Ottengo il Mio Prestito!

SIC Sistemi informazioni creditizie Cos’è Crif Experian CTC?

I sistemi di informazione creditizia (o SIC) sono argomento di molte ricerche al giorno d’oggi. Sconosciuti ai più, costituiscono un istituto fondamentale nel mondo finanziario e creditizio, che risulta essere determinante in alcune circostanze per ciò che concerne l’accesso al credito. Le banche dati SIC sono risorse sulle quali le banche e gli intermediari finanziari fanno affidamento nel momento in cui un cliente presenta una richiesta di finanziamento.

Ciò che viene verificato è la referenza creditizia, cercando di attuare una corretta valutazione del merito di credito dei clienti stessi. Prima della nascita dei SIC gli istituti di credito si affidavano a forme di tutela quali l’ipoteca sulla casa, il pegno su un bene o garanzie da parte di terzi (reali e personali).

Cosa vuol dire SIC?

Il termine SIC è un acronimo che sta per sistemi di informazione creditizia, cioè degli archivi, delle banche dati private che raccolgono segnalazioni di carattere finanziario e creditizio. Al loro interno è possibile reperire una vasta gamma di informazioni, aggiornate mensilmente, riguardanti apertura e andamento dei rapporti di credito con le banche o altri istituti. Questi database, una volta noti come centrali rischi private, sono una tappa obbligata nell’iter di concessione dei finanziamenti e vengono consultate dagli istituti in maniera regolare. L’obiettivo è quello di:

  • verificare l’affidabilità, la regolarità e la puntualità nei pagamenti da parte del cliente
  • valutare di conseguenza l’opportunità di concedere quanto richiesto.

Che cos’è la referenza creditizia?

Si tratta della somma delle informazioni creditizie presenti nelle banche dati SIC. Molto sinteticamente, rappresenta la “reputazione” di cui il cliente gode presso banche e intermediari finanziari. La referenza creditizia traccia quindi un profilo che va a delineare quelli che sono e sono stati i suoi comportamenti relativi ai rapporti di finanziamento. Ne consegue che si tratta di un’informazione determinante per una risposta positiva o meno per la concessione del prestito richiesto da parte delle banche.

Referenze creditizie: positive o negative

Contrariamente a quanto si pensa, all’interno dei sistemi di informazioni creditizie non sono presenti solo dati negativi. Le referenze infatti sono composte anche da valutazioni di carattere positivo, riportando quindi anche i regolari pagamenti delle rate o l’estinzione di un debito.

Quelle che fanno più rumore sono però le informazioni creditizie di tipo negativo: ritardi nel rimborso di una rata, morosità, insolvenze. Sono queste infatti a definire lo status di “cattivo pagatore” agli occhi delle banche, creando non pochi ostacoli per l’accesso al credito, cioè per l’ottenimento di un prestito. Rientri nella lista dei cattivi pagatori CRIF o di un altro sistema di informazione creditizia (CTC, Experian)? Consulta le nostre proposte di prestito di liquidità per cattivi pagatori [link ad articolo “prestito cattivi pagatori Crif”]: ISICredit ha una soluzione anche per te.

Come e quando avviene l’accesso dati SIC?

Il cliente comunque non è in balia delle segnalazioni. L’attività dei SIC privati è disciplinata da un preciso “Codice di condotta” in attuazione della normativa europea (GDPR) e nazionale in materia di protezione dei dati personali.

Ciò ha introdotto l’obbligo del segreto per banche e intermediari che consultano i sistemi. La consultazione da parte delle società aderenti ai sistemi di informazione creditizia è limitata quindi a tutela del credito e contenimento dei relativi rischi. Pertanto può avvenire solamente:

  • quando la banca o istituto di credito deve valutare una richiesta di finanziamento
  • durante il periodo di rimborso di un finanziamento

Tutela della referenza creditizia

Il consumatore a propria tutela ha a disposizione delle misure attuabili nel caso di:

  • segnalazioni errate ai sistemi di informazione creditizia
  • necessità di aggiornare le informazioni presenti una volta che le irregolarità siano state saldate

Esiste quindi il diritto all’accesso ai dati SIC da parte del cliente per le informazioni che lo riguardano. In questo modo è garantita la possibilità di verificare la propria posizione creditizia all’interno delle banche dati, in maniera da correggere o aggiornare eventuali dati inesatti. Il cliente ha quindi la facoltà di richiedere la cancellazione di segnalazioni presenti nei sistemi informativi creditizi [link ad articolo https://www.isicredit.it/banche-dati-prestiti-e-finanziamenti/segnalazione-crif-quando-si-cancella.html], qualora queste non dovessero corrispondere a verità.

Quali sono i sistemi di informazione creditizia in Italia?

Una piccola premessa: tutti i SIC elaborano, tramite sistemi di analisi dei dati, delle “valutazioni” che sono definite credit scoring. Si tratta, in sintesi, di veri e propri punteggi assegnati ai consumatori tramite modelli statistici sulla base di diverse variabili. Tali punteggi forniscono a banche e istituti di credito aderenti al sistema di informazione un indice sintetico che definisce il profilo di rischio, cioè l’affidabilità e puntualità nei pagamenti del soggetto.

CRIF cos’è?

Cos’è il Crif? Il sistema di informazione creditizia più noto in Italia è CRIF, fondato a Bologna nel 1988 e operativo a livello mondiale. Si occupa di raccogliere informazioni dagli istituti di credito riguardanti finanziamenti richiesti e ottenuti da consumatori e imprese. La decisione di concedere o meno quanto richiesto dal cliente non dipende dalla banca dati CRIF: essa viene presa direttamente dagli istituti di credito una volta consultata la banca dati SIC.

