Ottengo il Mio Prestito!

Come leggere Visura Crif Stati Codice Eurisc 2020 Leggi Ora

Come leggere visura Crif, ecco come leggere gli stati Eurisc (il SIC di Crif).

Ogni finanziamento, presente nella visura inoltrata da CRIF, riporta vari dati. Una corretta analisi vi consentirà di capire lo scooring o meglio il punteggio relativo al vostro merito creditizio.

eurisc

Spesso questa ricerca è conseguente a un riscontro negativo successivo a una domanda di finanziamento non andata a buon fine. Se fossi interessato a una consulenza gratuita e senza impegno o se interessato a un finanziamento (anche in presenza di segnalazioni Crif negative) puoi contattarci tramite il modulo di richiesta informazioni presente sul nostro sito (contattaci ora).

Se invece fossi interessato a un supporto per la lettura e corretta interpretazione del tuo stato Eurisc, scrivici adesso un commento. Ti risponderemo tempestivamente.

Vediamo subito quali sono i dati in elenco su Eurisc.

Come leggere visura Crif. Eurisc cos’è?

Eurisc è il Sistema di Informazioni Creditizie (SIC) di proprietà di Crif. È il contenitore di informazioni che riguardano il consumatore relative a richieste di finanziamento, prestito o mutui, accordati e non.

Oltre a tener traccia di tutte le richieste effettuato e del loro esito, Eurisc di Crif traccia la regolarità dei pagamenti, eventuali ritardi o rate insolute ovvero non pagate.

Questo strumento, necessario a Banche e Finanziarie, consente una corretta valutazione del merito creditizio di un cliente, appurando la sua affidabilità in termini di buon pagatore.

Come leggere Crif

Vediamo adesso un esempio visura Crif così da poterti aiutare nella corretta interpretazione del contenuto presente sul documento ricevuto. Andiamo in ordine per punti.

Richiedente o Coobligato

Viene specificato se per questo finanziamento tu risulti come richiedente (colui che ha richiesto il finanziamento) o come coogligato (quindi non il richiedente principale, come per esempio un garante).

Istituto di credito

È la società, banca o finanziaria, che ha segnalato a CRIF i tuoi dati (richiesta, rifiuto, approvazione finanziamento, estinzione finanziamento). In sostanza l’istituto a cui ti sei rivolto (come richiedente o garante) per ottenere l’erogazione di un finanziamento.

Dati aggiornati al

Riporta l’ultima data in cui l’istituto di credito (finanziaria o banca) ha segnalato un aggiornamento sulle informazioni creditizie. Generalmente questi flussi di informazioni avvengono con cadenza mensile. L’istituto comunica a Crif come sta proseguendo il rapporto con il cliente.

Codice rapporto da istituto

È il codice attribuito dall’istituto di credito (finanziaria o banca) al suo finanziamento o mutuo o carta di credito; un dato non essenziale per la lettura di questa visura.

Tipo di credito

Riporta il finanziamento richiesto, quindi se si tratta di un prestito personale, un mutuo, una carta di credito, ecc.

Fase del credito

Indica lo stato di questo rapporto, se:

  • in fase di RICHIESTA,
  • il cliente RINUNCIA a dar corso alla domanda di credito,
  • la banca o finanziaria ha EROGATO la somma concordata,
  • ha DELIBERATO la richiesta ma non ancora liquidata,
  • il finanziamento è stato RESPINTO,
  • è ESTINTO, ovvero chiuso.

Data

  • Data inizio: data di inizio del finanziamento;
  • Data fine: data prevista per l’estinzione del debito, ovvero quella riportata sul contratto di finanziamento o mutuo sottoscritta con l’istituto di credito (finanziaria o banca);

Periodicità rimborsi

Indica ogni quanto tempo il finanziamento deve essere rimborsato (es. mensile, semestrale). Corrisponde alla scadenza delle rate previste contratto.

Numero totale delle rate

Indica il numero di rate totali da rimborsare, come da piano di ammortamento sottoscritto in fase di stipula contratto;

Importo e rate

  • Importo Rata mensilizzata: Il valore della rata da rimborsare mensilmente o secondo la periodicità concordata nel contratto con l’istituto di credito (esempio rata 253,00 euro)
  • Importo Rata in scadenza: esprime l’importo della prossima rata da rimborsare, se ciò logicamente non è già avvenuto.
  • Rate residue: sono il numero totale di rate ancora da restituire alla banca o finanziaria;
  • Importo residuo: rappresenta l’ammontare del debito in essere con l’istituto di credito; tale importo potrebbe comprendere sia la quota capitale sia la quota interessi;
  • Rate scadute e non pagate: è il numero totale delle rate che risultano non pagate alla data dell’ultimo aggiornamento. Nei casi di segnalazioni ‘C’ credito ceduto, ‘S’ sofferenza o ‘P’ perdita, il numero di rate insolute non verrà riportato, quindi il dato indicato sarà 0;
  • Importo scaduto e non pagato: corrisponde all’importo totale delle rate non pagate e insolute. Nei casi di segnalazioni ‘C’ credito ceduto, ‘S’ sofferenza o ‘P’ perdita, il numero di rate insolute non verrà riportato, quindi il dato indicato sarà 0;

Dettaglio andamento dei pagamenti

Dettaglio andamento pagamenti è la sezione che consente di visualizzare se e quanti ritardi sono stati segnalati dall’istituto di credito a Eurisc. Questa sezione comprende queste sotto categorie:

  • Ritardi di pagamento: riporta una serie di trattini ‘-‘ o numeri (compresi fra ‘0’ e ‘9’) per un massimo di 24 volte, corrispondenti agli ultimi 24 mesi rispetto la data dell’ultimo aggiornamento dei SIC di Crif.

