Ottengo il Mio Prestito!

Cosa succede se non Restituisco un Finanziamento?

DOMANDA DI UN NOSTRO CLIENTE
Buongiorno, mi chiamo Vittorio e sono di Pavia. Ho grossi problemi finanziari e nessuno mi sa aiutare, e sinceramente dubito che ci sia una soluzione al mio problema. ho perso il lavoro e mia moglie, con un lavoro part time, porta i pochi soldi che abbiamo a casa. i miei genitori non mi possono aiutare perchè non hanno soldi da parte e sono troppo vecchi per richiedere un prestito.

Io o un finanziamento che avevo usato per comprare il camion che utilizzavo per lavoro e che inoltre è andato distrutto. Credo di essere un caso disperato, anzi ne sono sicuro, perciò ormai non mi resta che chiedervi cosa succede se non restituisco il finanziamento che ho in corso.

RISPOSTA
Buongiorno Vittorio. Mi spiace molto per la sua situazione, ma sono costretto ad essere sincero con lei. Non restituire un finanziamento può comportare il pignoramento dei beni, ed eventualmente della casa, ma dipende chiaramente dall’importo.

Non ha specificato l’importo residuo del finanziamento che deve restituire, ma ad ogni modo mi sentirei di consigliarle una possibile soluzione. Ha detto che i suoi genitori sono troppo vecchi per un finanziamento. Nel caso non lo sapesse, i prestiti personali arrivano fino a 75 anni di età a scadenza del contratto, ma la cessione del quinto arriva fino a 85 anni.

Se i suoi genitori sono pensionati entrambi, forse possono ottenere la cessione del quinto per aiutarla a chiudere il finanziamento in corso, evitando così che il finanziamento non restituito causi problemi peggiori. Se dovesse aver bisogno di ulteriori informazioni la invito ad inviarci ulteriori dettagli circa il finanziamento che non riesce a restituire e circa i suoi genitori. Saluti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

177 commenti su “Cosa succede se non Restituisco un Finanziamento?

  1. buongiorno la finanziaria mi a fatto firmare delle cambiali da pagare in banca neo pagata solamente 1 siccome non sto lavorando e non posso pagare tra l’altro io non posseggo nulla solo una macchina di poco valore e un conto corrente bancario a secco a cosa vado in contro quando passano la pratica a l’avvocato

  2. Buongiorno a tutti o scaricato lapp agosducato sul mio smartphone e per sbaglio o modificato la rata mensile della mia carta di credito prima pagavo 213 euro e adesso mi trovo a pagare tutta la somma in unica rata e gia scaduta da 2 mesi cosa va incontro e quanto tempo avro per pagarla

    • Montadhar buongiorno,
      per questo tipo di informazioni deve chiedere direttamente ad Agos. In linea generale se le rate non vengono pagate, il cliente viene segnalato nelle banche dati per ritardi di pagamento.

      Distinti saluti
      ISICredit

  3. Buongiorno ho un problema mi trovo in germania e ho dei finanziamenti in corso però voglio scendere in Italia perché mi sono lasciato con mia moglie e non ho intenzione di rimanere più in germania se non pago più i finanziamenti cosa mi può succedere

  4. Buonasera, vi scrivo per una consulenza. Ho aperto un finanziamento per cure dentistiche per la mia bambina a maggio 2016. Abbiamo sempre pagato le rate mensili puntualmente, ma ora ho un problema. Non essendo soddisfatta del lavoro del dentista e avendo perso ormai la fiducia in lui, dato che voleva fare un intervendo a mia figlia che poi ho scoperto essere non necessario, vorrei cambiare dentista. Come devo comportarmi per quanto riguarda il finanziamento? Sono obbligata a continuare a pagare le rate nonostante non usufrurirei più dei suoi servizi?
    Grazie in anticipo
    Barbara

    • Barbara buongiorno,
      il prestito l’ha richiesto esternamente alla struttura o ha fatto tutto tramite il dentista? Per essere chiari, la finanziaria ha erogato il finanziamento sul suo conto poi lei ha pagato il dentista o ha versato i soldi direttamente a favore del dottore?