Ovviamente questi dati non vengono presi in considerazione individualmente ma risultano lo stesso determinanti per la concessione del finanziamento. Il sistema di informazioni creditizie utilizzato si chiama EURISC e comprende informazioni sia di tipo positivo che di tipo negativo. Se hai già chiesto e ottenuto una visura Crif e interessato a leggere i dati presenti in EURISC leggi anche questo nostro articolo Come leggere gli Stati Codice Crif.

Quindi, in definitiva, che cos’è il Crif? Un semplice contenitore di dati, utilizzati e interpretati dalla varie società finanziarie e banche convenzionate con questo sistema di informazioni credtiizie.

La semplice presenza nella banca dati di un nominativo, quindi, non lo rende automaticamente segnalato come “cattivo pagatore”. È possibile per il consumatore conoscere la propria posizione CRIF compilando un modulo per una richiesta di visura Crif online sul sito istituzionale. 

Una volta conosciuta la propria posizione, sarà possibile comprendere i motivi di rifiuto del finanziamento. Questi non sono sempre correlati alla cattiva gestione di altri impegni, ma tra le cause ricordiamo anche:

  • eccessivo indebitamento
  • non censito (chi non ha mai fatto prestiti in precedenza)

Crif Bologna indirizzo e contatti
CRIF S.p.A.
via M. Fantin, 1-3 | 40131 Bologna 

Telefono relazioni con il pubblico: 051 6458900

sito web: www.crif.it

Il tuo nominativo compare nella lista cattivi pagatori CRIF e hai bisogno di liquidità? Compila il modulo e ti ricontatteremo proponendoti la soluzione che ISICredit ha pensato per te!

Experian

Experian, banca dati SIC, è un’altra azienda che opera su scala globale. È specializzata nella raccolta, aggregazione e analisi dei dati da mettere a disposizione di aziende (tra cui anche le banche) e individui. Ovviamente uno dei servizi principali, in quanto sistema di informazione creditizia, è quello di fornire ai soggetti aderenti le informazioni sui rapporti di credito dei richiedenti un finanziamento. Come per gli altri SIC, si tratta principalmente di un aggregatore di dati sui consumatori creditizi al quale banche e istituti di credito possono accedere in fase di valutazione di una richiesta di prestito.

Anche qui, ciò che viene specificato è che la decisione finale non viene presa da Experian, ma appare evidente come le informazioni presenti nella banca dati abbiano comunque un peso rilevante. Come accade per il CRIF, le informazioni presenti sono sia di tipo positivo che negativo. Il soggetto interessato ha il diritto di conoscere i suoi dati e ha la facoltà di rettificarli, aggiornarli o cancellarli, qualora vi siano i presupposti per farlo. Anche per Experian è possibile richiedere le proprie informazioni creditizie compilando un modulo di richiesta istanza presente online, da inviare poi a mezzo posta.

Consorzio per la tutela del credito

Il consorzio per la tutela del credito, o CTC, è un società di informazioni creditizie (facente parte della banca dati SIC) che raccoglie dati sia positivi che negativi riguardanti contratti di finanziamento. Come per le precedenti, il trattamento dei dati personali viene effettuato esclusivamente per finalità relative alla tutela del credito. L’obiettivo, in ottica aziendale, rimane sempre quello del contenimento dei rischi, permettendo alle banche di valutare situazione finanziaria e merito creditizio degli interessati.

Parliamo quindi, ancora una volta, di affidabilità e puntualità nei pagamenti. Il CTC precisa di non avere alcuna responsabilità decisionale nell’iter di concessione dei finanziamenti, occupandosi unicamente di fornire informazioni ai soggetti aderenti, detti Partecipanti. Se il soggetto ha motivo di pensare che i dati presenti non siano corretti, potrà fornirne le prove alla banca o istituto che ha effettuato la segnalazione oppure contattando CTC, il quale si occuperà di inviare al segnalatore quanto fatto pervenire dall’interessato.

Eurisc di Crif cos’è?

La nota banca dati creditizia ha ideato un sistema di controllo specifico per banche e finanziarie. Questo strumento ha la finalità di fornire ai vari istituti di credito convenzionati quante più informazioni dettagliate circa il merito creditizio di un cliente (la sua qualità e affidabilità dal punto di vista creditizio e finanziario). 

Con la recente versione Eurisc 2.0, Crif alza la qualità del servizio garantendo una maggiore quantità di dati, efficacia e innovazione, miglior monito sui dati e andamento del business. In definitiva con Eurisc la società che intenderà valutare una richiesta di finanziamento, prima di approvare il prestito, potrà confrontare l’affidabilità del cliente e comprendere se ha senso procedere e per quale importo.

Posso ottenere un prestito anche se segnalato nei SIC?

Con ISICredit puoi! Sei un lavoratore dipendente con contratto a tempo indeterminato da almeno 8  mesi? Sei un pensionato? Anche se cattivo pagatore valutiamo positivamente le tue richieste di liquidità! 

Compila il modulo di contatto se hai bisogno di maggiori informazioni o per ottenere un preventivo personalizzato gratuito e senza impegno.

Hai altre domande? Lasciaci un commento e uno dei nostri esperti finanziari sarà subito da te, con tutte le risposte del caso.

ISICredit è al tuo fianco: i nostri consulenti ti accompagneranno passo dopo passo, dalla richiesta, all’istruttoria, all’erogazione della liquidità di cui hai bisogno! ISICredit: scegli il meglio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

106 commenti su “SIC Sistemi informazioni creditizie Cos’è Crif Experian CTC?

    • Buongiorno Antonio,
      dipende dalla finanziaria. Lei ha già in corso una cessione o è interessato a valutare questa possibilità?

