest’ultimo deve rispettare i caratteri di:

  • straordinarietà, sostituendo il debitore solo occasionalmente e non pagando tutte le rate del contratto al suo posto;
  • accessorietà, nel senso che la sua presenza non implica una automatica concessione del prestito da parte della banca, la quale adotta comunque ulteriori criteri di valutazione.

Sul mercato attuale esistono numerose alternative a disposizione sia per chi è alla ricerca di un prestito con garante che di chi non ha modo di presentarne uno.

Con ISICredit le soluzioni sono tantissime, tutte a portata di mano: lasciaci un commento se hai bisogno di essere indirizzato nella scelta. Il nostro team ti risponderà in pochi minuti, dandoti tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Cosa rischia chi fa da garante?

Assumere questo ruolo porta con sé tutta una serie di doveri, il cui rispetto è fondamentale per evitare sanzioni e problematiche future. Il principale tra gli obblighi del garante di un finanziamento è di intervenire nel regolare pagamento delle rate, nel momento in cui il richiedente non è solvibile.

Oltre che un obbligo è una vera e propria responsabilità: il garante è tenuto a informarsi in prima persona sulla data di scadenza delle rate. Qualora il cliente non fosse in grado di rimborsare una di queste spetterebbe a lui subentrare nel rapporto, impedendo una situazione di insoluto.

È importante quindi conoscere sia le scadenze, evitando dimenticanze sul rimborso delle mensilità, che la situazione economico-finanziaria del debitore. La banca o l’istituto finanziario infatti non avviseranno mai in modo preventivo il garante. È un suo esclusivo e primario compito tenersi aggiornato sulla capacità del cliente di far fronte al proprio debito. Se anche il garante dovesse risultare insolvente, la banca potrebbe procedere rivalendosi sul suo patrimonio immobiliare qualora questo fosse stato messo a garanzia.

Cosa succede al garante se il debitore non paga?

In caso di insolvibilità di una rata da parte del debitore contraente e di dimenticanza o ignoranza da parte del garante, iniziano i problemi. L’istituto che ha concesso il prestito infatti provvederà a inoltrare la segnalazione per entrambi i nominativi alla banca dati di uno dei Sistemi di Informazione Creditizia (SIC). Da quel momento entreranno a far parte della lista dei cattivi pagatori, come previsto dall’attuale normativa.

Un nostro lettore ci ha scritto per chiederci:

Ho firmato a garanzia di un mio conoscente. Ora lui ha avuto dei problemi e non mi aveva avvisato. C’è un mutuo non pagato: quali sono le conseguenze per il garante?

La situazione equivale a quella scritta sopra: garante di un mutuo, prestito o finanziamento non pagato, non cambia. Spettava al nostro lettore informarsi e ora, in situazione di insoluto, scatta la segnalazione in banca dati.

Mi sono ritrovato garante di un prestito a mia insaputa…

… come è possibile? Sembra uno scenario assurdo e invece è più frequente di quanto non si pensi. In questi casi si tratta solitamente di un furto di identità, che si verifica quando la richiesta di finanziamento viene presentata usando i documenti di una terza persona non informata dei fatti.

Terreno fertile per queste situazioni è il campo dei prestiti online, dove le misure di controllo sono meno restrittive per limiti tecnici. Per quanto riguarda invece i canali classici, ossia le contrattazioni che avvengono di persona, è molto difficile che accada. In questi casi infatti le firme sul pre-contratto e successivamente sul contratto di finanziamento vero e proprio vengono apposte solamente in presenza di un incaricato dell’istituto.

Quest’ultimo ha inoltre l’obbligo di verificare, contestualmente, i documenti d’identità in copia originale dei contraenti, nel rispetto della normativa antiriciclaggio.

Strumenti di tutela

Vediamo ora come si può tutelare un garante nel momento in cui si verifica un disguido sul pagamento delle rate.