      Distinti saluti
      ISICredit

    • Grazie mille per la risposta. La finanziaria ha versato i soldi direttamente al dentista, abbiamo fatto tutto tramite la struttura medica. Questo dentista si appoggia a questa finanziaria. Io ho chiamato la finanziaria e mi hanno detto che sono obbligata a pagare tutti i bollettini perchè il dottore ha già ricevuto tutti i soldi. Sono disperata. Non mi fido più di loro e l’idea di dover continuare a far curare la mia bimba li mi fa stare male. E anche lei la vive malissimo. Cosa posso fare?

    • Barbara buongiorno,
      le allego un documento rilasciato dall’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) per un caso analogo. In sintesi un’altra persona lamentava le sue stesse problematiche e grazie al ricorso presentato all’ABF, ha ottenuto un accoglimento parziale del ricorso.
      https://www.arbitrobancariofinanziario.it/decisioni/categorie/Credito%2520al%2520consumo/Inadempimento%2520del%2520fornitore/Dec-20150417-3003.PDF

      Le consiglio a questo punto di rivolgersi all’ABF o direttamente o per il tramite di un’associazione consumatori della sua città.

      Ci tenga aggiornati,
      distinti saluti
      ISICredit

    • La ringrazio tanto per la risposta. Ho letto tutto il documento che mi ha inviato, però, nonostante sembri simile, la mia situazione ha una differenza. Il dentista non si rifiuta di continuare le cure mediche a mia figlia, ma vuole fare un intervento che non è necessario. Mi spiego meglio. Praticamente ha tolto i denti da latte (i canini) alla mia bambina anche se non dondolavano per far scendere i canini permanenti. Ma dopo aver appena atteso due mesi vuole intervenire tagliando la gengiva e applicando dei bottoncini per far scendere i denti definitivi senza aspettare il loro percorso di uscita fisiologico. Il motivo, dice lui, è che questi denti da soli non scenderanno mai e quindi necessitano di questo intervento. Ho interpellato altri due dentisti che mi hanno detto che questi dentini scenderanno naturalmente e che di solito ci mettono anche un anno o più a scendere senza fretta. Che l’intervento non è assolutamente necessario e che non capiscono tutta questa fretta del dentista. Non la capisco neanche io……
      Oltretutto ad inizio cura non ci aveva minimanente parlato di questa eventualità dell’intervento.
      Quindi il mio problema è che ora del suo modo di operare non mi fido più, da mamma non riuscirei più a essere tranquilla e dubiterei sempre se sta facendo un buon lavoro o meno. Ed inoltre assolutamente un intervento inutile lo eviterei a mia figlia.
      Come la vede? E’ un pò diversa la questione ma avrei comunque possibilità di evitare di continuare a pagare un finanziamento per un lavoro che vorrei terminare per i motivi sopra descritti?
      Mi scuso per la lunghezza del messaggio e vi ringrazio tantissimo per l’attenzione.
      Barbara

    • Barbara buongiorno,
      comprendo la posizione ed il suo punto di vista. Le consiglio di rivolgersi ugualmente all’arbitro bancario, verificare con loro se anche in questi casi il cliente ha diritto di non dar seguito alla prestazione.
      Ci tenga aggiornati così, se necessario, le forniremo nuovi suggerimenti.

      Distinti saluti
      ISICredit

  5. BSERA A TUTTI
    ANCHE IO HO CHIESTO UN PRESTITO PERSONALE CON AGOS. PUNTUALE COME SEMPRE MA PURTROPPO DA AGOSTO AD OGGI PER UNA SERIE DI MOTIVI NON HO PIU PAGATO. UN CONTINUO CHIAMARE AL CELLULARE CHE POSSO FARE???????????????????????VORREI VEDERE DI CHIUDERE IL PRESTITO SE CHIEDO SALDO E STRALCIO QUALCUNO MI PUO’ DARE NOTIZIE?

    • Pat buonasera,
      per procedere con un offerta a saldo e stralcio, generalmente, la controparte (in questo caso Agos) deve essere convinta che ormai la posizione di finanziamento è irrecuperabile. Credo che nel suo caso i tempi sono forse prematuri.
      Detto questo, tenga conto anche che se la finanziaria dovesse accettare la sua offerta, lei dovrà saldare l’importo nel breve periodo; a tal proposito lei potrebbe disporre di questa somma?

