Cosa succede se l’amministrazione non firma l’atto di benestare

Cosa succede se

Può succedere che un’azienda si rifiuti di firmare l’atto di benestare necessario ai fini dell’immediata liquidazione della cessione del quinto oppure che rilasci un atto di benestare sostitutivo.

Nel primo caso la liquidazione della cessione del quinto procede regolarmente utilizzando l’atto di benestare fornito dall’azienda, mentre nel secondo caso è possibile comunque procedere con la pratica, ma con un allungamento dei tempi di attesa.

Le finanziarie, infatti, non liquidano la pratica di cessione del quinto se l’amministrazione non firma l’atto di benestare, in quanto non hanno modo di verificare che i dati inseriti nel contratto siano corretti, e che non ci siano impedimenti alla liquidazione della pratica di cessione del quinto.

Per questo motivo, in questi casi, le finanziarie attendono la prima busta paga utile sulla quale venga fatta la trattenuta della cessione del quinto. Fornendo alle finanziarie la busta paga con la trattenuta, implicitamente si trasmette alle finanziarie il benestare da parte dell’azienda.

Ma perché un’azienda dovrebbe rifiutarsi di firmare l’atto di benestare?

Alcune aziende hanno adottato come politica aziendale di non compilare il certificato di stipendio e di non firmare l’atto di benestare per la liquidazione della cessione del quinto. Generalmente si tratta di aziende con molti dipendenti, alle quali risulta difficile compilare centinaia di certificati di stipendio e firmare altrettanti atti di benestare.

In questi casi, quindi, occorre solo avere pazienza e ricordarsi di fornire la prima busta paga con la trattenuta della cessione del quinto in sostituzione all’atto di benestare.

ISIcredit

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

73 commenti su “Cosa succede se l’amministrazione non firma l’atto di benestare

  1. Buongiorno sono dipende da circa 23anni..quest’estate ho chiesto il rinnovo della delega,l’azienda mi ha compilato il certificato di stipendio e la finanziaria mi ha dato un acconto,adesso l’azienda nn vuole darmi il benestare x il saldo e nn so come procedere…posso intervenire a livello legale…so bene che l’azienda nn è obbligata a firmare ma come posso intervenire anche con la finanziaria grazie attendo risposta

  2. Sono un militare dell’aeronautica …ho fatto la richiesta di cessione del quinto che la finanziaria ha accettato….adesso però il mio servizio amministrativo ha rifiutato la mia domanda non rilasciando l’atto di benestare dicendo che il motivo è che non sono in servizio permanente da almeno 4 anni. È veramente così? Io sono in servizio dal 2011 ma in Servizio permanente da gennaio 2019

  3. Buon giorno. Circa un mese fa ho chiesto ad una finanziaria la cessione del 5 .tale somma avrebbe coperto due precedenti pagamenti ,quindi una cessione del quinto ed una delega di pagamento . A livello di documentazione sono apposto ma manca il benestare da parte dell’azienda . Quest’ultima chiede alla.finanziaria la certificazione dell avvenuto saldo debiti precedenti prima di concedere documentazione e si rifiuta così di firmare il benestare. La mia domanda è questa posso procedere per via legale per ostruzionismo?

  4. ho chiesto il rinnovo della cessione del quinto presso la findomestic. sono una pensionata . mi avevano assicurato 10 giorni di attesa ad oggi ancora non ho visto nulla. vorrei a questo punto rinunciare ma non so come fare.la richiesta l’ho fatta il 22 novembre sono passati piu’ di 30 giorni grazie in attesa di un vostro consiglio

  5. Ho firmato un contratto di finanziamento del quinto, in sostituzione di un altro più esoso (anche allo scopo di avere un po’ di liquidità). L’amministrazione presso cui lavoro ha firmato il “benestare”, però, ad un certo punto mi sono accorta che c’è qualcosa che non va: la liquidità (la differenza fra il prestito pattuito e quello che la finanziaria deve alla vecchia) non arriva e la persona con cui trattavo non risponde più alle mie telefonate e alle mie e-mail. Cosa può essere accaduto?
    Cordiali saluti
    Tina Cavalieri

    • Tina buongiorno,
      molto strano.
      – La sua azienda quando ha restituito il benestare?
      – La polizza assicurativa è stata emessa?
      – Il precedente prestito in busta paga è stato estinto?