      Distinti saluti
      ISICredit

    • si ho in essere una cessione del quinto con rata da 320 euro un reddito mensile di circa 2050 euro, crede che possa avere problemi nel richiedere un mutuo da 96.000 euro su immobile da acquistare valore di circa euro 120.000?
      a carico moglie e una figlia. grazie per la risposta

    • Antonio buongiorno,
      teoricamente si può valutare (nel caso fosse interessato ad una nostra consulenza le lascio di seguito il link su cui far richiesta https://www.isicredit.it/richieste/index.php?fin=1&code=paginamutuoacquistoprimaesecondacasa&scel=7). Le ricordo che per procedere con una delibera di mutuo è necessario essere regolari nelle banche dati creditizie come Crif e CTC. In presenza di segnalazioni, la richiesta verrà valutata con esito non positivo.

      Distinti saluti
      ISICredit

  1. Buongiorno, sapendo che negli anni passati ho avuto qualche problema, prima di richiedere un finanziamento ho richiesto una visura al crif che è risultata pulita, avendo ormai un bel lavoro a tempo indeterminato e possedendo solo un carta ricaricabile con iban mi sono rivolto ad una banca per poter aprire un c/c ma la richiesta non è andata a buon fine perchè risultavano delle cambiali non pagate e un assegno, allora ho richiesto una visura protesti e anch’essa è risultata senza alcuna segnalazione.
    ora mi chiedo a che mi posso rivolgere per conoscere la mia situazione a 360 gradi e capire cosa fare per poter regolarizzare la mia situazione?
    Grazie mille

    Rispondi
  2. Buonasera, a gennaio 2015 la mia banca ha segnalato in CR un episodio di extrafido di circa 400 EUR. Da allora non ci sono stati piu eventi di questo genere. Avrei la necessita’ di rifinanzare il mio mutuo esistente con formula sostituzione con liquidita’. Quando e’ possibile eventualmente inoltrare la pratica di richiesta ed evitarne il rigetto?

    Grazie!

    Rispondi
    • Buongiorno Marco.
      Vorrei chiederle se sia rientrato allo sconfino e dopo quanto tempo, ma soprattutto se abbia ricevuto una comunicazione da parte della banca in merito alla segnalazione negativa.

    • Buongiorno grazie x la risposta. Sono rientrato subito nel senso che da febbraio 2015 fino ad ora non si sono piu verificati eventi di sforo extrafido. La banca non mi ha avvisato di nulla a riguardo. Grazie

    • Buongiorno Marco.
      Sebbene l’Arbitro Bancario Finanziario abbia più volte evidenziato come siano illecite le segnalazioni avvenute per piccoli problemi come possono essere dei semplici ritardi di pagamento, purtroppo il codice di deontologia e di buona condotta dei sistemi informativi non impone nulla riguardo gli sconfini dei fidi, non trattandosi di rapporti di tipo rateale. Ciò che potrebbe fare, dunque, è rivolgersi ad un’associazione di consumatori per cercare di fare pressione all’istituto di credito. Si fosse trattato di un ritardo di pagamento in un finanziamento avrebbe potuto tranquillamente ottenere la cancellazione che, comunque, dovrà essere effettuata generalmente nel giro di 12 mesi.
      Saluti.

  3. bUONGIORNO,

    se non risulta nessuna segnalazione nel nella centrale EURISC crif posso procedere con la richiesta di un finanziamento con la speranza che non mi venga respinto per qualche insolvenza??

    Rispondi
    • Buonasera Marco.
      Oltre a Crif ci sono altre banche dati creditizie come experian, ctc e Cr di Banca d’Italia. In mancanza di segnalazioni negative un eventuale rifiuto non sarebbe sicuramente imputabile alle insolvenze.
      Saluti.

  4. Ciao io ho fatto un finanziamento nel 2009 x l acquisto di di una macchina ho solo pagato le prime rate xke avevo perso il lavoro il finanziamento e scaduto nel 2011 e possibile che ancora oggi dopo 3 anni risulti ancora in crif???non si cancellerà mai???

    Rispondi
    • Buonasera Marco.
      Se non ha più pagato è normale che la segnalazione sia ancora visibile in quanto la data di ipotetica estinzione si sposta sempre. I tre anni devono decorrere dalla data di estinzione o dall’ultima comunicazione da parte della finanziaria.
      Saluti.

    • Egregio Sig. della ISICREDIT ,
      lei forse non ha letto bene l’articolo 6 comma 5 del codice deontologico.
      Per un finanziamento non estinto ,trascorsi 36 mesi dalla scadenza del contratto di finanziamento , e se non ci sono stati aggiornamenti ” RILEVANTI O ACCORDI RIGUARDO AL RIMBORSO ” , si può chiedere la cancellazione.
      Consiglio chiunque in caso di diniego di rivolgersi all’ ADUSBEF

    • Buongiorno Sig. Raimondo.
      L’articolo in questione lo conosciamo bene. Il discorso è che la scadenza contrattuale slitta se il pagamento non viene effettuato, ragion per cui i 36 mesi non possono decorrere se il finanziamento non viene concluso o non si trova un accordo in merito.
      Saluti.

  5. Buongiorno,nel 2011 ho avuto problemi con una finanziaria poi risolti adesso vorrei richiedere un finanziamento ma per non fare brutte figure ho appena fatto un accertamento alla centrale rischi della banca d’italia e non risultano segnalazioni,devo fare degli accertamenti anche al crif o è superfluo?può spiegarmi la differenza tra i due accertamenti e la mia banca unicredit cosa controlla dei due?

    Rispondi
    • Buongiorno Silvio.
      Sicuramente la Crif viene controllata. Banca d’Italia con la Sua centrale rischi immagazzina dati negativi solamente per prestiti di un certo importo. In crif trova tutti i dati positivi e negativi dei finanziamenti.
      Saluti.

  6. Buongiorno,
    Ho richiesto ai SIC (CRIF, CTC, EXPERIAN e Banca d’Italia) informazioni sulla mia posizione creditizia e non risulta nulla su nessuna banca dati.
    Allora perché mi hanno respinto la richiesta per un prestito?
    Le risposte che forniscono queste Centrali Rischi sono veritiere? Se così non fosse a cosa serve richiedere informazioni sulla propria posizione?
    Grazie e saluti

    Rispondi
    • Buonasera Denise.
      Certo che sono veritiere, ma le richieste di prestito non vengono respinte solo per la presenza di segnalazioni negative. Ci possono essere diverse ragioni. Per farle un esempio un reddito basso può essere un motivo. Dovrebbe chiedere la motivazione alla finanziaria a cui si è rivolta.
      Saluti.