      Distinti saluti
      ISICredit

    • Grz per la risposta immediata per fortuna c’è qualcuno che legge le problematiche delle persone e può dare ottimi consigli… Credo di sì in quanto i miei mi daranno una mano Tenga conto che l’importo è 35 mila ho terrore delle finanziarie vorrei togliermelo davanti Che disastro

    • Pat buonasera,
      hanno già passato la pratica al recupero crediti o per meglio dire ad una società esterna da loro incaricata?

      Distinti saluti
      ISICredit

    • Bgiorno non ancora venerdì tartassata di telefonate mi chiedono almeno metà di una rata e le altre le accodano…..crisi di pianti e oggi richiameranno giuro nn ce la faccio piu a trovare qualche soldino li liquiderei Ho detto alla responsabile che mi ha chiamata che ho terrore delle finanziarie

    • Patt buongiorno,
      le consiglio, in primo luogo, di rasserenarsi. La sua, come per tanti, è una situazione importante da gestire, ma esiste una soluzione. Farsi prendere dall’ansia non serve a nulla. Parta dal presupposto che, in base ai suoi tempi, lei ha intenzione di regolarizzare la cosa, quindi questo deve essere un punto di riferimento.

      La controparte deve accettare la sua momentanea difficoltà e pertanto adeguarsi a questa realtà e ai suoi tempi.

      Distinti saluti
      ISICredit

  6. Buongiorno, Sono una ragazza di 22 anni che un anno fa ha preso una macchina con finanziamento (15.000 con interesse ) all’epoca lavoravo. Ora non lavoro e per poter pagare la rata ho dovuto vendere l’auto e usato quei soldi per poter andare a vivere in Francia per trovare lavoro. Sono da mesi qua in francia (sto sempre continuando a pagare l auto) ma sto trovando varie difficoltà.
    In Italia non ho beni, mia madre aveva firmato come garante per poterrore usufruire del finanziamento.. solo che ora pure mia madre sta per andare a vivere fuori dall’italia (belgio) ..
    Volevo chiedere se io la smetto di pagare cosa può succedere ? Visto che sia io che mia madre ormai viviamo fuori dall”italia..

    Spero in una Sua risposta.
    Sono disperatissima.. la mia intenzione era appena arrivata in francia trovare lavoro e metterne da parte un tot e poi chiudere il finanziamento con un solo colpo.. ma la storia è andata male

    Spero in un suo riscontro.
    Buona giornata

    • Sonia buongiorno,
      innanzitutto spero che sia lei che sua mamma troviate un’idonea sistemazione professionale. Detto ciò, se non avete beni, redditi (come pensione o altro) Italiani, la finanziaria non può fare nulla. Di certo il debito rimarrà attivo, quindi se fra enne anni intenderete rientrare in Italia, questa società vanterà nei vostri confronti un credito, maggiorato di spese ed interessi.

      A disposizione per ulteriori chiarimenti.
      Distinti saluti
      ISICredit

  7. Buongiorno, mi è arrivato un decreto ingiuntivo x 7000 euro da una finanziaria, io inizio domani a lavorare con i voucher, vivo in affitto e ho una macchina e un vecchio autocarro che serve per lavorare a mio marito, cosa mi possono fare? Posso proporre all’avvocato che mi ha fatto il decreto di fare piccole rate?
    Cosa possono pignorarmi??

    • Carla buongiorno,
      al momento nulla, non avendo nulla da pignorare. Di certo contattare l’avvocato è la migliore soluzione. Lei potrebbe procedere con due soluzioni:
      – rateizzare il debito con un piano di rientro
      – offrire una chiusura a saldo e stralcio, quindi versare in un unica soluzione una determinata somma, inferiore al debito notificatole. Ovvio che questa soluzione prevederebbe da parte sua una somma di denaro non inferiore ai 3/4000 euro.