      Dovrebbe fornirmi qualche informazioni in più.

      A presto
      ISICredit

    • Buonasera, allora
      – l’azienda ha dato il benestare un po’ tardi, solo qualche giorno fa;
      – la polizza assicurativa è pagata dalla stessa finanziaria (dunque inserita nello stesso finanziamento);
      – questo quinto è stato richiesto da me per liquidare l’altra finanziaria (e avere quasi 6.000 euro di liquidità, per poter pagare un altro debito, cosa che quest’ultima finanziaria sapeva benissimo.
      Cordiali saluti

    • Tina buongiorno,
      non trovo logico che l’agente a cui si è rivolta non le risponde più considerato il fatto che la pratica è ormai è perfezionata. Ora, se continua a non considerarla le consiglio di chiedere alla precedente finanziaria lettere liberatoria per il prestito (teoricamente) estinto da parte della nuova finanziaria.

      Se così non fosse, bisogna capire come mai il nuovo istituto non procede. Potrebbe essere che è in attesa, da parte dell’assicurazione, dell’emissione della polizza.

      Comunque, per gradi, chiami l’agente. Se non dovesse rispondere, senta la precedente finanziaria per appurare se il prestito in essere è stato estinto. Poi ci aggiorni.

      A presto
      ISICredit

  6. Buonasera, sono una docente a tempo indeterminato e ho chiesto la cessione del quinto ma la dirigente si rifiuta di firmare Allegato B cosa posso fare? Grazie.

  7. Salve mi e stato notificato un pignoramento stipendio apena dopo che la ditta a dato il certificato di stipendio alla finanziaria per il rinnovo cessione del quinto cosa succede ora

    • Buongiorno Stefano, stando così le cose la pratica potrebbe essere valutata nuovamente, ciò significa che il preventivo potrà subire modifiche che ovviamente le saranno comunicate o in caso positivo rimanere invariato.. Ci tenga aggiornati
      Distinti saluti
      Isicredit

  8. salve sono una collaboratrice scolastica devo rinnovare la delega con la cessione del quinto ma la preside della mia scuola nono vuole firmare lo può fare

    • Isabella buongiorno,
      se ho ben capito lei vorrebbe rinnovare la delega, mantenendo la coesistenza con la cessione del quinto, giusto?

      Distinti saluti
      ISICredit

  9. Salve ho ricevuto il benestare solo che riporta una clausura che dice che l azienda in caso di eventuali problemi tipo danneggiamenti, ammanchi e altro l azienda provvederà prima al recupero della somma,quindi la finanziaria non mi vuole liquidare,cosa devo fare?

    • Alfio buongiorno,
      se vuole, senza impegno, possiamo valutare come risolvere la sua posizione. In questo caso si rende necessario visionare il documento; se interessato le lascio un recapito mail a cui inoltrare il documento, oltre ai suoi recapiti (direzione@isicredit.it). Nel testo della mail specifichi quanto già indicato nel suo messaggio oltre ad indicare ai colleghi che ci siamo già sentiti tramite il nostro blog.

      Distinti saluti
      ISICredit

  10. Buonasera ho fatto il rinnovo del quinto ,son passati ben 40 giorni e ancora dicono che stanno valutando le assicurazioni ,non capisco il motivo perchè non mi danno ancora risposta ho sellecitato tante volte e la finanziaria dicono che stanno aspettando che l’assicurazione di cui loro hanno non hanno ancora risposto.
    cosa mi consigliate di fare? mi potete dare un’aiuto?

    • Buongiorno Luca,
      innanzitutto le chiedo se ha già fatto richiesta sul nostro sito; in questo modo potremmo esserle concretamente d’aiuto andando a verificare lo stato della sua posizione o per meglio dire il censimento assicurativo della sua azienda con le varie compagnie assicurative.

      Detto questo, per che tipo di azienda lavora? Spa, srl?

      Distinti saluti
      ISICredit

  11. Salve, volevo informazioni per un rinnovo della cessione del quinto. Sono un dipendente statale con una cessione in corso e dei pignoramenti che “viaggiano” insieme da diversi anni. Ho chiesto il rinnovo della cessione (sono già passati 8 anni) ma la mia amministrazione si rifiuta di rilasciare il benestare. E’ regolare??