I trattini ‘-‘ antecedenti la data di inizio finanziamento rappresentano per l’appunto l’inizio di quel finanziamento. I numeri invece indicano mese per mese il numero di ritardi accumulati, se il numero indicato è maggiore di zero, sino a quel periodo fino al numero massimo ‘9’.

Facciamo un esempio: se il 01/04/2019 Mario Rossi ha acceso un finanziamento e fino al 01/01/2020 le rate sono sempre state pagate regolarmente, la sua posizione è così rappresentata:

– – – – – – – – – – – – – – 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

Se invece le rate degli ultimi tre mesi non fossero state rimborsate alla scadenza (quindi 3 ritardi di pagamento) i dati sopra riportarti cambierebbero come sotto rappresentato:

– – – – – – – – – – – – – – 0 0 0 0 0 0 0 1 2 3

  • Altre segnalazioni: vengono riportate eventuali segnalazioni sullo stato del finanziamento.

Queste sono espresse in lettere; nel caso ci sia un trattino ‘-‘ vorrà dire che non ci sono segnalazioni. Le lettere possono essere:

  • A: esprime ‘acconto’, ovvero la o le rate non sono state pagate per intero, ma è stato versato alla finanziaria un solo acconto.
  • C: indica che l’istituto di credito ha ceduto il credito ad una terza società di recupero crediti.
  • D: disguidi di pagamento regolarizzati.
  • F: dato riportato per le imprese, ed indica la richiesta di fallimento.
  • G: quando è stata emessa una sentenza di pignoramento.
  • H: nel caso in cui è stato emesso un decreto ingiuntivo a fronte di rate scadute e non pagate.
  • I: nel caso di finanziamenti in contenzioso o incaglio; si ha in presenza di rate non pagate.
  • P: credito passato a perdita.
  • U: risanamento delle posizioni. Nel caso in cui l’istituto di credito aveva segnalato una sofferenza, comunica l’aggiornamento dati per regolarizzazione debitoria.
  • W: accollo del finanziamento.
  • X: ristrutturazione del credito.
  • Numero massimo di rate con ritardo: esprime il numero massimo di rate non pagate nel corso del finanziamento. Nel caso di ritardi fino a 2 rate, queste informazioni rimarranno segnalate per un massimo di 12 mesi dalla data di avvenuta regolarizzazione degli insoluti. Se invece il numero di rate non pagate è uguale o superiore a 3, dall’avvenuta regolarizzazione, la segnalazione rimarrà presente in banca dati per 24 mesi.
  • Peggior stato segnalato: per comprendere questo stato si veda l’elenco riportato alla voce “altre segnalazioni“.

Mese dal quale i pagamenti sono regolari: indica il mese in cui sono state regolarizzate le posizioni insolute.

Crif peggior stato: altre segnalazioni

Abbiamo creato un elenco con i vari tipi di segnalazione che potrai trovare sulla tua visura Crif. Per chi fosse interessato a maggiori dettagli circa la possibilità di cancellare i dati presenti in Eurisc abbiamo scritto quest’altro articolo Cancellazione Crif in 7 punti (che nel caso ti consiglio di leggere).

Nel caso di segnalazioni non positive, possiamo comunque aiutarti a ottenere un prestito. Per maggiori dettagli contattaci adesso, compila subito il modulo di richiesta informazioni.

  • B: blocco della carta.
  • C: il credito è stato ceduto ad una società di recupero crediti.
  • P: il credito risulta passato a perdita.
  • R: revoca per morosità (nel caso di carte di credito, quando il cliente non è regolare con il rimborso delle rate della carta).
  • S: sofferenza (dopo numerose rate insolute viene attribuito questo stato).
    T: il cliente contesta la correttezza degli importi addebitati.
  • U: risanamento delle posizioni. Nel caso in cui l’istituto di credito aveva segnalato una sofferenza, comunica l’aggiornamento dati per regolarizzazione debitoria.
  • V: rinuncia volontaria del cliente di una carta di credito o alla linea di credito.
  • W: accollo del finanziamento.

Per qualsiasi dubbio o se hai bisogno di supporto scrivici adesso un commento.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

8 commenti su “Come leggere Visura Crif Stati Codice Eurisc 2020 Leggi Ora

    • Giovanni buongiorno,
      lo stato di segnalazione ‘C’ indica che l’istituto di credito ha ceduto il credito ad una terza società di recupero crediti; lo stato di segnalazione ‘P’ evidenzia che il credito è passato a perdita. Resto a disposizione per ulteriori delucidazioni.

    • Dario buongiorno,
      la lettera ‘K’ indica che il credito è stato ceduto in modo in bonis (o non deteriorato). Cioè previo avviso, cambia il titolare del credito, quindi facendo un esempio pratico se lei ha firmato un contratto con banca ‘x’, il credito viene ceduto a banca ‘y’, senza variazioni di contratto. Resto a disposizione per ulteriori informazioni.

    • Nicolò buongiorno,
      per conoscere la sua posizione nel dettaglio, può richiedere una visura Crif online, che le verrà consegnata in 15 giorni lavorativi.
      Resto a disposizione per ulteriori informazioni.