Cosa succede se metto in affitto un immobile acquistato con le agevolazioni prima casa?

Cosa succede seBuongiorno,
ho acquistato recentemente un immobile usufruendo delle agevolazioni prima casa. Ho già trasferito anche la residenza, ma in questo immobile sarei dovuto andare a convivere. In realtà le cose non sono andate così ed oggi mi trovo a pagare le rate del mutuo da solo e sinceramente è un bel impegno. Ho pensato di affittare una stanza, magari ad uno studente, ma vorrei fare le cose in regola. Volevo sapere se è possibile affittare una casa o comunque una stanza con regolare contratto d’affitto anche se l’immobile è stato acquistato di recente con le agevolazioni prima casa. Se fosse possibile a cosa andrei incontro?

Grazie

Franco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

16 commenti su “Cosa succede se metto in affitto un immobile acquistato con le agevolazioni prima casa?

  1. Buongiorno
    Ho appena richiesto la residenza in u n nuovo comune e nel frattempo ho preso in affitto un appartamento nello stesso comune
    Vado incontro a sanzioni se mi alterno ad abitare nei due appartamenti

  2. Salve ho acquistato casa 4 anni fa con mutuo per 30 anni adesso per tanti motivi di spazio ed altro non voglio piu stare in questo immobile potrei sapere a cosa vado in contro se voreei prendere altro appartamento e non pagare piu questo

    • Buonasera Antonella.
      Se acquistasse casa entro un anno dalla vendita di questo immobile non rischierebbe nulla. Se vendesse casa dopo 5 anni non perderebbe le agevolazioni anche non acquistando un nuovo immobile.
      Saluti.

  3. Buonasera,
    La mia domanda e’ la seguente: sono proprietario di due alloggi, al piano terra e’ per me la prima casa con residenza e al primo e’ seconda casa, posso affittare il piano terra dato che abito al primo? …da precisare che questi due alloggi li ho ricevuti in eredita’ ……..quindi affittando il piano terra che e’ prima casa non e’ che poi l imu me la passano come seconda?
    Grazie mille

    • Buongiorno Paolo.
      Non dovrebbe subire nessuna variazione, ma visto che non si tratta propriamente di materia nostra Le consiglio di consultarsi con chi Le cura la dichiarazione dei redditi.
      Saluti.

  4. Buon giorno
    HO acquistato un immobile in corso di ristrutturazione, appena ristrutturato ho fatto la variazione al catasto come fine lavori e quindi abitabile, come prima casa usufruendo dell’ agevolazione sull’ iva pur avendo già un’ altra casa avuta in donazione dai genitori, ho trasferito la residenza passati i dodici mesi sapendo di rientrare nei tempi entro 18 mesi,vorrei sapere se o sforato con i tempi o se sono in regola. Poi vorrei affittare una camera ad uno studente per ammortizzare le spese lo posso fare senza incorrere a sanzioni sull’ iva agevolata prima.
    grazie

    • Buongiorno Mauro.
      Per quanto riguarda l’affitto l’importante è mantenere la residenza presso quell’immobile. Per quanto ha scritto sul cambio di residenza sembrerebbe abbia rispettato i termini previsti.
      Saluti.

  5. Buonasera,
    Ho acquistato un immobile godendo dei benefici prima casa nel giugno 2010.
    Attualmente mi trovo nella condizione di spostarmi da un’altra parte
    Dello stesso comune di residenza pagando un fitto ( e variando la sola strada di residenza).
    A cosa vado incontro? Soprattutto fiscalmente, perché mi troverei a pagare sia un mutuo che un fitto,
    Non avendo ancora le idee chiare sul vendere o affittare la mia casa.
    Grazie per la disponibilità.

    • Buongiorno Sonia.
      Fino a quando non vende casa non va incontro a nulla. Qualora dovesse vendere casa prima dei 5 anni dovrebbe restituire le agevolazioni di cui ha usufruito, a meno che non compri un’altro immobile entro un anno.
      Saluti.