    • Grazie per la risposta.
      I debiti complessivamente sono di circa 50.000 e andrò in pensione tra due anni. La cosa che non comprendo è che si tratta di un rinnovo che ha la sola finalità di rinegoziare i pignoramenti che andrebbero ad abbassare il totale complessivo. (tutto messo per iscritto con copie delle rinegoziazioni già pronte) La legge non sembra che sia ad interpretazione…o sbaglio?? Credo che sia solo ostruzionismo…o sbaglio?

    • Max buongiorno,
      generalmente per i dipendenti statali il rinnovo della cessione del quinto non tiene conto dell’età di pensionamento, cosa rispettata per il rinnovo delega. Nel suo caso, se non trova complicità da parte dell’amministrazione, facciamo fatica a darle indicazioni differenti.
      Ma ha chiesto quale ratio giustifica questo loro atteggiamento?

      Distinti saluti
      ISICredit

    • Salve, certo che ho chiesto delucitazioni in merito, ma oltre ad aver temporeggiato, (parliamo del contratto inviato ad agosto ed oggi siamo a metà ottobre senza che mi sia stato dato nessun esito) la risposta verbale è che si ha timore di eventuali ricorsi da parte dei creditori se si autorizza una nuova linea di prestito con il rinnovo della cessione.
      Fermo restando la parte verbale, nessuno si è ancora deciso a mettere per iscritto la decisione finale. Sembra che esista, per sentito dire, una legge o un articolo di legge che possa lasciare potere decisionale in merito al giudizio finale, ovvero il benestare. Questo solo se la parte dei pignoramenti è ancora consistente. Ammetto di non conoscere la materia di cui si parla, ma di aver però preso visione della legge che regola le cessioni ed il rinnovo. Non mi sembra di aver visto nulla di ciò. Per concludere, tutti i pignoramenti saranno sanati con il TFR….allora perchè non darmi la possibilità di abbassare il totale dei pignoramenti??? Grazie per il supporto

    • Anche per loro il dieniego non è comprensibile. Peraltro sono riuscito a chiedere il motivo oggi al Direttore amministrativo ed ha concluso dicendo che non firmerà il benestare perchè lui, considera il rinnovo della cessione del quinto un nuovo finanziamento.
      Non ho più parole …..Ora mi tocca solo agire per vie legali.

  12. SALVE A TUTTI, HO CHIESTO LA CESSIONE DEL QUINTO E, IN QUESTO MOMENTO, RISULTA APPROVATA, MA IN ATTESA DELLA RISPOSTA DEL MINISTERO. COSA SIGNIFICA? SONO UN DIPENDENTE PUBBLICO E HO PENSATO CHE, PROBABILMENTE, MI FANNO ASPETTARE COSI TANTO IN QUANTO SIAMO MOLTI, NOI DIPENDENTI DELLO STATO E, QUINDI, OCCORRE PIU TEMPO PER AVERE IL PRESTITO. LA MIA DOMANDA E: MA E’ SICURO CHE RICEVERO’ IL PRESTITO?

    • Buonasera Antonia.
      Di sicuro non c’è nulla fino a quando non si hanno i soldi sul conto, lo dico per esperienza. Detto questo se Lei è una dipendente ministeriale, generalmente la documentazione è emessa dagli enti territoriali e spesso non sono il massimo della rapidità, anche perché non fanno solo quello, ci tengo a precisarlo. Le consiglio, comunque, di sollecitare l’ente che emette le buste paga (generalmente c’è scritto sulle buste di quale ente si tratti), ma prima cerchi di capire bene a che punto sia la richiesta e se la finanziaria stia attendendo solo la firma dei modelli ministeriali.
      Saluti.

