Ottengo il Mio Prestito!

Cancellazione Crif in 7 Punti Scopri Come Avere un Prestito

Cancellazione CRIF: come fare?” è una domanda che i consumatori pongono spesso ai servizi di consulenza creditizia, come noi. La situazione può apparire caotica e confusionaria a una prima occhiata, ma in realtà è piuttosto semplice. Magari sei arrivato qui chiedendoti come cancellarsi dal CRIF come cattivo pagatore o perché il tuo problema riguarda la cancellazione da altre banche dati, come Experian o CTC. Oppure vuoi sapere se sia possibile procedere con un oscuramento dei dati CRIF come hai sentito proporre da alcuni fantomatici operatori di settore? Tutte le risposte sono qui, a portata di mano.

Inoltre, se sei segnalato nelle liste creditizie come cattivo pagatore e sei in cerca di liquidità, ISICredit ha predisposto per te numerosi prodotti. Scopri il nostro prestito dedicato ai cattivi pagatori CRIF o contattaci per qualunque domanda: i nostri consulenti finanziari sono a tua disposizione, a titolo gratuito e senza impegno.

Segnalazione cattivo pagatore

Andiamo con ordine: la necessità di cancellazione dello status di cattivo pagatore deriva da una precedente segnalazione. Quando un debitore si trova a essere inadempiente nel proprio rapporto finanziario, la banca o istituto di credito contraente provvedono a inoltrare questa segnalazione. Ciò significa che se il debitore è insolvente, tale informazione viene trasmessa alla banca dati di un sistema di informazione creditizia (SIC). Lo stesso vale nel caso di ritardo nei pagamenti delle rate di un prestito o di un finanziamento.

Il consumatore entra a far parte quindi delle liste dei “cattivi pagatori” e diventa difficile, se non impossibile, ottenere nuova liquidità da parte delle banche. Questo perché, nel momento di valutazione di una richiesta, gli istituti di credito consultano i database dei SIC come il CRIF, Experian o il CTC indagando sul profilo del richiedente. Se dallo storico dei rapporti finanziari emerge una condizione di inadempienza, il prestito non viene concesso.

Cancellazione dati CRIF, Experian, CTC

Partiamo dal presupposto che vi è l’obbligo del segreto per le banche e gli intermediari che consultano i sistemi. Tale obbligo va visto in attuazione del “Codice di deontologia” pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 23 dicembre 2004. I sistemi di informazione creditizia funzionano infatti come un circuito chiuso, all’interno del quale le informazioni sono accessibili solamente ai soggetti aderenti. Secondariamente, gli intermediari bancari e finanziari e i gestori dei SIC hanno l’obbligo di controllare l’esattezza delle informazioni segnalate e di provvedere al loro aggiornamento dati. All’interno dei sistemi di informazione creditizia sono presenti sia segnalazioni di tipo positivo che segnalazioni di tipo negativo.

Queste ultime sono quelle a cui si fa riferimento quando si pongono domande relative al “cattivo pagatore” e a “come cancellare” questo status. Il cliente ha diritto di conoscere le informazioni registrate a proprio nome nei vari archivi. Come? Solitamente si può inoltrare richiesta per una visura online per verificare se si è cattivo pagatore, tramite il sito del CRIF, di Experian o del CTC. In caso di errori è possibile richiedere la cancellazione crif oppure la semplice modifica di dati non corretti. L’eliminazione, l’integrazione e la modifica dei dati contenuti negli archivi può essere disposta anche con provvedimento dell’Autorità Garante per la privacy.

Il soggetto da cui parte la segnalazione, sia esso una banca o un intermediario finanziario, ha l’obbligo di avvisare l’interessato nel caso di primo ritardo nei rimborsi. In questo modo il debitore potrà evitare la segnalazione al SIC tramite il versamento della rata scaduta. Un nuovo ritardo relativo allo stesso rapporto finanziario verrà invece segnalato direttamente al sistema di informazione creditizia.


