Prestiti Personali, Cessioni del Quinto, Mutui

cessione_del_quinto_a_dipendenti_ministerialiCessione del Quinto a Dipendenti Ministeriali

Sei un dipendente ministeriale e hai bisogno di liquidità per i tuoi progetti? Realizza finalmente i tuoi sogni grazie a ISICredit! Confronta tutte le offerte che ti proponiamo al momento e scegli quella che preferisci. Siamo disposti ad aiutarti, come facciamo da oltre dieci anni con tutti i nostri clienti presenti sul tutto il territorio italiano. Affidati a mani sicure e sceglia la nostra società dove trasparenza, affidabilità e convenienza sono le basi! Richiedi ora un preventivo gratuito e senza impegno tramite questo link: Clicca qui ed affidati ai nostri esperti! Entro 24 ore un nostro consulente ti contatterà e valuterete insieme la fattibilità della pratica.

Cessione del Quinto a Dipendenti Ministeriali: Di cosa di tratta?

La cessione del quinto per dipendenti ministeriali è un prestito personale rivolta ai dipendenti che prestino servizio presso un’amministrazione ministeriale. Un esempio di dipendente ministeriale è l’insegnante che presta servizio in una scuola, ma l’amministrazione della scuola è subordinata al Ministero dell’Economia e delle Finanze, oppure il poliziotto, che è subordinato al Ministero dell’Interno. E’ possibile verificare il ministero di appartenenza sulla propria busta paga. A differenza dei dipendenti di aziende private, per i dipendenti pubblici, statali e ministeriali, l’importo del TFR accantonato presso l’azienda o il fondo complementare non è fondamentale per determinare l’importo massimo ottenibile tramite la cessione del quinto. L’istruttoria della pratica è veloce, e così in pochi giorni potrai ottenere il prestito personale richiesto. Il massimo richiedibile va calcolato da persona a persona, ma di solito di aggira intorno ai 50000 euro, con rate mensile prese direttamente dalla busta paga. Il tasso del finanziamento è sempre costante, con un piano di rimborso estendibile fino a 120 mesi. Per procedere il contratto deve essere tassativamente a tempo indeterminato e attivo da almeno tre mesi. Richiedi ora il tuo Preventivo Gratuito e senza impegno: Clicca qui!

Cessione del Quinto a Dipendenti Ministeriali: Possibilità per chi ha già la cessione

Se sei un dipendente ministeriale con già una cessione in corso hai due opportunità, una consiste nel rinnovare il prestito già in essere, ovvero andando a chiuderlo completamente e ottenendo altra liquidità aggiuntiva, pagando sempre una sola rata. Per poter fare questa azione devi aver pagato almeno il 40% delle rate della cessione del quinto in corso, quindi se hai fatto il prestito per 108 mesi, devi aver pagato 43 rate per poterlo rinegoziare. Nel caso in cui la cessione del quinto che hai in corso non è rinnovabile puoi richiedere un altro prestito chiamato “Delega di pagamento“, che ha le stesse modalità del finanziamento precedente, con trattenuta diretta in busta paga. Anche qui il piano di ammortamento si estende fino a 120 mesi e puoi ottenere alta liquidità, con una rata non superiore ai 2/5 dello stipendio netto. Chiedici subito una consulenza per verificare se il tuo prestito è rinnovabile o chiedi una delega di pagamento: Clicca qui per un Preventivo Gratuito! 

Cessione del Quinto a Dipendenti Ministeriali:  Anche se sono un cattivo pagatore?

Il prestito cessione del quinto oltre che alle persone pulite è dedicato anche ai cattivi pagatori, pertanto segnalazioni e/o protesti non ti impediranno di ottenere il finanziamento. Avendo una trattenuta diretta sulla busta paga che il datore di lavoro dovrà versare all’ente erogante, non c’è la possibilità di non pagare, quindi anche se in passato hai avuto problemi con dei prestiti potrai ottenere comunque la liquidità che richiedi. Anzi, la cessione del quinto e la delega di pagamento sono tra le uniche possibilità che hai di ottenere liquidità anche se con un passato creditizio non pulito. Chiedi adesso il tuo Preventivo Gratuito di Cessione del quinto per cattivi pagatori: Clicca qui, compila il modulo e affidati agli esperti!

Cessione del Quinto a Dipendenti Ministeriali: Può essere rifiutato?

E’ più semplice ottenere un prestito attraverso la cessione del quinto che con un prestito personale, visto che può essere garantito anche se cattivo pagatore con segnalazioni e/o protesti, ma anch’esso può essere rifiutato. Il prestito non può essere accettato ad esempio se hai un contratto determinato, di apprendistato o nel caso di pensionato, una pensione che non è cedibile. Quando la cessione del quinto viene respinta non ci sono segnalazioni all’interno delle banche dati, a differenza del rifiuto per un prestito personale. Le valutazioni della pratica riguardano soprattutto l’azienda, che deve rispettare dei parametri che le assicurazioni richiedono, quindi il rifiuto potrebbe essere dovuto alla tua ditta. Verifica ora se puoi accedere alla cessione del quinto: Clicca qui!

Cessione del Quinto a Dipendenti Ministeriali: Occorre il garante e che documenti?

Il finanziamento cessione del quinto a dipendenti ministeriali non richiede la firma di un garante, in quanto è sufficiente il reddito certo ed il tfr accantonato. La figura del garante non è proprio prevista, quindi se il prestito dovesse essere rifiutato dovrai cercare qualcuno disposto a richiedere il finanziamento a suo nome. Mentre i documenti che occorrono per valutare il finanziamento per i dipendenti ministeriali sono quelli relativi all’identità e al reddito, come buste paga e cud.

Se hai qualche dubbio clicca qui ed accedi alla sezione “Hai una domanda“. Si aprirà una pagina nella quale troverai tantissimi quesiti posti da utenti che, come te, avevano bisogno di chiarezze e conferme. In fondo troverai un box nel quale inserire il tuo quesito.

                                                                                                                       Preventivo o Consulenza! 

 

Il 93 % dei nostri clienti è soddisfatto del nostro servizio

Approfitta dell'opportunità, prenota un contatto entro i prossimi 15 minuti ! Già 8 utenti hanno approfittato di questo vantaggio negli ultimi 30 minuti.

Grazie

Sarai contattato in 24h