Per prima cosa, come detto, è necessario verificare spontaneamente e in prima persona, ogni mese, il regolare rimborso del finanziamento. Nel momento in cui questo non dovesse accadere, bisogna procedere per far fronte al rimborso rateale. Ciò che interviene in questa circostanza si chiama diritto di rivalsa del garante sul cliente moroso. Se applicato, il garante può rivalersi sul debitore, chiedendogli la restituzione della somma anticipata.

Esiste un secondo strumento sul quale si può fare affidamento in condizioni particolari.

Molte persone che hanno accettato di ricoprire questa carica, per un motivo o per l’altro si trovano poi a voler tornare sui propri passi, cercando come togliersi da garante di un finanziamento. In questo caso parliamo della revoca del garante: egli a livello formale può recedere dal contratto sottoscritto, a discrezione però dell’istituto con cui quest’ultimo è stato stipulato. In termini pratici, un garante non può decidere unilateralmente di togliersi da un finanziamento.

È necessario inoltrare richiesta alla banca o alla finanziaria, la quale valuterà la situazione. Tendenzialmente se il finanziamento è recente, se non sono variate le condizioni reddituali del debitore primo richiedente o se il prestito/mutuo non viene rimborsato regolarmente, il creditore non approverà mai la richiesta di svincolo.

Garante e limiti di accesso al credito

Un altro argomento di discussione, oggetto di molte ricerche e domande, è: chi fa da garante può richiedere un finanziamento o un mutuo?

La risposta è, fortunatamente, sì. Non esistono infatti particolari vincoli che impediscono a un garante di chiedere a sua volta un prestito. L’unico requisito preso in considerazione, oltre a quelli standard per la concessione di un finanziamento, è l’esistenza di una base finanziaria adeguata. Il reddito presente, in pratica, dev’essere sufficiente a garantire sia il prestito già in corso che il nuovo.

Dopo aver letto ciò, ci si potrebbe chiedere: “… e se ho un finanziamento in corso, posso fare da garante?” Anche qui la risposta è positiva, a patto che vengano rispettati il rapporto rata-reddito e la basilare regolarità nelle banche dati SIC.

Infine può verificarsi la necessità di fare da garante per più di una persona. Come nei due casi precedenti non ci sono limitazioni di sorta, fatta esclusione per i paletti validi anche in precedenza.

Quindi:

  • Se faccio da garante posso chiedere un finanziamento o un mutuo? Sì!
  • Chi ha un mutuo può fare da garante? Sì!
  • Posso fare da garante a due persone? Sì!

Differenza tra garante e coobbligato

Avendo funzioni molto simili tra loro, spesso viene da pensare che garante e coobbligato siano la stessa cosa. La differenza sostanziale è che un coobbligato è un soggetto responsabile dell’adempimento di un debito in maniera equivalente a un secondo soggetto.

Un esempio classico sono i mutui contratti da coniugi, dove entrambi sono responsabili del prestito. Nel caso in cui una delle due parti non sia in grado di pagare la rata, l’altra dovrà intervenire per saldare quanto dovuto. Il coobbligato deve intervenire immediatamente per coprire le rate del debito. Il garante, invece, interviene dopo la messa in mora del debitore da parte del creditore. In caso di difficoltà anche del garante, le banche possono “aggredire” il suo patrimonio immobiliare attraverso pignoramenti e vendite all’asta.

Prestito a garante: prova ISICredit!

Sei già garante di un finanziamento e stai cercando una buona offerta per un prestito? Hai qualche dubbio sull’accettare questa carica e vuoi proporre delle alternative al tuo conoscente? O ancora, non riesci a trovare un garante e ti serve una soluzione per ottenere il denaro di cui hai bisogno?

Lasciati consigliare da ISICredit

Il nostro punto di forza è la consulenza gratuita e senza impegno. Lasciaci un commento se vuoi farci conoscere la tua situazione o se hai dei dubbi che vorresti chiarire. Saremo da te subito, risposte alla mano.