Aggiornamento CRIF Tempistiche di conservazione dati

In linea generale, i dati relativi a prestiti e finanziamenti vengono cancellati automaticamente, senza bisogno di richieste specifiche. Le tempistiche variano in base al tipo di dato e sono definiti dal già citato Codice Deontologico. Ne emerge che le tempistiche sono ben delineate anche per le segnalazioni di tipo negativo. Quindi, se ti stai chiedendo quanti anni servono per la cancellazione crif dello stato di cattivo pagatore dopo il saldo del debito, la risposta è:

  • 1 o 2 rate pagate in ritardo12 mesi dalla comunicazione di regolarizzazione, a condizione che in questi 12 mesi i pagamenti siano sempre regolari
  • 3 o più rate pagate in ritardo24 mesi dalla comunicazione di regolarizzazione, a condizione che in questi 24 mesi i pagamenti siano sempre regolari
  • finanziamenti non rimborsati36 mesi dalla data di estinzione prevista o dalla data in cui l’istituto di credito ha fornito l’ultimo aggiornamento.

Per quanto riguarda le informazioni riguardanti richieste di finanziamento e gli eventuali relativi rifiuti, la richiesta può essere visibile nei SIC per il tempo utile all’istruttoria, fino ad un massimo di 180 giorni. Nel caso di richieste rifiutate o di rinuncia del richiedente, l’informazione rimarrà presente in archivio per un massimo di 90 giorni. Tale visibilità massima nei SIC va intesa non dalla data della richiesta di credito, quanto piuttosto dalla data della richiesta di aggiornamento delle banche dati. Per gli istituti di credito questa viene solitamente effettuata il primo giorno del mese successivo alla richiesta.

Cancellazione dati Crif

Come ottenere e richiedere la cancellazione dei dati presenti nell’archivio CRIF per un prestito non pagato? Come fare? O meglio, come modificare (che sia correggere o, appunto, cancellare) i dati registrati in EURISC, cioè il sistema contenente le informazioni? Secondo quanto riportato sul sito CRIF, il debitore può ritenere che i suoi dati non siano trattati secondo la normativa sulla privacy o che l’istituto di credito non li abbia segnalati chiaramente.

Solo in questi casi è suo diritto gratuito richiedere la cancellazione Crif o modifica dei suoi dati dal SIC, compresa quindi una cancellazione della segnalazione di “cattivo pagatore” (se giustificata). Anche attivarsi tramite avvocato non risolverà le problematiche se i dati presenti riportano informazioni corrette. Per chi ha effettivamente accumulato ritardi, la cancellazione avverrà dopo il saldo delle rate insolute.

Cancellazione Crif: come risolvere una situazione di errore?

Come uscire dal Crif? Come cancellarsi? Per ottenere la modifica o l’integrazione dei dati, il debitore può:

  • rivolgersi all’istituto di credito segnalatore, per ottenere direttamente una modifica dei dati presenti in EURISC
  • utilizzare il modulo presente online per rivolgersi a CRIF, il quale chiederà al segnalatore una verifica e solo dopo un suo riscontro potrà fornire una risposta.

Nel secondo caso comunque Crif garantisce un riscontro entro 15 giorni, con il quale fornire una risposta o una nuova scadenza temporale per questa. A tutela del debitore, se l’istituto contattato non risponde entro i primi 15 giorni, l’accesso ai suoi dati viene inibito a tutti i soggetti aderenti al SIC fintanto che la pratica non viene evasa.

Ti segnaliamo infine che è possibile anche richiedere la cancellazione dei dati positivi, prima che siano trascorsi i tempi di conservazione. Non risulta comunque conveniente per il debitore perché un dato positivo consente di aumentare la propria affidabilità creditizia agli occhi delle banche che consultano il SIC.

Cancellazione dati Experian e CTC

Abbiamo assodato che i termini di conservazione dei dati negativi nelle banche dati SIC sono definiti per legge e pertanto sono uguali per tutte le società. In maniera similare a quanto avviene per CRIF, il consumatore può far valere il proprio diritto di accesso ai dati anche per Experian e per il Consorzio per la Tutela del Credito (CTC). Nel primo caso, è presente sul sito istituzionale, nella sezione denominata “Area consumatori” un modulo da compilare per richiedere l’accesso o la cancellazione dei dati in Experian. Nel secondo caso invece è possibile accedere direttamente alla banca dati telematica, passando dall’apposita pagina “istanza on line” previa procedura di registrazione.

