Ottengo il Mio Prestito!

Cosa succede se l’immobile viene pignorato

Cosa succede seQuando l’immobile viene pignorato, a seguito del mancato pagamento dei debiti, spesso del mutuo su cui grava l’ipoteca immobiliare, generalmente ci vuole tempo prima di essere costretti ad abbandonare l’immobile.

Infatti, prima di dover abbandonare l’immobile pignorato, l’immobile viene messo all’asta, e generalmente questa fase richiede tempo in quanto, ogni asta che non va a buon fine, viene posticipata a volte anche di un mese o più. Per questo motivo, considerando che in genere le prime aste di un immobile pignorato vanno deserte, il che vuol dire che nessuno fa offerte, ci possono volere dei mesi prima che l’immobile pignorato sia aggiudicato da qualcuno.

Chi si aggiudica l’immobile pignorato deve poi saldare il debito, stipulando eventualmente a sua volta un mutuo, al fine di divenire proprietario dell’immobile pignorato. Terminata questa fase, il precedente proprietario che ha subito il pignoramento dell’immobile riceverà diverse comunicazioni. Nel caso chi abbia subito il pignoramento dell’immobile non abbandoni la casa, riceverebbe la visita dell’ufficiale giudiziario e successivamente dell’ufficiale giudiziario accompagnato dai carabinieri per il cambio della serratura dell’immobile pignorato.

In conclusione, e in risposta alle tante domande sull’argomento, dal momento in cui si comincia a non pagare le rate di un mutuo, ci vogliono mesi prima di dover abbandonare l’immobile pignorato.

ISIcredit

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

176 commenti su “Cosa succede se l’immobile viene pignorato

  1. Mi scusi pero avrei un altra domanda : si come 5 minuti ho ricevuto una chiamata da parte di Compass. Mi hanno detto che se non pagavo fino a domani la rata di 2oo euro venivano a prendere la roba che abbiamo in casa (anche se abitiamo in affitto ). Devo precisare che sono passati solo 20 giorni dalla scadenza della rata non pagata ed e il primo ritardo nel pagamento. E’ una cosa che loro possono fare ? Grazie .

    Rispondi
    • Buongiorno Mihai.
      Ovviamente non possono. I pignoramenti dei beni devono essere decisi dal tribunale, la finanziaria non può presentarsi a casa delle persone e portare via i beni di proprietà.
      Saluti.

  2. Buon giorno. Sono un ragazzo rumeno. Circa un anno fa ho perso il lavoro e non riesco più a trovarne un altro. Ho un prestito di 14000 euro con Compass ed un altro di 13000 con FIDITALIA (per l’acquisto di una macchina) .Da dicembre 2014 non riesco più a pagare le rate , con tutta la mia buona volontà , visto che sono senza lavoro, la mia moglie lo stesso ed in più aspettiamo anche un bambino. Qui in Italia abitiamo in affitto pero in Romania abbiamo proprietà. Se non riusciamo a pagare più e decidiamo di tornare in Romania, queste società potrebbero fare il pignoramento per i beni nel nostro possesso al estero? Sarei gratto ricevere una Vostra risposta. Grazie!

    Rispondi
    • Buonasera Mihai.
      Non è la prima persona che ce lo chiede e il discorso è questo. Si tratta di un recupero internazionale, ma sono procedure molto complesse e non sempre facilmente attuabili. Fino ad oggi nessuno ci ha segnalato il pignoramento di un immobile in Romania per un debito contratto in Italia. Non posso risponderle in altro modo o darle certezza, ma comunque al momento sembra che la cosa non accada.
      Saluti.

  3. Buongiorno, al mio compagno è stata pignorata e successivamente venduta all’asta (in data 15/01/2015 per € 21000) un’abitazione per la quale aveva chiesto un mutuo di € 86000 circa. Parallelamente l’amministratore del condominio aveva ottenuto il pignoramento del quinto dello stipendio per le spese condominiali, ci eravamo accordati con quest’ultimo per una cifra forfaitaria che sarebbe stata coperta dall’anticipo del tfr, ma in sede di udienza è intervento il legale della Banca che originariamente ha concesso il mutuo per rivalersi sul quinto dello stipendio del mio compagno. Il giudice ha dato ragione alla Banca e quindi ha ottenuto il pignoramento del quinto dello stipendio (dopo aver venduto all’asta l’immobile). Ci chiedevamo se è possibile fare ricorso o cos’altro è possibile fare visto che con la cessione del suo 5° a mala pena riuscirebbe a coprire gli interessi di mora che maturano anno per anno e quindi sarebbe una cessione all’infinito. Grazie per l’attenzione

    Rispondi
    • Buonasera.
      Una volta stabilito il pignoramento, ovvero decisa la rata e l’importo da rimborsare, gli interessi di mora non ci sono più. C’è già un atto di pignoramento che dice quanto pagare e per quanto tempo e gli eventuali interessi di mora sono già inclusi, ma da li in poi non possono maturarne ancora. Detto questo, andrebbe fatta in questi casi l’opposizione all’esecuzione tramite il proprio avvocato, ma chiaramente solo se ci sono gli estremi e motivi validi per bloccarlo.
      Saluti.

