Prestiti Personali, Cessioni del Quinto, Mutui

ISIcredit: Definizione di Mutuo

La normativa presente nel Codice Civile (art. 1813) definisce il contratto di mutuo come quello in cui << una parte consegna all’altra una determinata quantità di denaro o di altre cose fungibili e l’altra si obbliga a restituire altrettante cose della stessa specie e quantità >>. Le indicazioni suddette appaiono essere fortemente generiche, tali da comprendere una pluralità di operazioni bancarie e non di varia natura, con elementi tecnici anche molto differenti fra loro. Una valutazione della prassi operativa delle banche porta invece a individuare con il termine mutuo uno strumento finanziario di consolidata applicazione e chiaramente definito sia negli aspetti contrattuali delle obbligazioni attribuite ai contraenti sia sotto il profilo economico.
Con esso si fa riferimento a una forma di prestito a medio – lungo termine erogata dalla banca in un’unica soluzione, in corrispondenza della quale il mutuatario è obbligato a corrispondere una successione di versamenti periodici. Le somme periodiche erogate dal mutuatario – definite rate – sono destinate al pagamento degli interessi e al rimborso del capitale prestato dalla banca secondo un piano di ammortamento definito al momento della stipulazione del contratto.
La forma tecnica del mutuo è attualmente utilizzata dalle banche come forma di finanziamento: del settore dell’edilizia abitativa, sia per la ristrutturazione che per l’acquisto di immobili; del settore industriale e commerciale, per la copertura dei fabbisogni finanziari di medio periodo. Nel primo caso, il mutuo rappresenta una forma di prestito prevalentemente destinata al settore privato per operazioni su beni immobili e rientra nell’attività di << credito fondiario >> della banca. La caratteristica principale del credito fondiario è costituita dalla natura ipotecaria del finanziamento concesso. In altri termini, il mutuo erogato a fronte di un acquisto o di una ristrutturazione di un immobile deve essere garantito da un’ipoteca di primo grado costituita sull’immobile stesso. La restituzione della somma prestata dalla banca con il contratto di mutuo e il pagamento degli interessi maturati durante il periodo del prestito può assumere forme differenti. In questo senso, occorre mettere in luce le relazioni esistenti fra le principali variabili che definiscono nel loro insieme la struttura tecnica del mutuo. Esse sono riferite ai seguenti elementi:

1. Importo della somma corrisposta dalla banca al cliente;
2. Tasso al quale vengono calcolati gli interessi dovuti;
3. Durata del prestito;
4. Tipologia del piano di rimborso adottata.

Con riferimento alla tipologia del piano di rimborso adottata, è necessario osservare che il versamento effettuato dal mutuatario ad ogni scadenza periodica stabilita dal contratto risulta essere una rata posticipata (R) composta sa una quota capitale (C) e da una quota interessi (I).

R = C + I

Esistono vari tipi di ammortamento di un mutuo. Ammortamento all’italiana e ammortamento alla francese. Per maggiori informazioni visita: Piani d’Ammortamento

Il 93 % dei nostri clienti è soddisfatto del nostro servizio

Approfitta dell'opportunità, prenota un contatto entro i prossimi 15 minuti ! Già 8 utenti hanno approfittato di questo vantaggio negli ultimi 30 minuti.

Grazie

Sarai contattato in 24h