    • la verità, e che chi ha avuto una segnalazione in crif,quella rimarra’ tutta la vita..dicono 36 mesi…ma quando chiedi un finanziamento loro possono accedere a dati piu vecchi dei 36 mesi..e sanno tutto….i 36 mesi e solo una fregatura…perdete le speranze…e cosi,ma lo negano

    • Buongiorno Domenico. La penso come Lei ma limitatamente alle finanziarie che già sanno dei problemi passati. Dopo 36 mesi, però, si viene cancellati ed è la legge che lo dice. E’ chiaro che se una finanziaria fosse a conoscenza dei vecchi problemi non si potrebbe obbligarla a dimenticare, ma rivolgendosi ad un nuovo istituto non c’è modo in cui questi possano recuperare dati storici, sarebbe illegale.
      Saluti.

  7. Buongiorno vorrei un chiarimento sulle segnalazioni negative. in particolare sugli importi non sanati, cosa si intende:
    “Oltre questi termini, i dati potrebbero non venire eliminati, se, all’interno degli stessi intervalli di tempo, verranno registrate altre inadempienze”.
    Faccio un esempio se non si pagano le ultime rate di un prestito oppure non si paga l’importo di una carta di credito, le società o banche possono risegnalare di nuovo la stessa mancanza?

    Poi vorrò anche un chiarimento sul successivo punto:
    “Le informazioni creditizie di tipo negativo relative ad inadempienti non successivamente regolarizzati possono rimanere conservati in un sistema non oltre 36 mesi dalla data di scadenza contrattuale del rapporto o dall’ultimo aggiornamento.”
    Cosa si intende ultimo aggiornamento?
    Trascorsi i 36 mesi si cancellano in automatico?
    Grazie Francesco

    Rispondi
    • Buongiorno Francesco.
      Si parla di ulteriori inadempienze, non di segnalazioni circa le stesse inadempienze per cui si è già stati segnalati. Si intende che nel pratico la finanziaria continuerà ad aggiornare la banca dati segnalando che le rate ancora non siano state pagate. Di fatto, dunque, se non si regolarizza la posizione non si viene mai cancellati, salvo che la finanziaria smetta di inviare aggiornamenti (cosa improbabile).
      Saluti.

  8. Buongiorno ho fatto una richiesta in crif poiché ho avuto problemi con dei finanziamenti su truffa di un familiare!ho risolto tutte le varie pratiche ma l altro giorno mi e arrivata una carta di un recupero crediti per una carta revolving findomestic fatta nel 2010 ma nell ultimo crif non risultava. Mi chiedo come mai questa carta mai rimborsata non risulta in crif visto che siamo nel 2014?cosa devo fare per vedere se ho altri debiti co. Finanziarie oltre a crif? Grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Paolo.
      Ci sono varie altre banche dati, come cai carter per le carte, experian e ctc oltre che la centrale rischi di banca di Italia per debiti superiori a 30.000 euro.
      Saluti.

  9. Salve io ho fatto diversi finanziamenti nn sapendo di essere stato inserito nella banca dati, nel giro di una settimana ho fatto 3 finanziamenti negati adesso sono passati quasi 12 mesi e l’unica rata che nn avevo pagato stata saldata, da piu di un anno sono con i pagamenti regolari e mi hanno dato quasi la conferma che ormai nn sono piu segnato nella banca dati . 12 mesi trascorsi possono bastare prima di chiedere un’altro prestito personale??? Stiamo parlando di una carta revolving la quale sto ancora usando. lei cosa mi consiglia grazie aspetto una sua risposta

    Rispondi
    • Buongiorno Albert.
      Se questa rata non l’ha tardata per un periodo superiore a 2 mesi, 12 mesi sono sufficienti per ottenere la cancellazione.
      Ad ogni modo Le consiglio di verificare la Sua visura Crif prima di fare la richiesta.
      Saluti.

  10. Buongiorno ho fatto un assegno il 29 dicembre di mille euro il giorno dopo il signore venni da me perche mi disse che l assegno non la poteva trovare io gli dissi che bisogna fare una denuncia dai carabinieri e cosi facemmo e gli diedi i mille euro poi dopo tutto mi sono accorto che l assegno smarrito mi esce in cerved come protesto assegno smarrito o rubato in pagato qualcuno mi può spiegare come togliere questa pecca ?

    Rispondi
  11. BUONA SERA,
    MI SERVIREBBE SAPERE,SE E’ POSSIBILE ,QUANDO AVVIENE L’AGGIORNAMENTO DATI SUL SISTEMA SIC.
    MI SPIEGO MEGLIO ,HO FATTO RICHIESTA A CRIF X CONOSCERE LA MIA SITUAZIONE,è USCITA FUORI CHE HO SU DUE FINANZIAMENTI RITARDI DI 1 RATA A TESTA NEL MESE
    DI GENNAIO 2013 CON REGOLARIZZAZIONE 12/02/13 .
    HO FATTO RICHIESTA DI AGGIORNAMENTO DATI ALL’AGOS VISTO CHE SONO TRASCORSI 12 MESI , COME LEGGE PREVEDE ,ED HO SEMPRE PAGATO REGOLARE.PER RISULTARE PULITO SENZA SEGNI NEGATIVI QUANTO TEMPO DEVO ATTENDERE?

    Rispondi
    • Buongiorno Cosimo.
      La cancellazione dovrebbe avvenire in automatico per cui se ha tardato a febbraio una rata a marzo il ritardo sarà cancellato. Faccia nuovamente richiesta a marzo per verificare.
      Saluti.