  4. Vi supplico mio padre pensionato aveva un debito x spese condominiali di circa 1500 l’amministratore si è rivolto al tribunale di Monza giudice di pace ora sono quindi diventati 3400 x i costi di giudice e tribunale che riscrivono che se entro 10gg non si provvede al pagamento complessivo intervengono non disponiamo di totale somma e non ci sono mutui sulla casa cosa posso fare???? Aiutatemi sono disperato

    Rispondi
    • Buongiorno Gio.
      Se non doveste pagare è possibile che il tribunale proceda con il pignoramento di beni di proprietà. Si potrebbe trattare di pignoramento di beni mobili, immobili anche se più difficilmente visto il basso importo del debito, il quinto della pensione o altri crediti.
      Saluti.

  5. Ciao e buongiorno.
    Purtroppo fra 15 gg la mia casa va all’asta.
    Sono sicuro che dalla vendita la banca non recuperera’ mai il mio totale debito.All’epoca del finanziamento mio suocero mi fece da garante e grosso problema,lui e’ pensionato ma ha una casa dove abita di proprieta’ .
    Cosa gli puo’ succedere se la banca non rientra tutto il mio debito? e la tempistica? possono vendergli la casa e metterlo in mezzo alla strada?
    la prego mi risponda!

    Rispondi
    • Buongiorno Francesco.
      Se con la vendita la banca non riuscisse a recuperare tutto, altri beni potrebbero essere pignorati. Se Lei non possedesse più nulla e non avesse un reddito pignorabile, è probabile che anche Suo suocero possa essere soggetto a pignoramento dei beni di proprietà, tra cui anche la casa.
      Saluti.

  6. Salve la mia domanda è ho la prima casa mutuo regolarmente pagato e ho fatto da garante in un prestito di 20.000 che loso avuto pagamento insoluto ora come faccio non posso pagarlo è un prestito dai agenzie privati , mi pigniora o la casa?grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Sara.
      In quanto garante anche Lei ha degli obblighi nei confronti della finanziaria. Di conseguenza, se la finanziaria agisse per vie legali, anche lei potrebbe essere soggetta al pignoramento del quinto dello stipendio così come di altri beni di proprietà. Per quanto riguarda la casa, anche questa potrebbe ipoteticamente essere pignorata. Certo è che se c’è un mutuo e di conseguenza un’ipoteca sull’immobile, in caso di vendita all’asta comunque dovrebbe essere estinto prima il mutuo, ed eventualmente con la somma restante dovrebbe essere risarcita la finanziaria.
      Saluti.

  7. Ancora non mi chiama.
    ora saltato 1 rata.da ottobre rimasto senza lavoro.ho deciso di andare Inghilterra con la famiglia.debito rimasto circa 8000 euro.fino ora ho pagato quasi meta.loro che cosa mi possono fare.non c’è niente di proprietà in italia.
    Grazie.

    Rispondi
    • Buongiorno Simo.
      Se ha saltato solo una rata ci vorrà tempo prima che si arrivi al pignoramento, per cui può vendere l’auto. Chiaramente la cosa più corretta da fare sarebbe usare la liquidità per estinguere il finanziamento, perché in caso contrario il debito rimarrebbe in essere e aumenterebbe per via degli interessi di mora. Se va in un paese dell’unione europea, l’istituto di credito potrebbe anche avviare una procedura di recupero internazionale e ottenere il rimborso anche se si trova in un altro paese.
      Saluti.

  8. buonasera,
    le aste in un anno ogni quanto si fanno?? poi dopo cosa succede, come mi diranno che devo uscire, posso far vedere la documentazione di mi figlia che portatore di handicap, tramite un legale posso abolire il pignoramento del quinto mostrando la doc di mia figlia..
    grazie.

    Rispondi
    • Buonasera Lello.
      Anche quando è presente un portatore di handicap non si può evitare il pignoramento. Avrà il tempo necessario a trovare una nuova sistemazione (così è secondo la legge). Generalmente le aste hanno cadenza mensile o anche superiore al mese.
      Saluti.

  9. grazie per la risposta…ma volevo dire,ke tutto cio ke c’e’ in casa non e di nostra proprieta’….abbiamo preso casa tutta arredata quindi di nostro non c’e’ niente….possono prendere ugualmente cose che non sono di nostra proprieta’???

    Rispondi
    • Buonasera Caterina.
      Assolutamente no. Avrete sicuramente firmato un contratto di comodato d’uso o comunque la clausola dovrebbe essere inserita nel contratto di affitto, per cui quei beni non possono essere pignorati.
      Saluti.

  10. Buongiorno, la Banca non ha voluto sapere nulla riguardante Il saldo stralcio per poter vendere l’immobile e compensate Il pignoramento del quinto in busta paga. Infatti mi é arrivato il pignoramento dell’immobile dicendo che verrá messo all’asta. Per cortesia quanto tempo ho prima che si prendano la casa, ho anche Una figlia minore con 104 comma3 art 3.Aspetto vostre notizie. Grazie

    Rispondi
    • Buonasera Lello.
      Dipende da quando questa verrà venduta. Potrebbe essere venduta alla prima asta, come potrebbero volerci più aste affinché venga venduta, e di conseguenza potrebbero volerci mesi.
      Saluti.

  11. Buongiorno…tempo fa ho aquistato con una finanziaria compass alcune cose per un valore di 1.000.00 con le spese….di queste sono stati pagati all’incirca 13 bollettini..purtroppo io e mio marito siamo rimasti disoccupati,lavoriamo alla giornata non c’e’ uno stipendio fisso,viviamo in affitto e paghiamo 200,00 euro al mese con (luce,acqua,gas,ecc..ecc)praticamente non abbiamo nulla SIAMO NULLA TENENTI…sono rimaste circa 800.00 euro con gli interessi cosa puo’ succedere se non riuscissimo a pagare?GRAZIE MILLE ATTENDO RISPOSTA

    Rispondi
    • Buongiorno Caterina.
      A livello teorico se la finanziaria agisse per vie legali si potrebbe arrivare al pignoramento dei beni di proprietà. Dubito che per una cifra così bassa possa succedere, ma mai dire mai. Ad ogni modo il pignoramento sarebbe limitato nel vostro caso ai beni presenti presso l’abitazione di residenza.
      Saluti.