      Ci tenga aggiornati.
      Distinti saluti
      ISICredit

  8. Buonasera, mi trovo in una situazione drastica, vorrei avere delle info. Sono orfano dei genitori, ho 22 anni e percepisco un sussidio mensile poiché sono iscritto all’università. Ho sottoscritto dei finanziamenti, con agos con compass, di 4700 carta di credito e poi uno sulle 10000 con compass perché avevo delle urgenze a casa, serviva la macchina ed essendo che sono solo e dovendo sistemare molte cose purtroppo ho fatto queste finanziare. Ho sempre pagato tutto con rid ma ultimamente su 700€ di sussidio avevo 600€ di rate ed ho purtroppo per varie situazioni iniziato a saltare le rate, pagandole appena potevo. Si sono ovviamente accumulate un po’. E oltre i recuperi che tartassano continuamente( fanno il loro lavoro però..) io mi sento a disagio. Le cifre sono un po alte, per il mio reddito che tra l altro è a tempo determinato. Adesso io sono proprietario di una macchina. Ho paura che mi venga pignorata. Io ho chiesto alle fin se potevo scendere la rata e cose così ma mi hanno detto che non si poteva. Però mi hanno concesso molti finanziamenti prima. Quando ho chiesto un unica rata per tutto mi hanno detto che non ho i requisiti. Io cerco di pagare il più possibile appena prendo il denaro. Ma la vita è cara ed ho tutti le cose indietro. Cosa posso fare? Cosa mi possono fare? Così non è più vita. Non riesco più a studiare, non c’è lavoro. Insomma. Grazie in anticipo

    • Lorenzo buongiorno,
      non credo le pignoreranno l’auto. L’unica cosa da fare è rimborsare, secondo le sue possibilità, gli impegni in essere. Saranno necessari enne mesi, ma porti pazienza. Altre soluzioni non ce ne sono.

      Distinti saluti
      ISICredit

  9. salve,
    ho una mastercard ducato dove ho sempre saldato in un unica soluzione,la carta arriva a 1500 euro..di solito pagavo anche 1500 euro al mese se li prendevo tutti.ultimamente non ho lavorato e non sono più riuscito a restituire questi soldi.ho provato a chiedere delle rate,ma non me le vogliono fare perchè dicono che secondo il mio contratto devo saldare tutto in una volta..oggi mi ha chiamato una signora molto arrogante del recupero crediti dicendomi che devo saldare altrimenti mi pignorano la mia attività.lo possono fare? cosa posso fare?

  10. buongiorno ,nel 2012 ho fatto un prestito in italia di 5000 ad agos ducato,ho pagato un paio di rate ed ho provato a parlare anke con loro di prolungare le rate ma niente ,visto ke ero rimasta senza lavoro non sono piu riuscita a pagare le rate…agos ha passato il credito ad una di recupero crediti ….il prestito e sato fatto con la carta di identita italiana…adesso sono ritornata da un anno in romania e non so piu niente solo ke ultimamente mi stavanno ancora arivando lettere al posto di residenza ed e venuta qualche persona a cercarmi…che possono farmi qua in romania??non ho beni…sto in affitto ma senza contrattto e la residenza risulta a casa dei miei genitori…a loro li possono toccare in qualche modo??…non ho beni pero una mia zia mi vuole donare la casa dopo la sua morte,me la possono prendere??grazie

  11. Avevo un debito con Agos che è stato ceduto a Hoist nel 2014
    Io non ho mai ricevuto comunicazione di questa cessione e non ho più pagato in quanto non mi sono più arrivati i bollettini
    Ora un recupero crediti mi ha contattata dopo 2 anni per farmi fare delle cambiali per rientrare del debito
    Possibile che nessuno mi abbia contattato prima e soprattutto è vero che porteranno i tribunale la pratica per un decreto ingiuntivo? La cifra e’ di € 6000

    • Buongiorno Sonia.
      Se non dovesse pagare potrebbero agire per vie legali, però le cambiali sono pericolose perché si arriva al protesto per un mancato pagamento. Le consiglio di concordare un differente metodo di pagamento.
      Saluti.

  12. Salve .
    Volevo un informazione o chiarimento.
    Premesso che sono sposato da 1 anno e siamo in divisione dei beni
    Mia moglie 9 anni fa fece un prestito finalizzato in un centro commerciale dell’importo dell’ importo di 3.000,00 il quale non pagò alcune rate.
    alcuni giorni fa’ arrivo’ una lettera di un ufficio recupero crediti che richiede la somma ancora da pagare.
    Cosa succede se non dovessimo pagare essendo che io lavoro saltuariamente?
    Cosa potrebbero pignorami essendo che siamo in divisione dei beni e il tutto è intestato a me!!!
    P.S. non possediamo casa di proprietà

    • Buongiorno Paolo.
      Se Sua moglie attualmente non lavora potrebbero pignorare solamente ciò che è presente presso la vostra abitazione (non beni di prima necessità), in quanto si presuppone che appartengano anche a Sua moglie in quanto residente.
      Saluti.

