Prestiti Personali, Cessioni del Quinto, Mutui

cessione_del_quinto_a_dipendenti_di_grandi_aziende_privateCessione del Quinto a Dipendenti di Grandi Aziende Private

Lavori per una grande azienda e hai bisogno di liquidità? Richiedici un preventivo di cessione del quinto dipendenti di grandi aziende private. ISICredit ti propone offerte e promozioni tutte da scoprire! Affidati anche tu alla nostra società come tutti i nostri clienti fanno da più di dieci anni,in tutto il territorio italiano. Richiedici ora una consulenza e/o un preventivo gratuito e senza impegno attraverso questo link: Clicca qui e affidati agli esperti! 

Di cosa si tratta?

 Grazie a questa forma di prestito personale potrai ottenere nuova liquidità anche se stai affrontando un momento di difficoltà economica. La cessione del quinto per dipendenti di grandi aziende private si riferisce a quei dipendenti di Società per azioni (SPA), società a responsabilità limitata (SRL) con almeno 250 dipendenti a tempo indeterminato e cooperative con almeno 1000 dipendenti a tempo indeterminato con un capitale sociale maggiore o uguale a 50.000 euro. I dipendenti di queste aziende possono ottenere la cessione del quinto se assunti da almeno 12 mesi. Anche in questo caso, trattandosi di cessione del quinto, questo prestito personale prevede un limite nell’importo della rata massima mensile sostenibile equivalente al 20% dello stipendio netto del dipendente, dato che si evince dal certificato di stipendio. L’età del richiedente non deve essere pari ai 65 anni per uomini e 60 anni per donne, non compiuti a scadenza del contratto di cessione del quinto e i 40 anni di servizio. Si possono ottenere fino a 50.000 euro in 120 mesi in modo da mantenere una rata d’ammortamento bassa.
La concessione di questo prestito personale è subordinata al TFR accantonato in azienda o presso il fondo complementare. Maggiore sarà il TFR accantonato, maggiore sarà l’importo massimo ottenibile. Sei interessato? Clicca qui e richiedi subito un Preventivo Gratuito e senza impegno!

Soluzioni per chi ha già una cessione del quinto in corso!

Quando hai già una cessione del quinto in corso hai due possibilità. La prima è quella di rinegoziare direttamente la cessione del quinto già in essere, ma per poterlo fare devi aver pagato almeno il 40% delle rate in corso, quindi se hai stipulato una cessione di 108 mesi per poter procedere a chiuderla ed ottenere un altro finanziamento con liquidità aggiuntiva devi aver pagato 43 rate. Altra soluzione invece, non accessibile a tutti, ma solo ai dipendenti che accettano una seconda trattenuta in busta paga, c’è la delega di pagamento, ovvero un doppio quinto. In questo caso avrai due finanziamenti differenti, per due liquidità e rate differenti e con due trattenute in busta paga. Anche in questo caso la durata del prestito si può estendere fino a 120 mesi. Se vuoi verificare se il tuo quinto è rinnovabile o richiedere una delega di pagamento affidati ai nostri esperti: Clicca qui!

Posso procedere anche se sono un cattivo pagatore?

La cessione del quinto e delega di pagamento a dipendenti di grandi aziende private è riservata anche ai cattivi pagatori, infatti essendoci una trattenuta diretta in busta paga, la garanzia viene comunque data dal reddito certo e dal tfr, pertanto il richiedente segnalato o protestato può comunque effettuare la richiesta. Attraverso questo finanziamento puoi ottenere liquidità anche se hai pagato delle rate in ritardo, richiesto un prestito recentemente che è stato respinto, non saldato un debito, mentre un prestito personale non ti viene concesso, ma respinto automaticamente. Richiedi ora la tua cessione del quinto per dipendenti di grandi aziende private anche se segnalato: Clicca qui per il Preventivo Gratuito!

Il prestito può essere respinto?

Come tutti i finanziamenti anche per la cessione del quinto ci sono delle valutazioni da fare, che in questo caso sono incentrate più sulla ditta in cui si lavora che sul richiedente, infatti l’azienda deve rispettare dei parametri che le assicurazioni richiedono per poter procedere, mentre il richiedente può effettuare la domanda anche se cattivo pagatore. Il prestito viene respinto anche se non hai un contratto a tempo indeterminato, quindi tutte le altre forme come apprendistato, periodo di prova o contratto determinato non sono accettate. Quando una cessione del quinto o delega di pagamento viene respinta, a differenza del prestito personale, non parte nessuna segnalazione all’interno delle banche dati.

Quali sono i documenti necessari? Serve il garante?

I documenti necessari alla valutazione delle pratica sono quelli relativi all’anagrafica ed al reddito, come buste paga e cud. Successivamente richiederemo il certificato di stipendio in azienda, ma se è già in possesso del richiedente fornircelo servirà per un preventivo estremamente corretto. Una seconda firma non è prevista, in quanto la figura del garante non è considerata attraverso questo tipo di finanziamento, che viene fatto tramite un unico richiedente che come garanzia fornisce il suo reddito certo ed il tfr in caso di perdita di lavoro o eventi simili.

Se hai qualche dubbio clicca qui ed accedi alla sezione “Hai una domanda“. Si aprirà una pagina nella quale troverai tantissimi quesiti posti da utenti che, come te, avevano bisogno di chiarezze e conferme. In fondo troverai un box nel quale inserire il tuo quesito.

                                                                                                                            Preventivo Gratuito!

Il 93 % dei nostri clienti è soddisfatto del nostro servizio

Approfitta dell'opportunità, prenota un contatto entro i prossimi 15 minuti ! Già 8 utenti hanno approfittato di questo vantaggio negli ultimi 30 minuti.

Grazie

Sarai contattato in 24h