  12. Ho circa 17.000 euro di debiti con varie finanziarie. Dopo vari mesi di disoccupazione in Italia ho trovato lavoro a Londra. Ma ho difficolta a pagare le rate + gli interessi da paura. In Italia ho residenza nelle casa di mia madre, ho pero delle quote in altri beni immobili. La macchina e’ in leasing e la porto a Londra.
    Ovviamente in Inghilterra non mi fanno alcun prestito, non avendo storia, a malapena mi danno una debit card. In Italia idem con patate visto che mi iscrivero all’AIRE, non vogliono nemmeno rinegoziare le rate del prestito.
    Se pago le rate con lo stipendio londinese devo dormire sotto i ponti e penso che poi perdero il lavoro. Vi vorrei chiedere che cosa potrebbe succedermi se non pago le rate.
    Grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Roberto.
      Se non pagasse le rate e le finanziarie dovessero agire per vie legali, si potrebbe arrivare al pignoramento dei beni di proprietà, quindi anche le quote di proprietà degli immobili. L’auto è in leasing quindi non è di fatto di Sua proprietà, per cui non può essere pignorata. Oltre a questo non può succedere nulla.
      Saluti.

  13. Buona sera, sono un disoccupato in separazioni di beni con mia moglie e l’unica cosa che abbiamo è la casa ove vi è un mutuo della banca con ipoteca che stiamo pagando. Per la mia precedente attivita’ per una contestazione legale con un fornitore sono stato condannato a pagare circa 25.000,00 che non ho e mi hanno messo l’ipoteca. ho cercato di fare la mia proposta di poter pagare 12.500,00 in due anni non avendo reddito ma si sono rifiutati. abbiamo nel nostro nucleo nostro figlio che ha 19 anni ed ha la legge 104. possiamo chiedere qualche cosa o sperare che non vendano la casa? posso fare sforzi non lavorando ma mica posso ammazzarmi per non perdere la casa. mi fa sapere urgentemente?

    Rispondi
    • Buongiorno Luca.
      Non sappiamo se vi siano restrizioni nei pignoramenti di immobili in presenza di persone invalide, sarebbe più opportuno consultare il Suo avvocato per una risposta più precisa.
      Saluti.

  14. buonasera,nel 2011 ho cominciato ad avere problemi di liquidità a causa di mancati pagamenti da parte dei clienti,sono un piccolo artigiano della provincia di taranto,avevo delle rate scadute con la banca dove ho stipulato il mutuo,il mutuo e di 40000 euro,ho chimato la banca e ho chiesto loro se potevano farmi un piano di rientro per le rate scadute e stopparmi il mutuo almeno per un anno,in modo da potermi riprendere o trovare altre strade di guadagno.
    La banca mi ha preparato un piano di rientro,ho pagato la prima rata in anticipo,e prima di fare il secondo versamento,guardando la distinta del primo scopro che la rata rata non era ma erano interessi passivi,chiamo la consulente le faccio presente che per me pagare una rata in piu è davvero un problema e chiedo spiegazioni,mi risponde che mentre preparavano le carte r maturata un altra rata e che ne dovevo versare piu di una,chiamo la banca e loro mi dicono che mi devo rivolgere alla consulente,la quale non risponde e poi rimette il mandato.
    a settembre chiamo la banca e cerco di capire come devo fare per rimettere il mutuo in bonis,la dirigente mi fa presente che se vrso la somma di tutte le rate entro e prima della fine dell’anno il mutuo va in bonis e tutto si rimette a posto.
    mi procuro il denaro,e non vi dico l’interesse,chiamo la dirigente i primi di dicembre e la avviso che ho il denaro per fare il versamento,la funzionaria mi dice va ben,la chiamo tra uno o due giorni mi faccia chiamare la filiale di napoli,passano due giorni non mi chiama,richiamo io dopo due giorni e poi richiamo ancora fino alla prima decina di dicembre,finalmente mi risponde e mi assicura che da li a un paio di giorni posso andare a fare il versamento,la richiamo e i risponde che non si puo fare piu niente,ribadisco che non è ancora la fine dell’anno come lei mi aveva detto e mi risponde che il funzionario di napoli a decretato che non c’è piu tempo e che mi devo aspettare l’atto di precetto.
    Da quel giorno tra cate e avvocati ognuno ha fatto di suo quel che voleva,questa mattina il 6 ottobre 2014 bisognava versare al giudice delle esecuzioni immobiliari un quinto della somma che io non ho,adesso che succede ?non so piu dove sbattere la testa,sono passato di avvocato in avvocato senza capire piu cosa è stato fatto e non ho anche avuto una perizia fatta da federitalia che evidenziava un tasso di usura ma gli avvocato hanno detto che era inutile utilizzare quella perizia,a cosa sono servite tutte queste carte,l’opposizione che mi hanno fatto fare,la querela alla banca e tutto il resto mi date qualche informazione.grazie e chiedo scusa per il disturbo

    Rispondi
    • Buongiorno Franco.
      Ho capito la Sua storia, però in particolare cosa vuole sapere? Vuole sapere cosa deve aspettarsi adesso o cerca una soluzione? Nel secondo caso non c’è alcuna soluzione che Lei possa prendere se non quelle da adottare direttamente con la banca che riguarderebbero eventuali accordi che possano essere presi tra cliente e banca. Per quanto riguarda invece il discorso degli interessi, questi si riferivano al finanziamento di 40.000?

