Ottengo il Mio Prestito!

Lo sapevate che: nella Cessione del Quinto è compresa una Polizza Vita?

[vc_row][vc_column width="1/6"][/vc_column][vc_column width="2/3"][vc_video link="https://youtu.be/mtY6eGDNE8A" align="center"][/vc_column][vc_column width="1/6"][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]

Come descritto nella legge 180 del 1950, quando si stipula una cessione del quinto, è obbligatorio stipulare una polizza vita legata al contratto della cessione del quinto che si sta contraendo. Quella della polizza vita è una misura decisa a scopo cautelativo sia nei confronti dell’istituto di credito che concede la cessione del quinto, sia del richiedente e dei suoi familiari.

La polizza vita, infatti, copre il rischio di premorienza del richiedente della cessione del quinto, e quindi la polizza vita, copre per intero il debito residuo della cessione del quinto, in caso di premorienza dell’intestatario. Se non ci fosse la polizza vita, il debito residuo della cessione del quinto graverebbe per intero sui familiari del contraente, che dovrebbero, quindi, sobbarcarsi i pagamenti della cessione del quinto.

Grazie alla polizza vita, invece, che ribadiamo essere presente in tutti i contratti di cessione del quinto, questa situazione non può verificarsi, in quanto è l’assicurazione con la quale viene stipulata la polizza vita a procedere con l’estinzione totale del debito. La cosa importante da sapere, è che è sempre meglio muoversi in prima persona in caso di premorienza del richiedente inviando, per permettere alla polizza vita di intervenire, il certificato di morte all’istituto di credito, che provvederà ad attivare le procedure per l’estinzione da parte dell’assicurazione.

ISIcredit

]]>

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.