  13. salve volevo un’informazione ho fatto un rinnovo del 5 dello stipendio dopo una lunga attesa inpdap ha dato il primo ok e la vecchia finanziaria e stata liquidata ma il problema e che e e stata liquidata gia due settimane fa e la finanziaria mi dice che non ha avuto ancora il benestare dall inpdap per liquidare me ma quanti giorni devono passare in questo caso ce una circolare che obliga di firmare il benestare in un certo tempo? grazie aspetto una sua risposta in merito

  14. Buongiorno,
    vorrei porre un quesito sul tema della cessione del quinto. Il quesito è il seguente: il datore di lavoro può rifiutarsi di consegnare il certificato di stipendio e/o rilasciare il benestare? Il dubbio deriva dal fatto che spesso arrivano in azienda richieste di cessione del quinto di persone già notevolmente indebitate, con percentuali di impegni vicine al 40% del totale delle busta paga mensile. In questi casi, se l’azienda autorizza la cessione del quinto e poi gli altri creditori non vengono più soddisfatti ( perché il dipendente non riesce più a rimborsare) non si potrebbe configurare che è stato privilegiato il creditore che ha erogato la cessione invece degli altri creditori che da tempo venivano rimborsati?

    • Buonasera Andrea.
      Il datore di lavoro può rifiutarsi di rilasciare il certificato di stipendio o di firmare il benestare, ma per legge la cessione del quinto è un diritto del dipendente, per cui il datore di lavoro non può opporsi. Consideri che il limite delle trattenute (trattenute generiche tra pignoramenti, cessioni e altro) è del 50% dello stipendio. L’azienda non è responsabile dei debiti che il suo dipendente abbia nei confronti di terzi. Gli eventuali pignoramenti in caso di mancato pagamento, se non fosse possibile affiancarli alla cessione, dovranno accodarsi al resto degli impegni. La cessione del quinto già di fatto privilegia la finanziaria che la concede rispetto a chi concede un prestito personale, ma questo è un problema della finanziaria che, se creditrice, dovrà procedere per vie legali chiedendo il pignoramento.
      Saluti.

  15. salve mia madre a chiesto a finanziaria un quinto della sua reversibilità!la finanziaria lo possiede e assicurazione tutto ok!manca solo il benestare da parte del inp!perchè inps nn da il benestare?

    • Buongiorno Roberto.
      Ogni Inps ha i suoi tempi per rilasciare il benestare, generalmente li rilasciano solo in una determinata settimana del mese, in base agli altri impegni e scadenze. Purtroppo potete solamente avere pazienza.
      Saluti.

  16. un’azienda può anticipare di tasca propria l’estinzione di un finanziamento di un suo dipendente con la cessione del 5 dello stipendio? E’ legale?

  17. Buongiorno,
    avrei una domanda in merito alla cessione del quinto.
    Dopo diversi preventivi, mi sono rivolto ad una società del gruppo banco Sella. Ho inviato l intera documnentazione, per il preventivo e dopo qualche giorno, sono stato ricontattato dicendomi che l assicurazione aveva datto l ok alla preaccettazione. In quel momento mi hanno fatto firmare i documenti per l emissione definitiva della polizza con la relativa notifica in azienda per il benestare.

    Arrivati a questo step, potrebbero esserci problemi? O si puo considerare conclusa la cosa?

    • Buongiorno Francesco.
      La cosa non sarà conclusa fino a quando non avrà i soldi in tasca. Questo lo dico nel caso volesse impegnarsi prima per qualcosa. Diciamo che al 90% non ci saranno problemi, ma la certezza non la potrà avere fino al momento della liquidazione.
      Saluti.

  18. c’e’ una circolare dove obbliga il dirigente a firmare il benestare per il rinnovo della delega?Vorrei sapere il numero della circolare MIUR

    • Buonasera Rahma.
      La firma del benestare non è obbligatoria per legge, e le circolari sono interne per cui non è possibile saperlo. Ad ogni modo si tratta di una cessione o di una delega?

  19. Stamattina ho ritelefonato la compass giusto per vedere se mi confermava quello che aveva detto l’operatore ieri invece mi riferiva che hanno tutto apposto e che proprio stamattina l’assicurazione gli avevano dato l’ok è girato tutto l’incartamento ed ha solecitato per liquidarla per la settimana prossima. In un giorno a l’altro è cambiato tutto ora penso che nn ci sia nessun rischio più.