    • grazie per la risposta.
      lei non lavora essendo che abbiamo bambini piccoli,l’unica che lavoro e con reddito sono io.
      Cosa potrebbero pignorare(scusi la domanda)? l’unica cosa che possediamo sono 2 auto il quale sono intestate a me (1 regalo ) ,
      Diciamo che lei non possiede nulla , l’unico ad avere qualcosa sono io!!!

    • Come Le dicevo ciò che è in casa. La tv ad esempio non è un bene di prima necessità come il letto ad esempio. Oppure anche gioielli o altro.
      Saluti,.

    • Buongiorno mi scuso x il disturbo. Vorrei delle informazioni su : la mia amica ha richiesto un prestito x me (non da garante) tutto a nome suo. Fin che ho potuto con il lavoro occasionale gli ho versato la rata del prestito…ora sono disoccupata e purtroppo non son riuscita a versagli le rate. Adesso minaccia di rivolgersi ad un avvocato anche dopo avegli detto che appena potevo glieli avrei dati cosa posso fare? Rischio ripercussioni? Grazie buongiorno

    • Buongiorno Debora.
      La Sua amica rischia ripercussioni da parte della finanziaria, in quanto è lei di fatto intestataria del finanziamento. Poi lei dovrebbe farLe causa, ma non so dirLe a cosa possa portare.
      Saluti.

    • Se non ricordo male lo ha fatto con cessione del quinto su busta pagaIn pratica quando lo ha chiesto il mio nome non compare in nessun dicumento.Tranne la mia parola di pagare a lei la rata ogni mese..ma con la consapevolezza dua che se non riuscivo a lavorare qualche mese non avrei potuto pagarla.comunque grazie x la sua risposta. Dustinti saluti.

    • Buongiorno Debora.
      Come Le dicevo la responsabilità del pagamento per la finanziaria è a carico della Sua amica. Alla finanziaria e dal punto di vista legale gli accordi che possiate aver preso privatamente non hanno valore. Poi la Sua amica dovrebbe farLe causa dimostrando che i soldi li abbia dati a Lei, ma un avvocato potrebbe dirLe meglio se tale azione legale possa portare a qualcosa.
      Saluti.

  13. Buongiorno, un mio amico si è messo in una brutta situazione, ha richiesto un prestito di 12000€ circa 3 anni fa presentando come garanzia la sua busta paga, in realtà questo prestito non è per lui ma per una persona che non poteva richiederlo che per il favore gli ha dato un paio di migliaia di €. Il problema è che dopo un annetto questa persona non passa più un euro al mio amico che si ritrova a pagare questo finanziamento per non risultare un cattivo pagatore. Insomma la storia va avanti da 3 anni e questo mio amico si è stufato di pagare, anche perchè al momento non ha più un lavoro, ha tentato diversi sollecitamenti all’usufruttuario del prestito ma nulla..legalmente crede di non potergli fare nulla. Quindi quello che vi chiedo è, se dovesse terminare i pagamenti alla finanziaria, cosa può accadergli? su cosa possono avvalersi? da premettere che non ha più un lavoro, vive in casa dei genitori che sono in affitto, e solo la sorella possiede un auto ma di scarso valore economico. E soprattutto a livello legale, è possibile denunciare l’accaduto a qualche ente? Grazie

  14. Buongiorno volevo una semplice informazione io e la mia ragazza abbiamo una carta si abbiamo utilizzato il fido a disposizione ne abbiamo prelevato 900 e giorno 15 giorno di scadenza ne possiamo mettere 700 come funziona con i 200 restanti? Ci saranno interessi? Quanto tempo abbiamo per restituirli? Grazie

    • Buongiorno Andrea.
      Generalmente le carte di credito prevedono il rimborso a rate secondo le modalità previste dal contratto. Dovrebbe quindi leggere il contratto per capire come rimborsare la somma restante.
      Saluti.