  12. buongiorno hofatto tutte le ricerche e sono apposto ma come faccio richiesta mi rispondono che ci sono problemi al SIC qualcono mi sa dire cosa e grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Benny.
      Il SIC in realtà non è solo uno. Sic sta per sistema di informazione creditizia, e in questo sono comprese varie società che possiedono varie banche dati creditizie. Le principali sono CRIF, EXPERIAN e CTC.
      Invii a queste società la richiesta di accesso ai suoi dati personali per controllare la Sua posizione.
      Saluti.

  13. salve, qualcuno mi puo spiegare perche sono segnalato alla Crif e non alla Ctc,
    Sto pagando le ultime 1.000 euro di un prestito fatto a cambiali, perche non avevo la possibilita di onorare le rate, ma adesso le ho pagate regolarmente e sto per finire,
    Adesso sono proprietario di un bar da quasi 2 anni, vado nella mia banca per un fido di 3.000 euro e mi
    Viene negato perche spunto come cattivo pagatore, alla crif,
    Ma le banche non possono agire di testa propria per un piccolo fido?
    Se io vado a per fare un prestito in qualche finanziaria mi verra negato o e meglio andare in qualche finanziaria
    Che si appoggia alla Ctc e se e cosi quali sono?
    Grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Gaspare.
      A Crif si appoggiano tutte le finanziarie, le altre banche dati, invece, non sono utilizzate da tutti, per cui se ha problemi in crif non riuscirà ad ottenere un finanziamento.
      Saluti.

  14. Buongiorno,
    ho una segnalazione in Experian per un pignoramento. Il debito è stato estinto nel 2005, ma contattando questa banca dati ho saputo che sono richiesti 10 anni per la cancellazione in quanto il dato è riportato in registri pubblici. Ora ho saputo che talune società, ovviamente pagando un compenso, sono in grado di cancellare la mia segnalazione anche prima di tale termine. La cosa corrisponde a verità?
    Grazie e cordiali saluti.

    Rispondi
    • Buongiorno Gianfranco.
      Nessuna società può cancellare ciò che Lei non può cancellare da solo. Sinceramente 10 anni mi sembrano tanti, per cui si faccia dare i riferimenti del registro pubblico in cui sono riportati tali dati e si rivolga a loro. Solo dopo aver chiarito la cosa ed eventualmente aver cancellato il dato nel registro, chieda a Experian di cancellare anche la loro banca dati.
      Saluti.

    • Buonasera,
      ringrazio per la risposta. Il pignoramento che ho avuto è stato su un immobile e quindi presumo che nel cosiddetto “storico” dei registri pubblici immobiliari tale iscrizione non verrà mai cancellata, e all’Experian, appunto per questo motivo, conservano il dato per 10 anni. Dunque la pubblicità apparsa su taluni quotidiani devo considerarla ingannevole e attendere la scadenza del decimo anno?
      Saluti.

    • Buongiorno Gianfranco.
      Può leggere sui siti delle banche dati creditizie stesse le modalità e i tempi di cancellazione. Loro stesse sconsigliano di affidarsi a qualsiasi individuo che prometta la cancellazione in quanto la cancellazione avviene solamente in automatico e solo attendendo i tempi previsti.
      Saluti.

  15. Salve sono Stefania ho una domanda d farle, ho fatto richiesta ctce crif, entrambe sono uscite pulitissime, nel senso che non ci sono segnalazioni negative,pur avendo pagato 2 rate in ritardo della compass e di finsomenstic(in qst ultimo caso carta aura revolving)le mensilità rigurdano marzo e aprile 2013, rgolarizzate a maggio 2013. La findomestic mi ha garantito che questo ritardo(primo in assoluto)non comportava nessun problema come altrettanto compass..ma la persona che stava curando la mia nuova pratica di finanziamento mi ha detto che pur essendo crif pulita priva di segnalazione come ctc non potevo accedere a nessun finanziamento, semplicemente perchè la ctc richiesta da me(tramite loro)è quella fatta da una persona fisica, mentre le finanziarie accedono ad una ctc diversa e li risultano le 2 rate findomestic.Qst cosa non mi è chiara ma la ctc non è unica?????se entrambe sono pulite come experian (che non ho ancora capito a cosa serve) perchè non posso accedere ad un nuovo finanziamento????in più sono andata dalla findomestic e mi hanno detto che con loro non posso accedere ad un nuovo prestito per la cifra richiesta € 15000.00 poichè in passato ho solo richiesto 5000.00 e quindi lo storico è minimo, la carta aura non esce nemmeno in crif, essendo un fido e una situazione interna di findomestic…Mi può aiutare grazie

    Rispondi
    • Buongiorno Stefania.
      Experian è un’altra banca dati, come ce ne sono altre. Questo discorso della doppia ctc sinceramente non mi risulta affatto. Se non risulta a Lei non può risultare alla finanziaria. La realtà è che anche non essendoci segnalazioni negative nelle banche dati, findomestic ha una sua banca dati interna e sa che Lei ha avuto dei ritardi, ed è per questo che non le danno un prestito. Deve cambiare finanziaria, rivolgersi a qualcuno con cui non abbia avuto problemi, anche minimi. Per richiedere 15.000 euro, sarebbe inoltre consigliato avere la firma di un garante. Stia attenta a non fare una nuova richiesta prima che siano passati 30 giorni dal precedente rifiuto.
      Saluti.

    • Buongiorno Sabrina.
      Attualmente non siamo a conoscenza di istituti di credito che effettuino prestiti cambializzati che, tuttavia, non credo risolvano il problema, ma spesso portano al protesto.
      Saluti.