  20. Grazie alle tue informtazzioni sono riuscito a capire che l’agenzia dove mi sono rivolto mi stava raccontanto solo frottole e grazie a te ho aperto gli occhi e ho chiamato diretamente io a futuro compass e mi hanno confermato quello che mi dicevi tu che stavano aspetando l’ok della polizza assicurativa. Vedo che sei molto informato e chiaro ma piu o meno le tempistiche sono ancora lunghe ,e la polizza puo anche rifiutare, perche la mia societa avendo firmato il benestare automaticamente questo mese puo tenere anche gia la trattenuta. grazie delle tue informazioni.

    • Buongiorno Sasa.
      Non vorrei allarmarla, ma solo darLe informazioni corrette. La possibilità che l’assicurazione respinga la richiesta c’è. Proprio alcuni giorni fa in fase di emissione della polizza un’assicurazione ha cambiato la valutazione dell’azienda dal punteggio massimo a non assumibile. Purtroppo può accadere perché le assicurazioni effettuano la valutazione dell’azienda solo al momento dell’emissione di una polizza, non aggiornano in continuazione le loro valutazioni, per cui di fatto il preventivo e l’istruttoria vengono fatti sulla base di una valutazione precedente. Però è più saggio richiedere la polizza almeno prima della notifica del benestare, in modo da evitare perdite di tempo e attese più lunghe.
      Saluti.

  21. No la polizza l’hanno richiesta prima e finaziaria polizza hanno viaggiato insieme infatti abbiamo aspetato quasi 3 settimane che uscise il contratto e quanto ho firmato il contratto cera anche scritto quale era la assicurazzione axa, poi ci sono voluti altre 3settimane per il benestare che lo farto firmare e timbrare dalla mia azienda dopo 2giorni e stata messa ol liquidazione ma stiamo anvora a oggi sono passati 10giorni e non si vede liquidata.

    • Buonasera Sasa.
      Tenga presente che con il contratto potrebbe aver firmato la proposta di polizza, e non la polizza vera e propria. Se non si tratta di un rinnovo di cessione o della polizza non vedo proprio il motivo di un simile ritardo in una fase del genere.
      Saluti.

  22. salve io ho richiesto una delega del quinto. in 1 mese e arrivato il benestare alla mia azienda via raccomandata, il giorno che arrivato mi hanno avvertito e sono andato a prendere alla mano il benestare firmato e timbrato e lo portato subito all’agenzia di prestiti che mi sono rivolto e davanti a me subito la girato alla finanziaria,dopo 2 giorni hanno messo la pratica in fase di liquidazione e passato una settimana e non mi hanno liquidato ancora quando tempo possono essere i giorni di attesa che esce a terminale liquidata e mi fanno il bonifico, l’agente che ha preso la pratica mi ha detto che si tratta di giorni volevo sapere da voi se e cosi o possono essere ancora lunghi i tempi

    • Buongiorno Sasa.
      Non esiste una tempistica definita e valida per tutte le finanziarie. E’ probabile che questa finanziaria abbia richiesto la polizza solo dopo la firma dell’atto di delega, per cui la pratica sarà liquidata dopo l’emissione della polizza da parte della compagnia assicurativa. Altre finanziarie fanno prima questa richiesta, per cui avrebbe già il bonifico ora. Di conseguenza i tempi nel Suo caso dipendono dalla compagnia assicurativa.
      Saluti.

  23. Ciao a tutti,mia nonna a chiesto un prestito per me con la sua pensione facendo la cessione del 5,volevo sapere quanto tempo occorre per avere il bene stare da parte dell inps?la dipendente della banca dove abbiamo chiesto il prestito ha detto che possono passare anche mesi è vera questa cosa?ma se uno chiede un prestito è perché ne ha bisogno.se è cosi come si può fare per avere il bene stare?

    • Buongiorno Alessia.
      Mesi è improbabile, ma la cosa varia da Inps a Inps. Non è periodo di pagamento pensioni e questo è positivo, ma ci sono sedi che ci mettono circa 30 giorni, e altre molto rapide. Spetta a voi sollecitare. Basta una copia senza dover attendere l’originale.
      Saluti.

