Prestiti Personali, Cessioni del Quinto, Mutui

ISIcredit: Altre Banche Dati Creditizie

CR (Centrale dei Rischi)
La CR o Centrale dei Rischi è un organismo costituito presso la Banca d’Italia il 1 aprile 1964 dal Comitato interministeriale per il credito e il risparmio. Ha come scopo principale quello di fornire ai partecipanti un’informazione globale dei crediti concessi dall’intero sistema creditizio a una determinata impresa, persona o ente.

Le istituzioni creditizie possono così conoscere in ogni istante qual è l’esposizione globale e quindi cautelarsi contro i rischi derivanti dalla concessione di fidi multipli ad un unico soggetto da parte di più aziende di credito.

La CR censisce le posizione superiori a euro 25.000. I crediti in sofferenza, sono però comunicati qualunque sia il loro importo. Sofferenza in caso di piccolo finanziamento intesa non come ritardo dei pagamenti, ma come mancato pagamento, in particolar modo i protesti. La comunicazione dei dati alla CR da parte delle banche è obbligatoria. L’aggiornamento della stessa avviene ogni 2 mesi.

CRIF
La CRIF è un circuito di informazioni delle esposizioni finanziarie gestito da una società privata. Esso non avendo carattere di obbligatorietà, contiene solo dati volontariamente comunicati dagli enti eroganti finanziamenti. Per l’utilità delle informazioni fruibili è comunque in genere molto aggiornata e completa. Essa contiene non solo le sofferenze intese come mancati pagamenti, ma anche la puntualità degli stessi.

Se una persona paga le sue rate mai alle scadenze dovute, e sempre irregolarmente, queste informazioni visibili dalla CRIF, lo mostrano come un cattivo pagatore. E certamente non sarà ben visto agli occhi di una banca che deve prestargli svariate decine di migliaia di Euro. Mentre nella CR la posizione del pagatore è inserita solo a protesto avvenuto, in CRIF tali dati sono visibili sin dall’inizio della sofferenza.

Essa inoltre contiene dati concernenti la delibera o l’erogazione di un mutuo ma anche la sua sola richiesta. Così come le informazioni circa la situazione finanziaria del rimborso di un prestito di ammontare totale anche solo di 100 euro (Es. per l’acquisto di un telefonino a rate). E la cattiva conduzione del rimborso di un irrisorio prestito, può pregiudicare anche la richiesta di un mutuo di consistente cifra.

Il 93 % dei nostri clienti è soddisfatto del nostro servizio

Approfitta dell'opportunità, prenota un contatto entro i prossimi 15 minuti ! Già 8 utenti hanno approfittato di questo vantaggio negli ultimi 30 minuti.

Grazie

Sarai contattato in 24h