  15. Nel 2006 ho siglato un compromesso per l’acquisto di un immobile con l’accollo del mutuo dal costruttore poi a Novembre ho effettuato il rogito ma a Maggio del 2007 la banca mi diceva che non mi aveva accollato il mutuo,come mi devo comportare sia con il notaio il costruttore e la banca,grazie

    Rispondi
    • si è stato fatto in banca,l’accollo non è stato fatto perché risultava un debito vecchio con la stessa banca ma che io non sapevo ma che loro sapevano e non mi dovevano far fare il rogito.

    • In questo caso la cosa più corretta da fare sarebbe accordarsi con il costruttore, perché comunque in questi casi si potrebbe arrivare all’annullamento della vendita, non avendo il costruttore ricevuto il corrispettivo in denaro. Potrebbe poi chiedere un mutuo per acquisto casa e versare quanto dovuto al costruttore.
      Saluti.

  16. Buonasera,sono in una situazione senza uscita, ho perso il lavoro da 1 anno, non ho proprietà, sono in divisione di beni con mia che ha intestata la casa di cui sta pagando un mutuoancora per molto tempo, sulla busta paga ha una cessione del quinto, non abbiamo più la macchina, costretti a venderla per sopravvivere e pagare le bollette.Ho un problema con findomestic, non riesco più a pagare le rate di una carta di credito di 5000 euro,non è per non volontà, ma non ho entrate , non so come fare, hanno anche chiamato sul luogo di lavoro mia moglie, mettendola in imbarazzo, se trovassi lavoro pagherei, ma non ho più niente….cosa faccio? non pago il mutuo? grazie per l’attenzione

    Rispondi
    • Buonasera Alessandro.
      Intanto potreste denunciare findomestic per violazione della privacy, ammesso che abbiano rivelato a terzi il motivo della telefonata. Detto questo ha problemi solo con la carta o anche con il mutuo? La carta è cointestata con Sua moglie?

  17. Buona sera, sono sposata in separazione di beni con una casa di mia proprietà , ma il mutuo e’ cointestato con mio marito il quale è titolare di una s.n.c.
    Se il lavoro dovesse andare male, in caso di fallimento o liquidazione dell’azienda banche , fornitori o altri potrebbero rivalersi sulla mia abitazione a causa della contestazione del debito.
    Grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Simona.
      La cointestazione del debito è limitata a quello specifico finanziamento, non a tutti i debiti. Diverso sarebbe se la casa fosse cointestata, anche se anche in quel caso risponderebbe Suo marito per il suo 50%.
      Saluti.

  18. salve. 8 anni fa sono stato vittima di una truffa, da un intermediario finanziario e notaio. si sono fatti erogare con procure false complice la banca anche, un mutuo di 120000 euro. su un immobile sopra stimato e dal valore reale di 25000euro.con l avvocato dopo trattative con la banca, abbiamo nominato un perito sopra le parti . lo stesso ha valutato l immobile 20000euro. la banca ha mandato la lettera al mio avv. che rinuncia al pignoramento della casa. il mio legale dice che e una cosa buonissima. lei cosa ne pensa , sul fatto che hanno rinunciato? posso star tranquillo.. grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Luca.
      Senza dubbio è una cosa positiva, anche se prevedibile perché non avrebbero recuperato molto dal pignoramento. Trattandosi di una truffa, mi sembra strano che il mutuo sia rimasto in piedi. Generalmente in queste situazioni le cose vengono congelate fin quando non si accerta le responsabilità.
      Saluti.

    • grazie intanto. quindi devo far in modo che l avvocato faccia richiesta per congelare il mutuo.Cmq il tutto in caso, davanti al giudizio di un giudice che mi accerti la truffa visto che ho diverse prove? saluti

    • salve. proprio no per fortuna. credo che la banca lo abbia come dice lei, già congelato? il nuovo perito a ribaltato la stima , che avevano fatto altri a 120000.l unica mia priorità e quella di non dover dare piu nulla a la banca,facendo accertare che all epoca dei fatti , mi hanno truffato. credo che lo dovrebbe stabilire una sentenza del giudice, in una eventuale causa nei loro confronti ? grazie

    • In casi di evidente truffa e facendo una denuncia è possibile riuscire a bloccare il tutto anche subito, soprattutto se in questo la banca avesse qualche colpa. L’unica cosa che non ho capito, è se il mutuo sia stato concesso effettivamente per 120.000 euro. Se si, a chi sono andati i soldi? In questo caso la banca saprà a chi abbia fatto l’assegno o il bonifico, per cui sarà facile dimostrare che lei non abbia preso questi soldi.
      Saluti.

    • salve. vedo che ha centrato in pieno il discorso. infatti le volevo dire , che le denunce e la dimostrazione della truffa, sono state messe a verbale dal avvocato e fatte note alla banca. tra cui le firme false a mio nome. ma soprattutto che il bonifico non e stato, mai intascato da me ma da un altra persona.

    • In questo caso portando tutto all’attenzione della banca (che ha delle colpe quanto meno riguardo la Sua identificazione), magari con una perizia calligrafica, è molto probabile che la banca blocchi tutto anche in attesa di giudizio.
      Saluti.