  16. Salve,
    ho inserito una richiesta online di un finanziamento per la rateizzazione dell’acquisto di un bene a consumo, senza aver firmato un contratto (si tratta di una richiesta non impegnativa), la pratica mi è stata rifiutata ed è stata inoltrata una segnalazione in crif, mi chiedo è possibile che una finanziaria invii una segnalazione in banca dati senza un mio consenso firmato al trattamento dei dati personali?
    Sempre in crif appaiono due carte revolving che mi sono state inviate e che non ho mai attivato, è possibile richiedere al crif la cancellazione o mi devo rivolgere a chi le ha inviate?
    Grazie in anticipo,
    Cordiali Saluti.

    Rispondi
    • Buongiorno Maria.
      Per quanto riguarda le carte revolving l’importante è che non ci siano segnalazioni negative. Ad ogni modo potrebbe provvedere a farsele ritirare e chiedere a crif di cancellarle. Per quanto riguarda la richiesta on line, per inviarla sicuramente avrà dato il consenso al trattamento dei dati personali tramite flag. Le richieste di finanziamento finiscono in crif necessariamente, per cui senza il consenso non avrebbe potuto inviare la richiesta. La richiesta finisce in crif anche se non impegnativa, in quanto Lei comunque avrebbe potuto rifiutare il prestito qualora lo avessero accettato.
      Saluti.

  17. le scrivo questo perchè ad un mio amico gli è capitato un fatto che mi viene da ridere. il mio amico ha fattò un finanzimento con compass ha pagato regolarmente le rate, ha finito e dopo un paio di anni ha fatto richiesta di un prestito in banca,essendo tranquillo ,gli è stato respinto e non capiva il motivo, poi ha insistito e l’istituto ha controllato per bene e ha trovato che era in debito di 13 euro di mora ,ciò e possibilè ? l’anno bloccato per 13 euro, senza avvertimento non ci e arrivato nessuna carta di avviso a casa , niente di niente e una cosa normale secondo voi? la banca a chi si era rivolto gli a detto ,contatta la finanziaria paga il debito e ti fai rilasciare la liberatoria, vergognoso bloccato per 13 euro senza avvisato . a provato a fare di nuovo il prestito e lo hanno concesso subito. e una cosa normale per lei?saluti …

    Rispondi
    • Buongiorno Domesa.
      Quanto raccontato al suo amico mi pare alquanto strano. Al di là della segnalazione negativa per 13 euro, le finanziarie e banche hanno l’obbligo di avvisare il cliente qualora ci sia qualcosa che non va. Se anche il suo amico avesse pagato il debito non se la sarebbe cavata con una liberatoria in quanto una segnalazione negativa penalizza anche in presenza di liberatoria, per cui le cose non devono essere andate come le hanno raccontato.
      Saluti.

    • Ho dei finanziamento in corso,pagati regolarmente, non risultano in crif perché ho tolto il consenso. posso richiedere
      un mutuo in banca?

    • Buongiorno Antonio.
      Può comunque richiedere il mutuo.
      Tenga conto che non dare il consenso crif non rende immuni dalle segnalazioni negative in quanto queste vengono effettuate per legge.
      Saluti.

  18. salve, mi può dire , se agosducato a, una banca dati per conto suo , o e collegata con tutte le altre? esempio:esco pulito in tutte le banche dati,vadoin banca per richiedere un prestito . l’agosducato può interferire in modo di farmi bocciare la pratica? io nella mia ignoranza almeno, penso che le banche siano una cosa e agiscono a loro modo . le finanziarie , tipo agos,compass ,findomestic,eçç……..cioè società private,rovina persone…….. agiscono in un’altro modo.infatti .anche per dieci euro iscrivono le persone e li giudicano per quelli che non sono. li consumano………. per questo penso che le banche , ma banche, a cui una persona si deve rivolgere, nooo a queste società consumaaa povere persone ,e rendergli la vita ancora più difficile .e tutto,grazie………

    Rispondi
    • Buongiorno Domesa.
      Sia banche che finanziarie accedono alle stesse banche dati e hanno le stesse procedure di iscrizione nelle banche dati creditizie. Agos Ducato avrà sicuramente una sua banca dati interna che valuterà oltre alle altre banche dati creditizie.
      Saluti.

  19. buon giorno ,nel crif e uscito questo, dettaglio andamento dei pagamenti, ritardi di pagamento :000000000000 altre segnalazioni:000000000000 peggior stato segnalato : – questo mi e comparso in crif, quello che non o capito e il trattino ,mi può dire cosa significa specificamente??? grazie mille

    Rispondi
    • Buongiorno Sasà.
      Il trattino non indica nulla, al posto del trattino, in caso di segnalazioni negative, ci sarebbero delle lettere.
      Saluti.

  20. grazie per la risposta , io penso di non avere segnalazioni gravi si tratta solo di finanziarie non saldate.comunque se non risulto in ctc,crif,experian e banca d’italia. posso provare a chiedere un finanziamento senza sorprese???

    Rispondi
    • Buongiorno Sasà.
      Nel mondo dei prestiti personali non c’è mai certezza di nulla. Anche se il prestito non venisse respinto per segnalazioni potrebbe esserlo per svariati altri motivi, per cui non le posso dare la certezza che qualora richiedesse un prestito, questo le verrebbe accettato. Le posso solo dire di provare in quanto non c’è altro modo per conoscere il risultato. Solo non faccia più di una richiesta alla volta e, in caso di rifiuto, attenda 30 giorni prima di fare una nuova richiesta.
      Saluti.

  21. salve, 10 anni fa ho fatto dei finanziamenti che non ho mai saldato, una decina di giorni fa ho richiesto a crif la mia situazione.
    Crif mi ha risposto e risulto pulito, come è possibile ????

    Rispondi
    • Buongiorno Sasà.
      E’ possibile che le finanziarie abbiano ceduto il credito nei suoi confronti a terze società facendo risultare il debito come estinto. Oltre a questo, però, crif assegna comunque anche delle valutazioni sul cliente che potrebbero penalizzarla in fase di richiesta di un prestito.
      Non le resta che provare a richiedere il prestito.
      Saluti.