  24. Salve il mio fidanzato a richiesto il 12dicembre 2014 un prestito col quinto dello stipendio,dopo un mese e mezzo siamo riusciti ad avere il certificato di stipendio,ora è già passato un altro mese e mezzo per avere il benestare ora che è possibile che una ditta possa fare una cosa del genere? Se uno chiede un prestito vuol dire che ne ha bisogno non è che si alza una mattina e non sa che fare e aspetta sta mani chiedo un prestito,cosa si può fare in questi casi? Ci ringrazio e aspetto vostre notizie

    • Buongiorno Simona.
      Purtroppo l’azienda non ha l’obbligo né di rilasciare il benestare, né di rilasciare il certificato di stipendio, per cui non c’è nulla che si possa fare.
      Saluti.

  25. Salve a tutti volevo solo capire una cosa sono in corso ad una pratica del V ed è appena stato notificato il certificato di stipendio da parte della finanziaria adesso mi hanno kiesto il benestare dalla mia azienda ma da quello ke ho appena letto se mi va bene passeranno Tri mesi ma c’è un articolo ke dice di aver un anticipo visto ke la tipa dell’agenzia nn ne vuol sapere nulla??se si come devo fare per ricevere un anticipo nell’attesa di questo benedetto benestare??Vi ringrazio anticipatamente della vostra gentilezza Augurandovi b Gionata vi saluto e attendo una vostra risposta Grazieeeee mille. ..

  26. sono quaranta giorni che aspetto l’atto d’assens da parte dell’inps per un rinnovo della cessione de v ma niente. Cosa devo fare.

    • Buongiorno Gaetano.
      Può solo sollecitare, ma se sono passati 40 giorni è probabile che ci sia qualcosa che non va. L’inps ha già rilasciato la lettera di priorità?

  27. Buonasera,espongo il mio caso. Mi sono rivolta alla mia amministrazione per ottenere il benestare per il rinnovo di una cessione del quinto estinguendo quella in corso perchè necessito di liquidità. Era stato tutto approvato anche dalla banca erogante ma la mia amministrazione non concede il benestare finale appellandosi all’art.23 del d.p.r 180/50poichè mia madre andrà in pensione nel 2017 ma la Cessione continuerebbe anche sulla pensione. Ho chiesto a molte finanziarie e tutte mi hanno detto che è a discrezione perchè è prassi fare una cessione anche se poi la rata passa sulla pensione.
    Capisco che ci sia un articolo pero’ credo che ci vorrebbe anche un po’ di flessibilità dato che non procurerebbe alcun danno all’amministrazione.
    C’è un modo per superare questo art. 23?

    • Buonasera Laura.
      Sebbene l’art.23 dica quanto da Lei esposto, l’art. 43 della stessa legge dice che, qualora la cessione sia ancora in corso al momento del pensionamento, questa viene trasferita sulla pensione, per cui non vedo il problema. Si tratta di una ditta privata o di un’amministrazione pubblica?

  28. Salve. espongo il mio caso simile ai precedenti per quanto attiene il ritardo nell’emissione del benestare ma, con una complicazione in più :
    Ho stipulato un contratto per un finanziamento composto di due trance, la prima per l’estinzione anticipata di un mio prstito ottenuto da altra finanziaria con V dello stipendio; la seconda trance inerente ad unna somma liquida. La Finanziaria per ottenere il benestare ha dovuto prima liquidarmi il mio V esistente ma, L’Ente che mi amministra non ha potuto rilasciare ugualmente il benestare in quanto nel frattempo il sottoscritto si è trasferito momentaneamente in altra sede di servizio presente in un’altra Regione ed è amministrato quindi dall’Ente presente in tale Regione. Il risultato di questa situazione è che sulla mia busta paga non risultano più addebitate rate del V che la Finanziaria ha provveduto già ad estinguere ma essa non può procedere all’accensione di un nuovo V e alla liquidazione dell’altra trance di soldi liquidi, in quanto non ha ottenuto il benestare nè dalla sede dell’ Ente presso cui è stata inoltrata inizialmente la pratica e nè dall’altra sede dell’Ente di attuale mia competenza. La finanziaria ora mi sta facendo pressioni perchè sono ormai 7 mesi che attende questo benestare. Io nel frattempo, per necessità impellenti avrei bisogno urgente di un finanziamento liquido che tale Finanziaria per le ragioni esposte non può farmi. Posso rescindere il contratto con la finanziaria per tardata e parziale erogazione rispetto a quanto da me richiesto ? Se stipulo un contratto con altra Finanziaria in che cosa incorro, non potendo estinguere quanto la prima finanziaria mi ha erogato con l’estinzione del V ? Grazie infinite, cordiali saluti

    • Buongiorno Leonida.
      Non può per la motivazione che ha indicato in quanto il ritardo non dipende dalla finanziaria. Ad ogni modo penso che la finanziaria acconsentirebbe affinché Lei rinunci all’operazione, ma prima dovrebbe restituire quanto le è stato anticipato per la chiusura del precedente debito. Le suggerirei di accordarsi con loro per notificare, qualora possibile, una cessione del quinto presso la sua nuova amministrazione in modo da concludere comunque la pratica.
      Saluti.