  19. salve, io sono andato via dell’italia qualche mese fa. Ho lasciato due prestiti senza pagare e 5 carte di credito completamente al massimo, ho provato a rifarmi, ma un problema di salute mi ha bloccato. Cosa puo succedermi? io ancora non lavoro e non ho niente, me sono venduto tutto per poter uscire dei guai di salute…
    <<<<<<<<<<possono venire a cercarmi e mettermi in galera?

    Rispondi
    • la galera per ebiti non esiste. Se hai casa e il debito e’ sopra i 20 mila euro, possono pensare al pignoramento, di casa e del conto, altrimenti sotto i 20 mila euro, senza alcuna proprieta’ al massimo risulterai iscritto alla crif o protestato

  20. Salve mia moglie ha ereditato con i 4 fratelli la casa dei genitori ora una sorella ha mancato diversi pagamenti di finanziarie e diverse rate del mutuo , volevo sapere se possono pignorare la parte di casa della sorellae e se nel caso affermativo le altre 4 proprietarie possono procedere con la vendita dell immobile o se viene bloccato dal pignoramento … Grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Andrea.
      In questi casi la proprietà è divisa in quote. La quota parte della sorella potrebbe essere pignorata e andare all’asta. Se ciò accadesse comunque gli altri fratelli potrebbero vendere le loro quote di proprietà, ma dovrebbero trovare un acquirente che acconsenta all’acquisto di una proprietà parziale, oppure potrebbero offrire l’immobile a chi dovesse aggiudicarsi l’asta della quota di proprietà della sorella.
      Saluti.

  21. senza lavoro mutuo di casa che non sto pagando finanziamenti non pagati ho due figli che non riesco neanche a fare la spesa x loro tutti i giorni sto pensando a fare un gesto estremo

    Rispondi
    • Francesco, senti ci sono tanti delinquenti che rubano e stanno bene, gente con posto fisso che ruba lo stipendio e magari fa il doppio lavoro, e tu vuoi vivere dignitosamente, ma se lo fai ai tuoi figli lasci un brutto ricordo, e questo sarebbe peggio. Io mi sento un po’ come te e prendo la serotonina. Fatti aiutare allora e’ sempre meglio. Ciao in bocca al lupo

  22. salve ho un debito con Agos di 15000 euro possono fare una ipoteca su una mia parte di eredita che e circa 5000 euro la mia parte gli conviene a loro per 5000 euro di eredita fatemi sapere grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Francesco.
      Non si parla di ipoteca. Se non pagasse il prestito Agos dovrebbe agire per vie legali e si potrebbe arrivare al pignoramento dei beni di proprietà, e anche delle somme ereditate.
      Saluti.

  23. Buon giorno nel 2007 ho richiesto un finanziamento personale di 4500 euro, poi per motivi personali non sono più riuscita a pagare, ora con gli interessi è di 8.000 euro, io sono casalinga , mio marito è operaio, abbiamo 3 bambini c’è la possibilità di pignoramento dei mobili ( non sono mobili di valore)?.grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Sara.
      Se la finanziaria agisse per vie legali si potrebbe arrivare al pignoramento dei beni mobili, ma non si intende solo l’arredamento, anche la tv, gioielli e qualsiasi cosa sia presente presso l’abitazione può essere soggetta a pignoramento. Inoltre può essere pignorato anche il quinto dello stipendio mensile.
      Saluti.

  24. Buongiorno,

    mi chiamo Daniele. Mio padre e mia madre si sono separati qualche anno fa. Ora è arrivata la sentenza dove si comunica che lui è debitore verso lei di 180 mila euro e che si provvederà al pignoramento della casa. In che modo posso aiutarlo? Cioè non so proprio come dovrebbe muoversi e mi chiedo una volta persa la casa dove andrà a stare. Di solito come avvengono queste aste, le case vengono svendute di parecchio o si cerca di raggiungere un prezzo adeguato? Perchè la mia speranza è che essendo una villetta molto carina venga venduta ad una cifra superiore a quella dovuta così che lui riesca a liquidare mia madre e finire di pagarsi il mutuo ancora attivo. E poi non so.. andare in affitto spero..

    Cordiali saluti

    Rispondi
    • Buongiorno Daniele.
      La casa andrà all’asta, verrà fatta una perizia che ne stimerà il valore e il prezzo verrà fissato con un abbattimento del 20% del valore stimato. Fissata la prima asta, se questa andasse deserta, il prezzo verrebbe abbassato ulteriormente per la successiva e così via. Prima o poi qualcuno andrà e farà un’offerta, se solo, si aggiudicherà l’asta, altrimenti si andrà al rialzo. Non è possibile quindi prevedere il prezzo di vendita.
      Saluti.

  25. Ho un debito con la consumit per un finanziamento personale, restavano 25000 € che sono diventati 30000 con gli interessi. Ho la casa di proprieta’ con un vincolo di destinazione per mio figlio disabile, regolarmente registrato, ma poichè sul finanziamento mi hanno consigliato di chiederlo per restaurare la casa, cosa mi succedera’? Puo’ intaccare il vincolo? Per ora non posso pagare nemmeno 10 € perchè mio marito ha chiuso l’attivita’ e non trova lavoro ed io sono disoccupata ed è difficile trovare lavoro a causa di un’unvalidita’ che non mi permette di fare lavori fisici. Gradirei una risposta, per valutare cosa mi aspetta. Grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Rosa.
      Quando non si paga un prestito la finanziaria ha la possibilità di agire per vie legali e si può arrivare al pignoramento dei beni, compreso un eventuale immobile di proprietà. Non so dirle se il vincolo di destinazione possa in qualche modo impedire il pignoramento dell’immobile. Non trattandosi di materia finanziaria le converrebbe chiedere informazioni ad un avvocato.
      Saluti.

