Prestiti Personali, Cessioni del Quinto, Mutui

mutuo_consolidamento_debitiMutuo Consolidamento Debiti: Con noi

Vuoi consolidare i tuoi debiti dei finanziamenti e del mutuo che hai in corso e pagare una sola rata mensile? Con il mutuo consolidamento debiti puoi farlo. Ottieni la liquidità che ti serve e garantisci alla tua famiglia la serenità di cui avete bisogno. Confronta le offerte di ISICredit e scegli la migliore! Lavoriamo da più di dieci anni in questo settore, cercando sempre di soddisfare ogni nostro cliente, in tutto il territorio italiano. Richiedi subito un Preventivo Gratuito e senza impegno attraverso questo link: Clicca qui ed affidati agli esperti! Riceverai un contatto entro 24 ore.

Mutuo Consolidamento Debiti: Come funziona?

Il mutuo consolidamento debiti è un prestito destinato a persone che devono risolvere un sovraindebitamento, quindi che si rendono conto di non riuscire più a pagare in modo regolare i finanziamenti in corso. La banca cercherà di fornire la cifra necessaria ad estinguere tutti i debiti del richiedente. Verrà studiato un piano di ammortamento che ti permetterà di unire tutto in una sola rata, che di solito è inferiore rispetto a quelle pagate precedentemente. Di solito la durata può estendersi fino a 30 anni e la cifra massima erogabile si aggira intorno ai 50000 euro. Puoi scegliere se ottenere un tasso fisso oppure un tasso variabile, a piacimento. Ci sono anche diverse modalità da poter scegliere tramite questo tipo di finanziamento, come: Mutuo consolidamento mutui e prestiti, Mutuo consolidamento di soli prestiti, Mutuo consolidamento debiti con liquidità aggiuntiva. Potrai quindi avere anche la possibilità di ottenere ulteriore liquidità oltre a quella utilizzata per chiudere i debiti in corso. Affidati ai nostri esperti, Clicca qui e richiedi il tuo Preventivo Gratuito! 

Mutuo Consolidamento Debiti: Chi può richiederlo?

Il mutuo consolidamento debiti è destinato intanto a chi possiede un immobile, nello specifico la prima casa, che dovrà essere messa in garanzia. Sarà possibile richiedere il finanziamento da chi possiede un contratto a tempo indeterminato attivo da almeno 4 mesi, da pensionati e autonomi. Ovviamente il richiedente del prestito dovrà essere regolare in banca dati, ovvero assente da segnalazioni e protesti. Pertanto se capisci di passare un momento particolare, prima di effettuare ritardi di pagamento e non saltarci più fuori, richiedi il mutuo consolidamento debiti. Il richiedente dovrà avere un’età compresa tra i 18 anni ed i 75 anni allo scadere del contratto previsto. Valuta la tua richiesta e verifica quanto puoi ottenere, compila il form: Clicca qui e ricevi il tuo Preventivo Gratuito! 

Mutuo Consolidamento Debiti: Perché il prestito viene respinto?

Di solito i motivi di rifiuto di un prestito sono sempre gli stessi, ora li riporteremo anche qui. Non puoi sicuramente ottenere il mutuo consolidamento debiti se sei iscritto in una banca dati come Crif, Ctc ed Experian, risultando quindi un cattivo pagatore. Ricordiamo che tutte le banche hanno la possibilità di accedere alla Centrale rischi di Banca d’Italia e quindi consultare il registro per verificare se presenti segnalazioni o protesti. Le segnalazioni sono presenti quando ad esempio paghi delle rate in ritardo, anche di un solo giorno, quando ti viene respinto un prestito personale, potrebbe essere rifiutato se non hai mai fatto un finanziamento o se hai firmato come garante per un prestito in cui il richiedente paga male le rate. La banca potrebbe anche valutare che la tua capacità di rimborso non è sufficiente e decidere di non procedere.

Mutuo Consolidamento Debiti: Soluzioni se cattivo pagatore?

Quando ti ritrovi segnalato in una qualsiasi banca dati, risultando quindi cattivo pagatore hai comunque un’alternativa che ti propone ISICredit, ovvero la cessione del quinto. Questo tipo di prestito personale è accessibile anche se hai avuto problemi con i precedenti finanziamenti, ma è riservato solo a dipendenti e pensionati. In questo caso i dipendenti devono essere tassativamente a tempo indeterminato con contratto attivo da almeno tre mesi, di un ente statale, pubblico o azienda privata (srl, spa, cooperative) ed i pensionati percepire un reddito minimo mensile di 600 euro. Attraverso la cessione del quinto puoi ottenere liquidità alta fino anche a 50000 euro, con una rata leggera dato che il piano di ammortamento si estende fino a 120 mesi. Dopo aver pagato il 40% delle rate della cessione del quinto in corso potrai anche rinnovarla, ovvero chiudere il vecchio finanziamento per aprirne uno nuovo con liquidità aggiuntiva, restando sempre con un’unica rata in busta paga o su cedolino. Solo per i dipendenti poi c’è la possibilità di ottenere un secondo prestito, ovvero la delega di pagamento. In questo caso avrai due trattenute sullo stipendio. Richiedi ora il tuo prestito per cattivi pagatori, Clicca qui ed ottieni il Preventivo Gratuito!

Mutuo Consolidamento Debiti: Cosa succede se non pago il prestito?

Le conseguenze di un mutuo non pagato possono essere davvero elevate e da non sottovalutare. L’istituto di credito ti concede 180 giorni dove ti chiedere di effettuare il pagamento, ovviamente con una mora sugli interessi, arrivando quindi a dover rendere un importo sicuramente più alto. Trascorsi i giorni e il non pagamento, la banca potrebbe chiedere il versamento del completo importo dovuto entro una certa data, da loro stabilita. Dopodiché si procederà con il pignoramento, ma non andrà persa la proprietà dell’immobile né il possesso. Prima di arrivare alll’asta, si può proporre un saldo a stralcio che il debitore dovrà concordare con la Banca. dopodiché la casa sarà messa all’asta e potrebbe aggiudicarsi  un valore molto minore che non ti consentirà di risarcire l’ammontare del finanziamento, rimanendo debitore nei confronti della Banca.

Mutuo Consolidamento Debiti: Serve il garante?

La figura del garante potrebbe essere richiesta se nei precedenti finanziamenti è sempre stata presente una seconda firma. Se sei in possesso di un reddito stabile e costante che ti permetti di dimostrare ti poter rimborsare il prestito potrà non servire un garante, anche se la valutazione è singola e diversa per ogni istituto. Ricordati sempre di avere a portata di mano i documenti relativi al reddito dimostrabile percepito.

Se hai qualche dubbio clicca qui ed accedi alla sezione “Hai una domanda“. Si aprirà una pagina nella quale troverai tantissimi quesiti posti da utenti che, come te, avevano bisogno di chiarezze e conferme. In fondo troverai un box nel quale inserire il tuo quesito.

                                                                                                                              Preventivo Gratuito!

 

Il 93 % dei nostri clienti è soddisfatto del nostro servizio

Approfitta dell'opportunità, prenota un contatto entro i prossimi 15 minuti ! Già 8 utenti hanno approfittato di questo vantaggio negli ultimi 30 minuti.

Grazie

Sarai contattato in 24h