All’interno della nostra gamma di prodotti puoi trovare sicuramente quello più adatto a te. Con pochi click potrai avere tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Ti basterà compilare il form per inoltrare la tua richiesta di preventivo ISICredit. I nostri esperti ti ricontatteranno immediatamente per valutare insieme il tuo caso e proporti la proposta di finanziamento più adatta a te, in maniera gratuita e senza impegno.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

144 commenti su “Garante di un Finanziamento: Obblighi e Diritti

  1. salve stò facendo da garante a mia figlia per una casa sempre pagato puntuale mutuo di 1 anno e mezzo ormai volevo chiedere avendo 65 anni tra 2 vado in pensione e essendo gia da garante di 650 euro di mutuo potrei chiedere un prestito o mutuo magari con eventuale garante. ho 2 lavori tra cui 1500 euro al mese.

  2. Salve,sono un operaio con contratto interinale,posso chiedere un prestito di 20000€,avendo mia madre da garante con una pensione di reversibilità 560€ mensili?grazie attendo vostra gradita risposta

    • Giovanni buongiorno,
      è un profilo molto debole; il tipo di occupazione e il reddito minimo di sua mamma non giocano a suo vantaggio. Lei e/o sua madre, avete mai fatto prestiti in passato o ne avete in corso?

  3. Mi è stato resisto un prestito, adesso vorrebbe farlo mio fratello ma gli serve un garante posso farcelo? Non sono AN ora passati i 30 giorni

    • Davide buongiorno,
      le consiglio di attendere 30 giorni dalla data del rifiuto. Ma prima di procedere sarebbe necessario capire come mai le è stato negato il prestito.

  4. Salve sono un dipendente a tempo indeterminato come operatore scolastico vorrei sapere se è possibile ricalcolare un prestito decennale fatto nel 2016 (prima della scadenza delle 48 rate ) avendo in più come garante mia figlia

    • Gaetano buongiorno,
      può valutare un prestito con delega o un prestito personale con garanzia di sua figlia, ma non rinnovare il quinto dello stipendio. Ha già preso in considerazione le due possibilità menzionate?

  5. l’anno scorso mio fratello ha chiesto un prestito e ho messo la firma, (lui paga regolarmente sul suo conto corrente 300 euro al mese) ho un piccolo mutuo di 150 euro pagato regolarmente in banca, stipendio di 1400 euro. posso richiedere 10000 euro per ristrutturazione casa?

    • Marco buonasera,
      si, alla luce di quanto comunicato, sembra che ci siano tutti i presupposti per poter ottenere il finanziamento richiesto. Ha già fatto domanda alla sua banca?

      Distinti saluti
      ISICredit

  6. Buongiorno, volevo sapere, a febbraio ho fatto un finanziamento di una macchina è dovuto chiedere a una mia amica fare da garante, finanziamento andato in buon fine, adesso questa mia amica vuole chiedere prestito in sua volta,volevo sapere se lei avrà qualche problema per accedere un prestito? Grazie

    • Natalia buongiorno,
      si, potrebbe. Anche se le rate del suo prestito sono pagate regolarmente, il finanziamento in corso è stato acceso solo a febbraio di quest’anno, quindi non sono state ancora pagate 12 rate. Queste, in genere, sono il numero di rate minime richieste prima di sottoscrivere un nuovo contratto di prestito.

      Distinti saluti
      ISICredit

  7. Salve, volevo sapere in informazione riguardate ad un prestito X acquisto Auto usata… allora 15 giorni fa ho fatto richiesta prestito con agos, la pratica è stata bocciata motivazione perché sono un lavorare a tempo determinato e per via dell età ecc…. l’altro giorno ho fatto una richiesta alla compass con il garante, e la pratica non. È andata a buon fine…. ora volevo sapere se il mio garante può richiedere un prestito?????

    • Luigi buonasera,
      prima di richiedere un nuovo prestito è meglio attendere come minimo 30 giorni dalla data di rifiuto della precedente richiesta.