  26. ciao io volevo sapere sono indietro con la agos la carta di credito di 7mila euro sono 4 rate che non riesco a pagare ho il mutuo intestatometà io e metà mio marito che paghiamo abbiamo altri 5 anni che mi fanno io la macchina non ce lo mio marito si a siamo dissocupati tutte e due

    Rispondi
    • Buongiorno Nella.
      Qualora la finanziaria dovesse agire per vie legali si potrebbe arrivare al pignoramento dei beni di proprietà. per beni di proprietà si intendono anche i beni presenti presso l’abitazione di residenza. Se avete la comunione dei beni anche i beni di proprietà di suo marito sono a rischio in quanto apparterrebbero anche a Lei.
      Saluti.

  27. ciao io volevo sapere siccome non sto pagando le rate delle fineziarie perchè non ho lavoro ho la agos 35mila compass 25mila piu le carte di credito il mutuo con la banca lo sto pagando ho altri 5 anni da pagare i mobili non sono di valore li presi al mercatone uno 9anni fa la macchina ha 9anni ho paura non dormo piu che mi succederà aiuto

    Rispondi
  28. ciao volevo dire che ho il mutuo altri 5 anni che sto pagando ho paura per la macchina che la pignorano i mobili li presi nove anni fa al mercatone uno non penso che hanno tanto valore sono indietro di quasi 4 mesi la macchina ha nove anni che possono farmi mi tolgono tutto

    Rispondi
    • Buongiorno Antonella.
      Sono valutazioni che vengono fatte dal giudice e dall’ufficiale giudiziario che effettua il sopralluogo e segna gli oggetti di valore.
      Saluti

  29. ciao ho difficoltà a pagare le rate dei finaziamenti ho agos 36mila euro compass 21mila euro più le carte di credito di agos 7mila euro compass 5mila euro prima pagavo tutto da quando sono a casa non riesco più a pagare il mutuo lo pago ho la macchina una fiat stilo che ha 9 anni possono pignorarla sono disperato aiutatemi grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Tony.
      Qualora le finanziarie dovessero agire per vie legali si potrebbe arrivare al pignoramento dell’auto come di altri beni di proprietà. Se c’è il mutuo e se lo sta pagando, soprattutto se l’importo residuo è ancora alto, difficilmente si arriverebbe al pignoramento dell’immobile, legato al mutuo dall’ipoteca.
      Saluti.

  30. ciao vorrei sapere se possono pignorarmi la macchina siccome sono indietro con le fineziarie agos 34 mila euro compass 20mila euro poi ho le carte di credito di agos 7mila euro e compass 5 mila euro sto pagando il mutuo regolarmente ma le fineziarie non ce lha faccio mi date un consiglio che mi portano via i mobili che non hanno tanto valore ho paura per la macchina che e vecchia di 9 anni grazie sono disperata

    Rispondi
    • Buonasera Antonella.
      La certezza non c’è. Dipende da ciò che decideranno di fare le finanziarie qualora dovesse continuare a non pagare. Dovrebbero comunque agire per vie legali e si potrebbe arrivare al pignoramento dei beni di proprietà, tra cui anche auto e mobili, ovviamente se hanno un valore.
      Saluti.

  31. Buonasera,
    se una persona va in pensione, ed ha un pignoramento del quinto dovuto all’ immobile ( mutuo di 150.000 euro non più pagato per problemi molto grossi) come va a finire con il TFR, cioè la liquidita? mica possono prendere tutto la sua liquidazione? devono vendere l’immobile e poi prendere la differenza con quinto sia in busta che sul TFR, vero?
    aspetto vostre notizie.
    Buona serata.

    Rispondi
    • Buongiorno Raffaele.
      Dipende da quanto deciso dal giudice. Se il giudice ha stabilito per il pignoramento del tfr, questo verrà trattenuto. Altrimenti si continuerà a pagare il pignoramento. Anche per il pignoramento dell’immobile dipende tutto da quanto deciso in fase di udienza.
      Saluti.

  32. mio padre ha un mutuo regolarmente paga non ha piu pagato un finanziamento di 31.000 euro con l agos ducato e arrivato un decreto aggiuntivo cosa puo fare

    Rispondi
    • Buongiorno Giovanni.
      In che senso ci chiede cosa possa fare suo padre? il debito chiaramente va pagato. Se non lo si paga si rischia il pignoramento dello stipendio/pensione e/o dei beni di proprietà.
      Saluti.

  33. buongiorno,
    e da 4 mesi che sono disoccupato, ho rate con diverse finanziarie per un’ammontare di circa 30.000 euro fino ado ora regolarmente pagate, purtroppo quei pochi risparmi che avevo stanno per finire, ho una casa di proprieta’ gia’ finita di pagare. se per caso non riesco a pagare le prossime rate alle finanziarie cosa puo’ succedere possono pignorararmi la casa? e metterla all’asta? e se i debiti sono di 30.000 euro la casa ne vale circa 180.000 euro la differenza che fine fa? grazie.