Cancellare dati CRIF a pagamento

In chiusura vogliamo mettervi in guardia. È possibile incappare in sedicenti annunci su internet che promettono al cattivo pagatore la cancellazione dei propri dati dai sistemi di informazione creditizia, in cambio di una somma di denaro. Le persone vengono attirate in queste truffe cercando come “pulire” il proprio profilo presente nel database CRIF, trovandosi davanti a false promesse. L’invito è a diffidare di chi:

  • consiglia di richiedere la cancellazione dei dati positivi, per i motivi spiegati sopra;
  • richiede denaro millantando di ottenere la cancellazione dei dati negativi.

Alla domanda “Cancellazione Crif costo” rispondiamo nessun costo!

Come detto, infatti, questi ultimi possono essere modificati o cancellati in maniera autonoma e gratuita solo se non sono stati correttamente segnalati o aggiornati dall’istituto di credito. In caso contrario, non vi è modo di rimuoverli dargli archivi dei SIC prima dei termini previsti dalla legge.

Oscuramento CRIF: come fare?

Sicuramente se hai sentito parlare di cancellazione dei dati, avrai trovato anche qualche informazione sulla possibilità di un oscuramento dati CRIF. Abbiamo ricevuto infatti numerose richieste di spiegazione sull’argomento, al punto da aver riscontrato l’esigenza di fare chiarezza una volta per tutte.

Domanda secca: è possibile procedere con un oscuramento CRIF? Risposta breve: no. Quando ne sentite parlare (o vi viene proposto), fate attenzione. Come nel caso della cancellazione, vi trovate davanti a operatori truffaldini che non vi spiegano le cose per come stanno effettivamente.

Partiamo dal presupposto che è effettivamente possibile trovarsi in una situazione di oscuramento dati CRIF o CTC. Ciò accade perché questi istituti, autonomamente o in seguito a determinate segnalazioni, mettono in atto tale provvedimento per tutelare l’immagine del debitore. L’oscuramento temporaneo dei dati infatti avviene quando vi è la necessità di effettuare delle verifiche sui dati inseriti o sulla veridicità della referenza creditizia presente.

Il fatto però di avere i propri dati oscurati, quindi non accessibili, costituisce uno svantaggio per il richiedente credito. In maniera equivalente al “non censito”, infatti, le banche non vedono di buon occhio i clienti dei quali non è possibile avere informazioni sufficienti a ricostruire il merito. Ne consegue che un richiedente con dati oscurati al CRIF non è un cliente affidabile, quindi la sua richiesta verrà respinta.

Ottenere un nuovo prestito anche se segnalato nei SIC? Si può!

Anche se se il tuo nominativo è segnalato nei sistemi di informazione creditizia come cattivo pagatore, con ISICredit puoi ottenere la liquidità di cui hai bisogno. Se sei pensionato o dipendente a tempo indeterminato, non precludiamo una valutazione positiva della tua richiesta. Compila il form per ottenere un preventivo personalizzato: entro 24 ore un nostro consulente ti ricontatterà telefonicamente per studiare insieme la richiesta e proporti le migliori soluzioni sul mercato, anche a domicilio. Il nostro punto di forza è la consulenza gratuita e senza impegno, sempre all’insegna della professionalità e della discrezione.

ISICredit è a tua disposizione anche per una vasta gamma di altri servizi. Hai un dubbio, una domanda, un caso che vuoi sottoporci? Lascia un commento nella sezione dedicata: i nostri esperti finanziari ti risponderanno immediatamente, in maniera gratuita, per fornirti una soluzione al tuo problema!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

426 commenti su “Cancellazione Crif in 7 Punti Scopri Come Avere un Prestito

    • Fabio buongiorno,
      non è possibile accedere a un mutuo prima casa con segnalazioni per ritardi nei pagamenti.
      L’alternativa è valutare un finanziamento che le garantisce liquidità nonostante le sofferenze.
      Per un preventivo gratuito e senza impegno le basterà compilare il modulo di richiesta informazioni presente sul sito.

  1. non mi danno un credito perchè risulata di averlo chiesto ad altri soggetti,quindi serve la liberatoria,ma se non mi ricordo a chi ho chiesto un preventivo come faccio ad avere la cancellazione oppure una liberatoria>? ce un modo per cancellarlo ? oppure va in estinzione da solo? e se si quanto tempo passa?