    • Se crif può anche riservare valutazioni negative, che senso ha avuto la mia richiesta di visura presso la sopracitata banca dati ??? Ho anche fatto richiesta presso altre banche dati, ctc, experian, e banca d’italia, posso risultarein una di queste come cattivo pagatore anche se i tempi di conservazione sono identici a quelli del crif ????
      La ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità.

    • Buongiorno Sasà.
      Il senso dell’esistenza di diverse banche dati sta nella tipologia di dati che queste possono conservare, ad esempio mentre crif conserva dati positivi e negativi, ctc conserva solamente dati negativi. Inoltre alcune finanziarie si appoggiano ad una sola banca dati, altre a più di una, ma se il prestito risulta estinto le tempistiche di conservazione sono le stesse per cui non dovrebbe risultare nelle altre banche dati. Purtroppo, e siamo in totale accordo con Lei, il sistema così come è strutturato impedisce realmente a chi abbia avuto dei problemi di risollevarsi, in quanto sostanzialmente, soprattutto per segnalazioni negative gravi, il marchio di cattivo pagatore resterà a vita, anche se non visibile dalle banche dati creditizie.
      Saluti.

  22. Buona sera ,
    vorrei sapere come posso fare per cancellare il mio nome , in quanto non ho mai avuto finanziamenti e mai ne avro’, perche’ nel crif risultano delle richieste di CARTE DI CREDITO fatte nel 2002 -2006 – ma mai avute !
    Mi devo recare alla federconsumatori??? o tramite legale?? perche’ a tutt’oggi non c’e’ un cavolo di servizio che riaggiorni la pulizia dal Crif.
    Grazie , Vincenzo.

    Rispondi
    • Buongiorno Vincenzo.
      Per chiedere la cancellazione di segnalazioni crif qualora queste risultassero inesatte le basterà inviare una richiesta di accertamento a crif segnalando che i dati non sono corretti. Crif dovrà sospendere le segnalazioni per accertamenti e nel caso cancellarla. Qualora non riuscisse per qualche motivo e fosse sicuro di quanto sostiene, rivolgersi ad un’associazione di consumatori potrebbe essere una buona mossa.
      Saluti.

  23. Buongiorno a tutti.
    Vorrei un informazione. due mesi fa ho tardato una rata di un preestito fatto con findomestic. volevo sapere se sono stato segnalato nel sic e quando portò di nuovo fare prestiti.
    grazie.

    Rispondi
    • Buongiorno Alberto.
      é possibile che la segnalazione sia stata fatta per cui le consiglierei di richiedere una visura crif per verificare. Nel caso vi fosse una segnalazione negativa, se il ritardo non ha superato i due mesi questo verrà cancellato dopo 12 mesi dalla regolarizzazione della rata. In caso di ritardo superiore a 2 mesi la segnalazione rimane per 24 mesi dalla regolarizzazione.
      Saluti.

  24. i prestiti con cessione del quinto figurano in crif? sono in qualche modo visibili dalla banca? oppure possono solo rendersene conto vedendo la busta paga?

    Rispondi
    • Buongiorno Edoardo.
      Alcune finanziarie segnalano al crif anche le cessioni del quinto, ma sono in netta minoranza. Generalmente la cessione del quinto è visibile solamente sulla busta paga e non su Crif o su altri SIC.
      Saluti.

    • Al momento non ci risulta che Santander segnali la presenza di cessione del quinto ai SIC, sicuramente Ge Money lo fa. A breve, anche se non si sa ancora una data certa, tutti gli istituti di credito si adegueranno nel segnalare anche la cessione del quinto nei Sic.
      Saluti

    • Grazie mille per l’informazione,

      in ogni caso la segnalazione avviene a finanziamento concesso o alla liquidazione?

  25. Buongiorno Gennaro.
    Il protesto non è visibile in Crif, experian o Centrale rischi. Per verificare la presenza di un protesto deve recarsi presso la camera di commercio.
    Saluti.

    Rispondi
  26. Buongiorno Alessandra.
    E’ improbabile essere presenti in crif sena aver mai fatto prestiti. Le suggerisco di controllare in crif e experian e di verificare se avesse fatto da garante a qualcuno. Infatti si è presenti in crif anche se si fa da garante ad una persona e questa non paga.
    Saluti.

    Rispondi
  27. Nei sistemi di informazioni creditizie sono segnalati anche i protesti? ho emesso un assegno, ma sul conto corrente non c’è tutta la disponibilità. mi scoccia chiamare il direttore per chiedere un aiuto, visto che più volte ci siamo scontrati. come faccio per vedere se l’assegno andrà in protesto?
    Gennaro

    Rispondi
  28. E’ possibile che sia presente nei sistemi di informazioni creditizie senza mai aver fatto un prestito personale? ho fatto richiesta alla mia banca, Unicredit, e mi hanno bocciato la domanda di prestito perchè segnalata cattiva pagatrice. secondo loro risulto segnalata nei sistemi di informazioni creditizie per un prestito fatto due anni fa e di questo prestito non avrei mai pagato neache una rata??!! impossibile perchè non ho mai chiesto un prestito!!! come è possibile???
    Alessandra

    Rispondi
  29. Buongiorno Roberto.
    Tutte queste banche dati fanno parte dei sistemi di informazioni creditizie, e crif, experian e ctc sono le società private o associazioni che gestiscono queste banche dati. Le tempistiche sono le stesse in quanto dettate dalla legge. Nella fattispecie, parlando dei dati negativi che sono quelli che più interessano, ritardi fino a due rate per non più di due mesi, restano nelle banche dati per 12 mesi. Ritardi di pagamento di più di due rate o comunque di più di due mesi, restano nelle banche dati per 24 mesi. Gli insoluti, invece, restano nelle banche dati per 36 mesi.
    Saluti.