    Rispondi
    • Buonasera Vincenzo.
      Qualora la finanziaria agisse per vie legali si potrebbe arrivare anche al pignoramento dell’immobile. Il valore dell’immobile in questi casi conta poco, in quanto verrebbe fatta una perizia, sulla base della perizia verrebbe stabilito il prezzo di partenza già con un abbattimento forfettario, per cui si partirebbe da un prezzo più basso. Ad ogni asta deserta il prezzo si abbassa. Le dico questo per farle capire che il prezzo di vendita all’asta sarebbe sicuramente inferiore al valore dell’immobile. Estinto il finanziamento, la quota parte eccedente chiaramente sarebbe sua. Ma è importante cercare di non arrivare a questo punto visto ciò che potrebbe succedere. Se ha qualcuno che possa aiutarla si faccia aiutare.
      saluti.

  34. Ho un finanziamento con la compass ed uno con la MPS il primo di 7000 € il secondo di 15000 € sono in ritardo di 3 rate in entrambi cosa mi può capitare a breve se continuo a non pagsre? Possono attaccarmi la casa? Ed in che tempi?
    Grazie

    Rispondi
    • Buonasera Antonio.
      E’ difficile che per importi del genere si arrivi al pignoramento della casa, soprattutto qualora vi fosse un mutuo in corso e di conseguenza un’ipoteca. E’ più probabile il pignoramento di una quota del suo stipendio mensile e/o di altri beni di proprietà.
      saluti.

  35. salve,
    sono circa 4 anni che non pago più il mutuo prima casa per problemi gravi…ho anche un doppio quinto sulla busta paga con durata decennale, siccome avevo un’ulteriore piccola quota in busta paga la banca del mutuo tramite il tribunale me la ha pignorata a vita.
    La mia Amministrazione mi ha ribadito che il Giudice ha deciso così per via della mia situazione economica e inoltre ho anche una figlia minore invalida.
    volevo sapere come andrà a finire questa situazione anche perchè il mutuo è più alto della vendita della casa.
    grazie.

    Rispondi
    • Buongiorno Raffaele.
      Continueranno a trattenere parte del suo stipendio, a meno che non decidano di pignorare altri suoi beni di proprietà. Questo dipende dal giudice.
      Saluti.

  36. Salve ho un mutuo ventennale ipotecario cointestato pagato regolarmente, ed un finanziamento di 9000& che non sto pagando! Cosa può succedersi?

    Rispondi
    • Buonasera Francesco.
      Qualora la finanziaria dovesse agire per vie legali si potrebbe arrivare al pignoramento di parte dello stipendio e/o dei beni mobili di sua proprietà.
      Saluti.

    • Per problemi fallimentari, sono circa quattro anni che non pago il mutuo della casa ed’ ho una figlia minore con 104 , inoltre ho la busta paga impegnata con cessione del doppio quinto la banca tramite il tribunale, mi ha pignorato una quota ancora disponibile in busta. Adesso vi chiedo come andra’ a finire per la mia situazione???
      aspetto una risposta UFFICIALE.
      Grazie.

    • Buongiorno Raffaele.
      Di Ufficiale non possiamo dire nulla. In questo caso ritengo sia più opportuno che richieda informazioni al suo avvocato data la situazione per sapere se vi siano leggi che impediscano o ritardino il pignoramento dell’immobile nei casi come il suo. Il pignoramento dell’immobile, infatti, sarebbe la naturale conseguenza del mancato pagamento del mutuo.
      Saluti.

    • Grazie, ma sò che c’è una legge in vigore da poco che impedisce la messa all’asta della prima casa, è vero?

  37. salve a tutti
    io ho due finanziamenti che ho preso per comprare casa, se non riesco a pagare cosa succede? cmq sono prestiti personali senza ipoteca di nessun genere l’unica garanzia era la busta paga ma ora sono senza lavoro.
    grazie…

    Rispondi
    • Buonasera Marco.
      Se le finanziarie agissero per vie legali il giudice potrebbe comunque pignorare l’immobile per sanare i debiti. Comunque sono valutazione che farebbe il giudice.
      Saluti.

  38. salve ho ricevuto un atto di pignoramento con decreto ingiuntivo dichiarato esecutivo per un debito di 14000 mila euro.erano affitti riguardanti una mia attivita premetto che le rate del mutuo di casa sono regolarmente pagate eppure mi e stato comunicato che la casa verra assegnata all’asta cosa posso fare per evitare questo?? sono anche in attesa di un riconoscimento di un fondo perduto da parte della reggione piemonte pari a 12 mila euro che e da ben4 anni che aspetto di ricevere.con quella cifra posso pagare una gran parte del mio debito posso ofrire un piano di rientro facendo fede a questi benedetti soldi che attendo?? aiutatemi non ne posso piu grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Enzo.
      Purtroppo una qualsiasi offerta da parte sua dovrebbe essere accettata dall’istituto di credito. Può provare a convincerli o almeno a prendere tempo. Faccia opposizione all’esecuzione del pignoramento e spieghi la situazione.
      Saluti.

  39. ho perso il lavoro perche ho dovuto chiedere il fallimento della ditta , mia moglia ha messo firma di fiduassione alla banca e oggi e arrivata il decreto a lei vogliono che rientro oppure mi portono via la casa ….mi mancano 40 mila euro come posso fare ? sono disperato grazie

    Rispondi
    • Buonasera Claudio.
      In questi casi l’unica possibilità è farsi prestare i soldi da parenti e amici e fare un’offerta di estinzione a saldo e stralcio per l’importo più alto che riuscite a raggiungere. Se sua moglie lavora come dipendente potreste chiedere un prestito in busta paga, o cessione del quinto.
      Purtroppo non ci sono molte alternative.
      saluti.