    Rispondi
    • Mariano buongiorno,
      per conoscere nel dettaglio il nome delle finanziarie può richiedere una misura sul sito del Crif, che le arriverà a casa in 15 giorni lavorativi.
      Non c’è modo di cancellare la segnalazione, questa avverrà automaticamente dopo 90 giorni.
      Resto a disposizione per eventuali chiarimenti.

    • Emanuele buongiorno,
      come le anticipavo è possibile ottenere un finanziamento anche se si risulta come cattivi pagatori.
      Ha già compilato il modulo di richiesta informazioni presente sul sito?

  2. Certo Roberto il 5 dello stipendio non posso dove lavoro l azienda e picccola non ho mai saltato una rata mi ritrovo ora con tre rigetti 2 senza aver consegnato documentazione una con agos la mia banca che mi dice che ho troppe richieste non so come risolvere la situazione

    Rispondi
  3. Buon giorno sono cliente agos da 2 anni ho rivevuto un finsnziamento a luglio di 20000 euro pagando sempre regolarmente ho chiesto un rifinanziamento anche per poter abbassare le mensilità che erano 120 quindi alzando la rata ho un lavoro da 10 anni tempo indeterminato..nel periodo del virus ho fatto dei preventivi online senza spedire documentazione che ora mi ritrovo come richieste di finanziamento ho avuto un rigetto da agos pur avendo pagato sempre regolarmente…quando posso richiedere un altro finanziamento ce chi dice 30 giorni chi 180 potete aiutarmi a capire grazie sono Antonio

    Rispondi
    • Buongiorno Antonio,
      il tempo di permanenza della sua richiesta nelle banche dati creditizie può variare da un minimo di 90 giorni a un massimo di 180.
      90 giorni: quando la richiesta riceve un esito negativo o il cliente rinuncia al finanziamento (prima questo periodo era calcolato in 30 giorni).
      180 giorni: quando la richiesta non ha un esito definitivo.

      Lei ha ancora necessità di un finanziamento?

    • Kamel buongiorno,
      la cancellazione avviene in automatico dopo il pagamento del debito. Deve per prima cosa contattare la società finanziaria che le ha erogato questo prestito, chiedere il conteggio estintivo, quindi provvedere al saldo della posizione.
      Successivamente, trascorsi i termini previsti dal garante sulla privacy, otterrà la cancellazione di queste informazioni.

  4. Buonasera io circa una decina di anni fa ho avuto dei problemi familiari e avevo 2 carte revolving entrambe da 2000 euro e 2 cessioni del 5 sullo stipendio e fino a marzo 2011 pagato regolarmente poi per i suddetti problemi familiari nn sono stato più in grado di pagare poi per vari vicessitudini ho cambiato più volte residenze e nn ho mai sentito ne le finanziarie in questione e nemmeno società di recupero crediti. Poi a marzo di quest’anno decido di richiedere un prestito di 8000 euro per necessità maggiori però la finanziaria me ne accorda solo 3000 perché mi dicono che nn risulto censito in nessuna banca dati quindi risulto pulito!!! Però settimana scorsa si fa vivo uno pseudo procuratore legale che lascia un recapito a cui chiamare alla mia compagna e da cui dal modus operandi intuisco subito che si tratta di recupero crediti!!! Ora la mia domanda è questa ma io posso ri essere segnalato per debiti nn saldati ormai più di 5 anni fa di cui ormai risultavo cancellato???

    Rispondi
    • Antonio buongiorno,
      credo che siano due cose distinte. La cancellazione dei dati non significa che lei non è più debitore di una banca o finanziaria. Pertanto la società di recupero credito si sarà attivata per il saldo delle posizioni precedenti morose.

    • Ciao sono Emanuele
      Volevo un informazione nel lontano 2006 ho fatto un finanziamento comprando la camera da letto l erogazione era vit A di 6 mila euro ma . Per problemi lavorative non ho più pagato il finanziamento ….
      Risultero per quanto tempo come cattivo pagatore ?
      Non potrò più chiedere un altro finanziamento?
      Grazie per la risposta…

    • Emanuele buongiorno,
      lei ha provveduto a saldare il debito?
      E’ possibile chiedere un finanziamento anche se è segnalato.
      Ha già compilato il modulo di richiesta informazioni presente sul nostro sito?
      Un nostro consulente la contatterà in pochi minuti per una valutazione di un preventivo gratuito e senza impegno.