    Rispondi
  30. una domanda, ma SIC (Sistemi di informazioni creditizie) sono un altra banca dati oltre a crif, experian e ctc? ma quante ce ne sono? non è più semplice averne solo una? visto che ho avuto dei ritardi di pagamento, vorrei sapere i tempi massimi di conservazione dei dati creditizi. variano per ogni singola banca dati? Ovvero crif, experian e ctc hanno un loro regolamento interno o esiste qualcuno che detta regole ben precise? nel caso quali sono queste tempistiche?
    grazie

    Roberto

    Rispondi
  31. Buonasera Sergio.
    Se ha chiuso il prestito personale 20 mesi fa e aveva tardato più di due rate, tra circa 4 mesi potrà effettuare una nuova richiesta di prestito personale. Le suggerisco, però, di richiedere prima l’accesso alle sue banche dati creditizie prima di richiedere il prestito.
    Saluti.

    Rispondi
  32. sono segnalato come cattivo pagatore nei sistemi di informazione creditizia per un prestito personale pagato con ritardi ma chiuso circa 20 mesi fa. per quanto durano queste segnalazioni negative in banca dati?
    Sergio

    Rispondi
  33. Buongiorno Pietro.
    La segnalazione crif generalmente non parte in automatico da subito, ma l’aggiornamento dei dati viene inviato dalla finanziaria o dalla banca i primi del mese successivo al ritardo della rata. Per cancellare un’eventuale segnalazione crif negativa dovuta a ritardi nel pagamento di un prestito, occorre che siano trascorsi i termini di legge a decorrere dalla data di regolarizzazione delle rate pagate in ritardo.
    Saluti.

    Rispondi
  34. Buongiorno Vanessa.
    In caso di ritardi nei pagamenti anche il garante viene segnalato in crif. Per esserne certa chieda l’accesso alle sue banche dati crif e experian.
    Saluti.

    Rispondi
  35. Buongiorno Marino.
    Se sono trascorsi i tempi minimi per ottenere la cancellazione dei dati questa dovrebbe avvenire in automatico. Occorrono 12 mesi per ritardi di una o due rate, 24 per più rate e 36 per la cancellazione di insoluti.
    Saluti.

    Rispondi
  36. Ho firmrato come garante per un prestito personale di un amico ma qualche mese fa ha tardato le rate del prestito. Penso sia segnalato come cattivo pagatore in crif, volevo capire se anche il garante viene segnalato in crif come cattivo pagatore o se invece viene segnalato solo l intestatario del prestito personale.
    Vanessa

    Rispondi
  37. buona sera, ho chiesto a crif l’aggiornamento dei sistemi di informazioni creditizie e dopo aver ricevuto il documento ho isto che c é ancora una vecchia segnalazione? Cosa devo fare per cancellare i ritardi di pagamento di un prestito personale chiuso un anno fa?

    Grazie
    marino

    Rispondi
  38. Buongiorno Alessandro.
    Non è necessario inviare fax o altre comunicazioni per richiedere la cancellazione nelle sic. La cancellazione è automatica e avviene se trascorsi i tempi previsti, ovvero 12 mesi fino a due rate pagate in ritardo e 24 mesi per più di 2 rate pagate in ritardo.
    Saluti.

    Rispondi
  39. Buongiorno Luca S.
    Crif è una delle società che gestiscono le varie banche dati creditizie. Oltre a Crif ci sono Experian e CTC.
    Se ha fatto delle richieste che sono state respinte, richieda accesso alla sua banca dati crif e experian e verifichi che lo stato della richiesta sia effettivamente respinta e non sia ancora in corso. Se fosse respinta, dovrebbe attendere i primi giorni del secondo mese successivo alla richiesta per poter richiedere un nuovo prestito personale.
    Saluti.

    Rispondi
  40. Buongiorno, sono residente a Modena e lavoro da 10 anni in una ceramica. Volevo capire cosa sono i sistemi di informazioni creditizie. Centra qualcosa il Crif? so che sono segnalato in banca dati per una richiesta di prestito personale fatta tramite un sito on line che fra le altre cose non specifica che sarebbero stati trattati i miei dati personali in banca dati. Mi hanno detto di chiedere a Crif la mia situazione, che a parte questa richiesta di prestito personale, dovrebbe essere regolare. Leggo adesso però questo articolo che parla di sistemi di informazioni creditizie e quindi volevo capire se è sufficiente richiedere a crif lo stato della mia posizione o se invece devo attivarmi diversamente.
    grazie
    Luca S.

    Rispondi
  41. Buonasera Maria.
    Potrebbe essere successo che la finanziaria le abbia comunicato il rifiuto della pratica ma non abbia effettivamente inviato la richiesta di aggiornamento al crif. Se la richiesta risultasse ancora in corso potrebbe rimanere visibile 180 giorni. Deve richiedere accesso alle sue banche dati crif e experian e nel caso verificasse l’esistenza della richiesta in corso, dovrebbe richiedere alla finanziaria di comunicare il rifiuto o il ritiro della pratica.
    Saluti

    Rispondi
  42. Buongiorno, volevo sapere cosa succede se tardo delle rate di prestito personale? Partono subito le segnalazioni in banche dati crif? Nel caso come posso cancellare la segnalazione cattivo pagatore?

    Grazie

    Rispondi
  43. Buongiorno, ho letto in vostro articolo, ma io mesi fa ho fatto una richiesta di prestito personale che mi è stata respinta. Poi a distanza di 3 mesi mi sono rivolta ad un altra finanziaria e mi hanno respinto nuovamente la pratica perché hanno visto una precedente segnalazione in banca dati di richiesta di prestito. Vorrei capire quindi come è possibile che dopo 3 mesi sono riusciti a vedere ancora la richiesta di prestito personale quando invece doveva essere cancellata? Qunato tempo rimangono le richieste di prestito in banca dati…1 mese o infinito???
    Grazie
    Maria

    Rispondi