  29. buonasera, sono una lavoratrice dipendente presso una cooperativa e sono in attesa di una richiesta di cessione del V, inoltrata dalla mia banca! volevo sapere, é possibile che la coop per cui lavoro non rilasci il benestare e poi se ció dovesse succedere la pratica procederebbe oppure potrebbe interrompersi tutto? Premetto che mi é stata rilasciata una lettera dal dattore di lavoro in cui si specifica che il mio contratto di lavoro attuale é a tempo indeterminato. Vi ringrazio in anticipo, cordiali saluti Nilyam

    • Buongiorno Nilyam.
      L’azienda ha facoltà di non rilasciare il benestare. Per sbloccare la cosa dovrebbe richiedere se potrebbero rilasciare a lei una lettera in cui affermano che la rata partirà dal giorno X. Questa lettera avrebbe valore di benestare sostitutivo e sbloccherebbe la pratica. Nel caso in cui l’azienda non rilasciasse anche un benestare sostitutivo l’unica possibilità è attendere che questa effettui la prima trattenuta in busta paga. Inviando la busta paga con l’evidenza della prima trattenuta alla finanziaria questa provvederà ad erogare il finanziamento.
      Saluti.

  30. Buongiorno. ho urgente bisogno di soldi. ho in corso una richiesta di cessione del quinto ma la mia azienda a quanto mi ha detto la finanziaria non firma il benestare. c’è modo di obbligarli a firmarlo, la finanziaria mi ha detto che senza quel foglio non possono darmi i soldi.
    come posso fare. ho davvero bisogno urgente.
    spero in una vostra risposta.
    grazie.

    • Buongiorno Laura.
      Se l’azienda non firma il benestare deve necessariamente attendere la prima trattenuta sulla busta paga. Una volta effettuata la prima trattenuta occorre inviare la busta paga con la trattenuta alla finanziaria e con quella dovrebbero liquidare.
      Saluti.

  31. Buonasera Romina.
    Non è obbligatorio per l’amministrazione firmare l’atto di benestare. Ma il fatto che l’amministrazione non firmi il benestare non vuol dire che la cessione del quinto non si concluderà. Deve aspettare la prima trattenuta e la prima busta paga con l’evidenza della trattenuta, e inviarla alla finanziaria. In questo modo riuscirà a concludere la pratica.
    Saluti.

  32. Buona sera, anche a me si è verificata la stessa cosa; l’amministrazione della mia azienda non ha voluto firmare il benestare, ha compilato tutta la documentazione e adesso si rifiuta di compilare quest’ultimo documento, che se ho capito bene, è importantissimo per concludere la mia pratica di prestito tramite cessione del quinto di stipendio. volevo sapere cosa posso dire all’amministrazione per fargli firmare l’atto di benestare? se non dovessero firmarlo si blocca tutta la pratica? non mi concedono più il mio prestito?
    Romina

Ottengo il mio prestito!

Preventivo gratis Preventivo gratis
Il 93% dei clienti è soddisfatto per i TASSI IMBATTIBILI
OTTENGO IL MIO FINANZIAMENTO.

Non Lasciarti Sfuggire Quest'Occasione:

  • Il preventivo è GRATUITO e senza impegno
  • La compilazione della richiesta non comporta la segnalazione in banca dati Crif
Il 93% dei clienti è soddisfatto per i TASSI IMBATTIBILI
OTTENGO IL MIO FINANZIAMENTO.

Non Lasciarti Sfuggire Quest'Occasione:

  • Il preventivo è GRATUITO e senza impegno
  • La compilazione della richiesta non comporta la segnalazione in banca dati Crif