Ottengo il Mio Prestito!

Poste Italiane S.p.A.: Convenzione per Delegazione di Pagamento!

Convenzione Poste Italiane S.p.A.Sei un dipendente di Poste Italiane S.p.A., hai già la cessione del quinto dello stipendio e non puoi rinnovarla? Ora puoi usufruire della speciale convenzione per dipendenti di Poste Italiane S.p.A. che permette di accedere al prestito tramite delegazione di pagamento, prodotto simile alla cessione del quinto dello stipendio.

Per scoprire tutti i vantaggi dedicati a questa possibilità, compila il Form presente sul nostro sito o blog ed entro le successive 24 ore sarai contattato da un nostro consulente che ti fornirà gratuitamente una consulenza dedicata. La delegazione di pagamento, a differenza della cessione del quinto dello stipendio, non è un diritto riconosciuto del dipendente, e per questo grandi aziende, come Poste Italiane S.p.A., stipulano delle convenzioni con pochi istituti di credito per concederla.

Non è possibile, quindi, ottenere la delegazione di pagamento rivolgendosi ad un qualunque istituto di credito come accade per la cessione del quinto dello stipendio, ma occorre rivolgersi a quegli istituti di credito che hanno a disposizione la convenzione per la delegazione di pagamento con Poste Italiane S.p.A.

La convenzione con Poste Italiane S.p.A., permette inoltre di accedere anche alla cessione del quinto dello stipendio, oltre che alla delegazione di pagamento, ma ad un tasso di interesse maggiormente competitivo rispetto agli altri istituti di credito fuori convenzione. E’ possibile richiedere la cessione del quinto dello stipendio e la delegazione di pagamento anche contemporaneamente per ottenere la maggiore liquidità possibile, e non importa se si risulta segnalati come cattivi pagatori ai fini della richiesta di cessione del quinto dello stipendio e di delegazione di pagamento. La cessione del quinto dello stipendio e la delegazione di pagamento sono rimborsabili con durate fino a 120 mesi.

Clicca qui per un preventivo gratuito di cessione del quinto dello stipendio e/o delegazione di pagamento sfruttando la convenzione con Poste Italiane S.p.A.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4 commenti su “Poste Italiane S.p.A.: Convenzione per Delegazione di Pagamento!

  1. Salve a tutti.
    mi chiamo daria e scrivo da roma. lavoro nelle poste da 3 anni e vorrei chiedere la cessione del quinto. si può ancora fare? nessuno dei miei colleghi ce l’ha e me l’hanno sconsigliata ma non ho capito perchè.

    • Buonasera Daria.
      La cessione del quinto è un prodotto validissimo per cui non c’è motivo per sconsigliarla. Inoltre è possibile ottenere una buona liquidità tramite cessione del quinto.
      Se desidera informazioni la prego di ricontattarci.
      Saluti.

  2. Buongiorno Marco.
    Il rifiuto del prestito personale causerà altri rifiuti qualora dovesse fare altre richieste di prestito personale. Se la cessione del quinto non è rinnovabile, però, grazie alla convenzione con Poste Italiane S.p.A., può richiedere la delegazione di pagamento.
    Se desidera una consulenza gratuita la invito a compilare il form in alto a destra o a cliccare sul pulsante azzurro (richiedi preventivo).
    Saluti.

  3. Buona sera sono un dipendente poste italiane SPA residente a Novara. Ho già la cessione del quinto in corso oltre ad un prestito personale con agos ducato di 20.000,00 residui. Ho chiesto un prestito personale e me lo hanno respinto, poi mi hanno detto che non posso neanche rinnovare la cessione del quinto fino a giugno 2012. Volevo sapere cosa fare per ottenere un prestito personale?
    Marco

Il 93% dei clienti è soddisfatto per i TASSI IMBATTIBILI
OTTENGO IL MIO FINANZIAMENTO.

Non Lasciarti Sfuggire Quest'Occasione:

  • Il preventivo è GRATUITO e senza impegno
  • La compilazione della richiesta non comporta la segnalazione in banca dati Crif
Il 93% dei clienti è soddisfatto per i TASSI IMBATTIBILI
OTTENGO IL MIO FINANZIAMENTO.

Non Lasciarti Sfuggire Quest'Occasione:

  • Il preventivo è GRATUITO e senza impegno
  • La compilazione della richiesta non comporta la segnalazione in banca dati Crif