  40. Sono nei guai!..Ho acceso 6 anni fa un mutuo ventennele a rate semestrali per l’ acquisto delle prima casa ( dopo 30 anni di gravosi sacrifici!). Purtroppo è un anno che ho perso il lavoro…da allora non faccio che rincorrere i ratei semestrali…l’ ultimo, a dicembre, non sono riuscito a pagarlo, pagando in ritardo i due pèrecedenti. Ho debiti con un’ altra banca con fideiussioni di mia moglie alla quale è intestato l’ immobile….e il condominio mi ha precettato la casa per 2.800 € chiedendo il pignoramento!!!…Davvero possono mettere in vendita la casa all’ asta per 1.800 €?….Cosa posso fare?…Sono disperato…Vi prego…datemi un consiglio sul da farsi. Grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Gino.
      Il pignoramento lo possono richiedere ma poi spetta al giudice decidere, anche se per un importo così basso è difficile che mettano la casa all’asta, soprattutto alla luce del fatto che sull’immobile grava un’ipoteca legata al mutuo.
      Saluti.

  41. Salve,volevo chiedervi l’ anno scorso ho acquistato casa da mio padre tramite compravendita ma non ho versato la somma pattuita nell’ atto,adesso mi trovo in difficoltà con un fornitore essendo io commerciante mi ha pignorato l’ immobile intestato a me,vi chiedo,possono agire visto che l’ immobile non è stato pagato a mio padre,vi prego rispondetemi…

    Rispondi
    • Buongiorno Claudio.
      Dovrebbe verificare con il notaio se l’atto possa essere reso nullo a causa del mancato pagamento della somma pattuita e dovrebbe anche verificare se vi possano essere eventuali sanzioni.
      Saluti.

  42. salve,
    Ho grossi problemi con il pagamento delle rate di 2 prestiti ( uno da 17.000 e uno da 11.500 ) e con la rata del mutuo visto che sto perdendo anke il posto di lavoro!!!
    A cosa posso andare incontro?
    Preciso che i prestiti sono entrambi intestati a me mentre il mutuo è cointestato con mia moglie che purtroppo nn lavora.
    Grazie in anticipo per i consigli che darete
    Una buonasera

    Rispondi
    • Buongiorno Francesco.
      Purtroppo soluzioni a questi problemi non ce ne sono, se non quella di trovare urgentemente un altro lavoro. Sicuramente nei pagamenti è meglio dare priorità al mutuo, in quanto vincolato direttamente alla casa. Per i finanziamenti invece, conviene cercare di pagarli, anche se saltando delle rate e, quando possibile, estinguere tutto con un saldo e stralcio di importo inferiore al residuo debito.
      Saluti.

  43. buon giorno ho un mutuo cointestato con mio marito il quale ha dei debiti ( €31.000 e un altro di €7000) il piu grosso debito e a nome di tutti due(…no lo sapevo!!!)ha delle rate no pagate….me possono pignorare la casa? il mutuo viene pagato regolarmente,posso avere il mutuo solo a nome mio? vi ringrazio per l’aiuto.saluti

    Rispondi
    • Buongiorno Kattia.
      Se il mutuo è regolarmente pagato non possono pignorare la casa in quanto vi è un’ipoteca. Potrebbero al limite iscrivere un’ipoteca di secondo grado. Potrebbero invece pignorare i beni mobili di vostra proprietà.
      Saluti.

    • buongiorno,
      non vorrei allarmarla, ma leggendo il suo post posso commentarla dicendole che ha pignorarmi la casa non è stata la banca che mi ha concesso il mutuo ma la ditta per cui ho lavorato (€25.000) Una volta comprata all’asta i soldi andranno alla banca che ha la prima ipoteca.
      Non c’entra se paghi o meno le rate del mutuo possono pignorarla lo stesso.

    • Buongiorno Alessia.
      La casa può essere pignorata anche quando c’è un’ipoteca solo se con il pignoramento è possibile estinguere l’ipoteca e saldare il secondo creditore.
      L’ipoteca serve proprio a questo, ovvero a garantire alla banca che, in caso di pignoramento, il primo debito ad essere saldato sia il mutuo.
      saluti.

  44. Sono indietro con le rate e ho fatto un piano di rientro, ma è troppo gravoso e sono indietro di due rate con il piano di rientro, cosa può succedermi? Possono pignorarmi la casa? Io ogni mese verso comunque qualcosa .

    Rispondi
    • Buongiorno Brunella.
      Da qui al pignoramento della casa il passo è lungo. Tenga presente che la finanziaria (o banca) preferisce che lei continui a pagare le rate piuttosto che dover agire per vie legali con spese e perdita di tempo. Continui a pagare cercando di rientrare delle rate arretrate e stia tranquilla.
      Saluti.

    • Grazie mille della risposta, stavo malissimo al pensiero di vedermi portare via la casa che pago con grande sacrificio ed è l’unica cosa che ho. Grazie ancora.

  45. Se si hanno delle rate del mutuo non pagate,dopo quanto tempo passano al pignoramento della casa?dopo quante rate di cui si è morosi?se nel mentre dovessi avere la disponibilità di versare qualcosa a copertura di un paio di rate, riuscirei a prendere tempo e a tamponare la situazione?

    Rispondi
    • Buongiorno Alessia.
      Non c’è una regola precisa o un numero di rate particolare dopo il quale si subisce il pignoramento. Ciò dipende da quando la finanziaria o la banca si attiva per richiedere il pignoramento dell’immobile. Dovrebbe contattare la banca o la società di recupero crediti (se ha già ricevuto l’incarico dalla banca) e dire che a breve dovrebbe riuscire a rientrare delle rate insolute in modo da prendere tempo.
      Saluti.