Decreto Legge Bersani: Ricapitoliamo

Il famosissimo Decreto Legge Bersani, oramai Legge Bersani, che apportò significative modifiche al mondo dei mutui, è un argomento quanto mai di attualità in questo periodo di crisi economica.

Tutti conoscono senza ombra di dubbio il Decreto legge Bersani, ma quanti conoscono effettivamente le modifiche che il decreto legge Bersani ha apportato al mercato del mutuo casa?

La risposta è che pochi conoscono le modifiche apportate dal decreto legge Bersani. Per questo motivo, ricapitoliamo quali sono le principali modifiche dell’ormai celeberrimo Decreto legge Bersani:

  1. Divieto di clausola penale: A partire dai contratti stipulati dal 02 febbraio 2007, nel caso di estinzione anticipata dei mutui immobiliari stipulati per l’acquisto della prima casa con il decreto legge Bersani è stato introdotto l’inserimento della penale nel contratto di mutuo.
  2. L’ipoteca: 30 giorni dopo l’estinzione totale del mutuo, a seguito del decreto legge Bersani, l’ipoteca si estingue in modo automatico. La banca, ai fini della cancellazione dell’ipoteca, deve inviare alla Conservatoria dei Registri Immobiliari la prova dell’avvenuta estinzione del mutuo. La cancellazione da parte della Conservatoria avviene entro un giorno dalla comunicazione.
  3. Notaio: Grazie al decreto legge Bersani non è più necessario rivolgersi ad un Notaio per l’autentica dell’atto di cancellazione dell’ipoteca.
  4. Portabilità di surroga del Mutuo: Grazie al decreto legge Bersani è possibile estinguere un mutuo in corso contraendo un secondo mutuo con altro istituto. La nuova banca subentra alla precedente nei diritti di ipoteca per cui non è più necessario cancellare la vecchia ipoteca ed iscriverne una nuova. L’atto di surrogazione va presentato sempre alla Conservatoria dei Registri Immobiliari e occorre che venga stipulato tramite una scrittura privata o un atto pubblico.

In conclusione il Decreto Legge Bersani ha segnato senz’altro un punto di svolta nel mercato del mutuo casa.

Richiedi subito un Preventivo Gratuito!

ISIcredit

[Voti: 4    Media Voto: 4/5]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

8 commenti su “Decreto Legge Bersani: Ricapitoliamo

  1. Gentile Tonio quando si acquista la prima casa invocando le agevolazioni non è possibile effettuare la vendita nei primi 5 anni pena la decadenza dai benefici e la corresponsione allo stato delle tasse non pagate a suo tempo magigiorate di una penale del 30% e interessi moratori. tuttavia la cosa è superabile se entro un anno solare dalla vendita decidete di comperare altra prima casa. quindi lei e la compagna potete vendere l’immobile e decidere, ognuno per la sua strada di ricomprare altro immobile semre come prima casa.

  2. ho acquistato casa due anni fa con la mia compagna e oggi abbiamo deciso di dividerci; per questo vogliamo vendere casa ma avendo richiesto a suo tempo le agevolazioni prima casa come dobbiamo comportarci?
    le rate del mutuo sono sempre state pagate regolarmente e non vogliamo casini. Potete darci un consiglio? possiamo vendere casa e chiudere il mutuo?
    Tonio

  3. Buonasera Martina.
    L’ipoteca si estingue automaticamente a seguito della segnalazione da parte della banca alla Conservatoria dei registri dell’avvenuta estinzione del mutuo.
    Saluti.

  4. buonasera a tutti.
    ho estinto da pochi giorni il mutuo che avevo sulla casa. come funziona per l’ipoteca? si estingue da sola?
    grazie.

  5. Buonasera Beppe.
    Anche se ha cambiato il tipo di tasso una volta non vuol dire che non possa farlo ancora. Non credo vi siano spese particolari se rimane con la stessa banca.
    Saluti.

  6. Salve.
    A ottobre 2003 ho stipulato un mutuo a tasso variabile. A fine 2008 poi ho chiesto alla banca e sono passato a tasso fisso. Volevo sapere se l’aver cambiato tasso già una volta mi preclude la possibilità di ripassare al variabile. Se non posso, posso almeno rinegoziare il tasso che ho adesso?

  7. Buongiorno Igor.

    Subentrando al mutuo già stipulato dal costruttore potrebbe risparmiare dei costi. Tuttavia occorre valutare bene le condizioni del mutuo del costruttore, che potrebbe avere condizioni di favore, ma anche rivolgersi alla sua banca e vedere cosa le offrono. Inoltre è bene verificare le coperture assicurative del mutuo del costruttore che sono molto importanti.
    Saluti.

  8. buongiorno. sono igor.
    sto valutando di acquistare una casa su cui però c’è un mutuo di 90.000 euro. il costruttore dice che se faccio io l’estinzione non ho costi mentre se la fa lui deve pagare una penaledi 900 euro. le cose stanno così?

Ottengo il mio prestito!

Preventivo gratis Preventivo gratis

Il 93 % dei nostri clienti è soddisfatto del nostro servizio

Approfitta dell'opportunità, prenota un contatto entro i prossimi 15 minuti ! Già 8 utenti hanno approfittato di questo vantaggio negli ultimi 30 minuti.

Grazie

Sarai contattato in 24h