  6. Buongiorno,
    ho acquistato un appartamento quasi un anno e mezzo fa(gennaio 2012)da una ditta costruttrice, usufruendo delle agevolazioni prima casa e pagando l’iva al 4% trattandosi di un immobile di recente costruzione. Ho trasferito anche la residenza dopo 2 mesi, ma da gennaio 2013 non ci vivo più. Sono ritornato a vivere con i miei in un altro comune per motivi familiari e quindi quella non è più la mia abitazione principale ma rimane sempre la mia prima casa. Ho pensato di affittare l’appartamento,per far fronte alle spese(condominio,elettricità,enel ecc…) che non sono irrisorie. Volevo sapere se fosse possibile affittare l’appartamento o comunque una stanza con regolare contratto d’affitto anche se l’immobile è stato acquistato con le agevolazioni prima casa. Se fosse possibile a cosa andrei incontro?

    Grazie mille
    Mario

    • Buongiorno Mario.
      Non è propriamente specificato ma la residenza dovrebbe teoricamente essere mantenuta per almeno 2 anni, 6 mesi e un giorno, ovvero più del 50% dei 5 anni. Di conseguenza avendo trasferito la residenza in questo modo perderebbe le agevolazioni.
      Saluti.

  7. ho acquistato 2 casa con mutuo dove poi ci ho preso la residenza,quindi è diventata per me prima casa!vorrei sapere visto che sono passati quasi 3 anni se la posso affittare regolarmente e cosa mi comporta.grazie Veronica

    • Buonasera Veronica.
      Se ha acquistato l’immobile come seconda casa, non usufruendo delle agevolazioni, può affittare l’immobile quando vuole.
      Saluti.

  8. Buonasera Sig. Franco.
    La possibilità di affittare la sua prima casa su cui ha usufruito delle agevolazioni prima casa non le è precluso, solo verrà meno la possibilità di portare in detrazione dall’IRPEF gli interessi passivi pagati annualmente sul mutuo.
    Come forse le dovrebbe aver detto il notaio con cui ha rogitato, il mutuatario può portare in detrazione dalle tasse sino al 19% degli interessi passivi annuali legati al mutuo acquisto prima casa, calcolati tuttavia su un massimale di 4.000 euro. Questo però accade solamente se l’immobile da lei acquistato si trova in un comune diverso da quello in cui lei ha la residenza, e non accade, invece, se acquista casa nello stesso comune di residenza (la legge parla di trasferire la residenza ma non di indirizzo preciso).
    In ogni caso la decadenza dal beneficio della detrazione degli interessi passivi sul mutuo prima casa avviene se non si trasferisce la residenza entro 12 mesi. Se non si trasferisce la residenza è una palese manifestazione che quella non è l’abitazione principale (requisito cardine su cui si basa il concetto di prima casa).
    Non viene invece meno l’agevolazione di cui ha usufruito sulle tasse legate alla compravendita (all’epoca pagò allo Stato tasse sulla compravendita in misura ridotta al 3% in caso di imposta di registro o 45 in caso di IVA, anziché il solito 10%).
    Saluti

Ottengo il mio prestito!

Preventivo gratis Preventivo gratis
Il 93% dei clienti è soddisfatto per i TASSI IMBATTIBILI
OTTENGO IL MIO FINANZIAMENTO.

Non Lasciarti Sfuggire Quest'Occasione:

  • Il preventivo è GRATUITO e senza impegno
  • La compilazione della richiesta non comporta la segnalazione in banca dati Crif
Il 93% dei clienti è soddisfatto per i TASSI IMBATTIBILI
OTTENGO IL MIO FINANZIAMENTO.

Non Lasciarti Sfuggire Quest'Occasione:

  • Il preventivo è GRATUITO e senza impegno
  • La compilazione della richiesta non comporta la segnalazione in banca dati Crif