  15. VOLEVO CHIEDERE SE LA BANCA NON PAGA ALLA FINANZIARIA LA RATA DEL PRESTITO, CHI E’ MOROSO NEI CONFRONTI DELLA FINANZIARIA. CHIEDO QUESTO PERCHE’ LA FINANZIARIA HA CHIESTO A ME LA RATA SCADUTA PIU’ GLI INTERESSI. ( RATA 303 EURO + INTERESI 65,70 EURO ) TOT. 369,70 . pENSO ANCHE CHE GLI INTERESSI SIANO TROPPI. GRAZIE, ATTENDO RISPOSTA

    • Buonasera Antonio.
      Se la banca ha trattenuto la rata ma non l’ha versata spetta a loro pagare, in caso contrario spetta a Lei essendo Suo il finanziamento. Per quanto riguarda gli interessi di mora dovrà chiedere eventualmente il rimborso alla banca se è stata colpa loro.
      Saluti.

  16. Buongiorno,
    Ho una domanda da porre.
    Il mio ragazzo ha un finanziamento con compass che scadrá nel 2018 , con rata mensile di 360 euro.
    Ultimamente gli hanno ridotto le ore lavorative per cui si trova in difficoltà col pagamento di una rata così alta rispetto al suo nuovo stipendio.
    Potrebbe chiedere l’allungamento del finanziamento di un anno e la riduzione della rata mensile?
    Grazie in anticipo

    • Buongiorno Alessia.
      Non può richiederlo come diritto, se questa è la domanda. Può, però, chiedere alla finanziaria di venirgli incontro, ma si tratta di un accordo tra la finanziaria e il Suo ragazzo.
      Saluti.

  17. Salve vorrei aver un consiglio, mio fatelo a 3 finanziamenti con la fildomestic uno di 20 mila, i di 6 mila e uno di 4000 mila li abbiamo sempre pagati ,pero da 2 anni abbiamo fatto fatica a pagare abbino avuto un accordo di pagare 300 al mese poi con l assicurazione prroveduto a pagare x 6 mesi ma da marzo 2015 non riusciamo più a pagare, mio fratello non a più un lavoro d 2012 causa salute, e non e riuscito più a trovar un altro lavoro. La Banca ci a mandato una lettera dove vuole pagato tutti i 33 mila euro insieme ,o un rientro di 20 mila ma non non ne abbiamo mio padre e pensionato ,mia madre non lavora ,io non lavoro cosa possono farci. Premetto che noi siamo in casa di affitto e il contratto e intestato a mio fratelli ,CI POSSONO TOGLIERE TUTTI I MOBILI,e abbiamo solo una macchina cosa ci possono togliere o non farCI nulla vi Prego sono terrorizzata AIUTATEMI

    • si solo a mio fratello intestati. il contratto di aiuto e i testato a mio fratello,che con que soldi a comprato i mobili del salotto e della camera da letto dei miei

    • Buongiorno Caterina.
      Se Suo fratello vive nella stessa casa è possibile che, se la finanziaria agisse per vie legali, si arrivi al pignoramento dei mobili e dei beni di proprietà. Se Suo fratello non vivesse lì e per l’acquisto dei mobili avesse chiesto un prestito personale e non un finalizzato, forse si potrebbero salvare.
      Saluti.

    • Pero quello che abbiamo in casa compresa la macchina vale mala pena 2 o 3 mila euro,so anche che non possono essere pignorabili beni utili x la sopravvivenza, cioè cucina frigo tavolo sedi letti e armadi dove ci sono vestiti

    • grazie x la vostra disponibilità,ma la mia domanda era ,essendo di pochissimo valore i mobile e auto non li prendono giusto?? a loro non conviene

    • Buongiorno Caterina.
      Quando procedono con il pignoramento, un ufficiale giudiziario si reca in casa del soggetto e valuta la presenza di beni pignorabili. Tutto può essere pignorato, non necessariamente il bene deve valere tanto. Dopo un certo numero di aste a vuoto il bene può essere tolto dal pignoramento.
      Saluti.

  18. Nel 2013 ho fatto un finanziamento co la compass ho preso un cellulare con la 3 da 2 mesi risiedo in Germania x tanto il numero che avevo è inutilizzabile però il telefono lo uso con un numero estero la domanda è….se non pago il finanziamento fatto in italia cosa succederebbe avendo la residenza in Germania? Grazie

    • Buongiorno Anna.
      Che la società in questione dovrebbe cercarla ed eventualmente avviare delle procedure di recupero internazionale. Sono cose possibili, ma difficili per piccoli importi e debiti con società private.
      Saluti.