      Distinti saluti
      ISICredit

    • Salve. Sono un lavoratore a tempo determinato e vorrei sapere se senza un garante mi verrebbe accettato un prestito di 15.000 ho uno stipendio di 2.500 mensili? E se si, che documentazione dovrei presentare?

  8. Salve, qualche anno fa credo (perchè purtroppo non ricordo e non ho alcuna copia di documenti con la mia firma o riferimento al mio nome) di aver fatto da garante per il mutuo della mia fidanzata. Adesso il mutuo è stato surrogato presso un’altra banca. Vorrei quindi sapere se la mia garanzia di fideiussore è decaduta (qualora ci sia mai stata) col nuovo atto di mutuo e dove eventualmente potrei trovare traccia del mio nome come garante appunto. Specifico che nel primo atto di mutuo non figura nè il mio nome nè la mia firma; tuttavia quando qualche mese fa ho chiesto un prestito presso un istituto di credito lì hanno visto sul loro sistema informatico la mia garanzia sul mutuo della mia fidanzata.Grazie

    • Buongiorno Gaetano.
      Se non ha mai firmato nulla come può comparire come garante? LE consiglio di richiedere la visura Crif per verificare. Ad ogni modo anche qualora fosse stato garante nel precedente mutuo, con la surroga avrebbe dovuto firmare il nuovo contratto, certo è che se non ha firmato nemmeno il primo potrebbe anche ritrovarsi come garante comunque, ma non sarebbe regolare.
      Saluti.

  9. buonasera io e mio marito abbiamo chiesto un prestito di 15 mila in varie banche pero ci viene sempre rifiutato che dobbiamo fare,,grazie

    • Buonasera Irena.
      Penso che la prima cosa da fare sia richiedere l’accesso alle banche dati creditizie come crif per verificare se vi siano delle problematiche.
      Saluti.

    • abbiamo chiamato findomestic per il prestito e ci hanno detto che dobbiamo aspettare tre mesi dal rifiuto del prestito per fare un altra richiesta

    • Buongiorno Irena.
      Non servono 3 mesi, bastano 30 giorni, qualcosa in più per sicurezza. Ad ogni modo non dovete più rivolgervi a chi sappia dei vostri rifiuti, quindi scarterei anche findomestic. Provate con un nuovo istituto che non vi conosca.
      Saluti.

    • buonasera abbiamo chiesto ad un altra banca che non conosce i nostri prestiti rifiutati e non hanno approvato la nostra richiesta che cosa ci consigliate di fare,,

    • Buongiorno Irena.
      Purtroppo si può solo attendere altri 30 giorni e poi provare con una nuova finanziaria. L’alternativa è la cessione del quinto. Che lavoro fate?

  10. salve.volevo fare un finanziamento con garante mio fratello.chiedere ventimila.
    Ho la busta paga di quasi mille mentre mio fratello 1200 e ogni due mesi il doppio per il premio produzione .paga un mutuo di 430 e fa da garante alla fida per rate di quasi 200€.lo accetteranno? Grazie

    • Buongiorno Giuseppe.
      E’ difficile prevedere l’esito di una richiesta di questo tipo, anche perché i criteri di valutazione variano da finanziaria a finanziaria. Può solo provare, ma non faccia altre richieste per 30 giorni in caso di rifiuto.
      Saluti.

Il 93% dei clienti è soddisfatto per i TASSI IMBATTIBILI
OTTENGO IL MIO FINANZIAMENTO.

Non Lasciarti Sfuggire Quest'Occasione:

  • Il preventivo è GRATUITO e senza impegno
  • La compilazione della richiesta non comporta la segnalazione in banca dati Crif
Il 93% dei clienti è soddisfatto per i TASSI IMBATTIBILI
OTTENGO IL MIO FINANZIAMENTO.

Non Lasciarti Sfuggire Quest'Occasione:

  • Il preventivo è GRATUITO e senza impegno
  • La compilazione della richiesta non comporta la segnalazione in banca dati Crif