  19. Salve e gentilissimi per il servizio offerto,avrei una domanda da farvi,nel 2005 feci un finanziamento per una moto (4anni pagati regolarmente)poi cera la maxi rata finale di € 8000 da saldare o rifinanziare, questa non lo pagato piu perche cera una polizza furto e incedio di 1800€ inclusa nel prezzo che io disdii subito iniziato il finanziamento in comune accordo, e quindi volevo essere detratti questi 1800€ dalla maxi rata di 8000€,cosa che prima avrebbero fatto e poi al momento di riscattare la maxi rata si sono tirati indietro…la mia domansa è la maxi rata non rifinanziata e non pagata,sono diventato cattivo pagatore? E se è cosi ora che sono passati 6anni dal lontano 2009 sono nei cattivi pagatori della “ctc”?

    • Buonasera Luciano.
      La cosa migliore da fare è accedere alle banche dati creditizie per verificare. Se i dati vengono regolarmente aggiornati dalla finanziaria si rimane segnalati. Se la finanziaria per qualche motivo smette di aggiornare dopo un po’ si viene cancellati.
      Saluti.

  20. Salve, vorrei farvi una domanda soltanto per informazione, visto che per fortuna attualmente di questi problemi non ne ho, se io ho cancellato da CRIF tutti i miei prestiti in essere pagati e che pago ancora regolarmente negando la privacy (ho controllato e non risultano più), se un giorno dovessi perdere il lavoro e quindi ritardare qualche rata o non pagare per svariati mesi, risulterei lo stesso cattivo pagatore? Grazie anticipatamente

    • Buongiorno Marco.
      Negando il consenso non fa altro che vietare che le informazioni positive come la regolarità nei pagamenti siano visibili. Le segnalazioni negative, infatti, non sono oscurabili. Per legge le finanziarie segnalano i ritardi nei pagamenti e non c’è modo di oscurarli, per cui negare il consenso in realtà risulta essere più uno svantaggio che un vantaggio.
      Saluti.

  21. Buongiorno. Nel 2009 il mio compagno (non eravamo sposati) ha richiesto un piccolo prestito di 2500 € circa (non ricordo la cifra esatta ed io non avevo firmato come garante) presso la banca (San Paolo)in cui avevo il conto corrente. Per facilitare la pratica di restituzione avevo delegato lui sul mio conto corrente di modo che non ne venisse aperto un secondo. L’anno successivo se n’è andato di casa senza passare neanche il mantenimento per la bambina ed io percependo 550 € al mese non sono più riuscita a far fronte alle rate sebbene fossero piccole. Quel conto io non l’ho mai più utilizzato perché un impiegato mi aveva detto che non avendo più versato i soldi per la restituzione delle rate avrebbero potuto obbligarmi a versare i soldi del mio stipendio, così me ne sono andata in un’altra banca perché quei 550 erano l’unico mezzo di sostentamento per me e mia figlia. Essendo il prestito appoggiato sul conto corrente però non ho potuto chiuderlo. Sono trascorsi 6 anni e la banca non mi ha mai inviato nulla, ma a causa di una richiesta di una carta Visa, ho saputo dalla mia attuale banca che risulto morosa. Se il prestito non era intestato a me e non ero neppure garante, come mai mi hanno segnalata? E’ vero che non potevo chiudere il conto?
    Grazie infinite per la risposta.
    Cordiali saluti

    • Buongiorno Nicole.
      L’hanno segnalata perché il conto è andato in rosso, non per i ritardi nel prestito. Avrebbe dovuto e potuto revocare il rid non essendo un Suo prestito o chiedere di togliere il Suo nome dal conto. Detto questo il debito non è assolutamente Suo e non possono farLe nulla.
      Saluti.

Il 93% dei clienti è soddisfatto per i TASSI IMBATTIBILI
OTTENGO IL MIO FINANZIAMENTO.

Non Lasciarti Sfuggire Quest'Occasione:

  • Il preventivo è GRATUITO e senza impegno
  • La compilazione della richiesta non comporta la segnalazione in banca dati Crif
Il 93% dei clienti è soddisfatto per i TASSI IMBATTIBILI
OTTENGO IL MIO FINANZIAMENTO.

Non Lasciarti Sfuggire Quest'Occasione:

  • Il preventivo è GRATUITO e senza impegno
  • La compilazione della richiesta non comporta la segnalazione in banca dati Crif