  5. Buongiorno Roberto mi chiamo Antonio e più di una volta che cerco di chiedere un prestito personale di 5000,00 euro e mi rifiutano la richiesta io so di non aver istinto dei prestiti in passato perché purtroppo non avevo la possibilità ma sono ormai sono passati più di dieci anni io ora sto cercando di avere un prestito come potrei fare per avere un finanziamento grazie

    Rispondi
  6. Salve sono ****** Valentino ho provato a chiedere un prestito personale 6000€ e una carta revolving ma non mi viene accettato nulla..vorrei capire per quale criterio mi viene rifiutato avendo chiesto la crif e visura protesti e non ho nessun tipo di segnalazione…è possibile sapere il motivo del rifiuto in modo da far reclamo e sistemare la situazione con l ente eventualmente che mi segnala e blocca ogni tipo di finanziamento?

    Sicuro di un vostro interessamento anticipatamente vi ringrazio.

    Cordiali saluti 

    Vivace Valentino 
    3*********

    Rispondi
    • Valentino buongiorno,
      cerchiamo di capire meglio. Da quanto scritto, risulta che la sua posizione nei SIC (quindi Crif) e Centrale Rischi risulta pulita. Ha mai fatto finanziamenti? Se si, sempre pagati regolarmente o in passato ci sono stati ritardi?

    • Emiliano buongiorno,
      dipende dal tipo di segnalazioni e dall’importo che intenderà consolidare. Si è già confrontato con i nostro consulenti per una valutazione gratuita e senza impegno?

  7. Buongiorno, sono Claudio, nel mese di Marzo 2013 ho chiesto un finanziamento ad una Finanziaria di 20.000,00 € da restituire in 36 mesi accordato ad Aprile C.A. con scadenza Marzo 2016, inserendomi 2 Assicurazioni al costo di € 800,00 pagate 32 su 36 rate. A Dicembre 2015, causa un trauma cranico sono finito in Ospedale con un ricovero in neurologia per 20 gg con fine di detto trattamento a Giugno 2016. Le Ass.ni coprivano solo il periodo del finanziamento, quindi 4 mesi.ma, una non si è mai più sentita, l’altra ha dato 300,00€ a fronte di delle restanti 4 rate rimanenti pari a 2.934,84 €. In Ottobre 2016 la finanziaria ha ceduto il credito (cartolarizzato) alla Ifis Banca che io ho contattato, offerto 3.500,00 € in unica soluzione, accordato, pagato e ho già ricevuto la liberatoria, ma con iscrizione al Crif. Visto che a fronte di 733,71 € mensili, pagando il giorno dopo me ne chiedevano dalle 807,00/850,00 pagate, potrei rivolgermi all’Arbitro Bancaro ? Grazie

    Rispondi
  8. salve, la mia crif si cancellera’ dal 1 luglio 2020 ( ultimo aggiornamento 30 giugno 2017…) una volta cancellata, ho possibilita’ di richiedere un mutuo, accostando anche una seconda busta paga? ho letto da qualche parte che le banche, anche se non concesso per questioni di privacy, hanno degli ” archivi nascosti” per cosi’ dire, dove possono comunque vedere la storia creditizia di una persona anche dopo la cancellazione in crif. e mi domando… a questo punto non e’ meglio cancellare anche le voci in cui il credito risulta” estinto anticipatamente”? dato che e’ stato ceduto ad una agenzia di recupero. grazie.

    Rispondi
    • Marco buongiorno,
      si cancella il ritardo, ma il merito creditizio non cambia. Se una persona non è regolare nei pagamenti, il suo punteggio non sarà sufficiente rispetto a chi è sempre regolare nei pagamenti.

  9. Buongiorno, vorrei sapere se posso richiedere un prestito personale, pur essendo segnalato, e avendo già un quinto in busta paga di 120 mesi. Grazie

    Rispondi
  10. Gentilmente vorrei sapere ultimo aggiornamento banca dati 31/3/2018 saldato il debito,praticamente risulta fase del credito estinto data fine 31-3-2018, importo residuo “0” rate scadute non pagate 0 importo scaduto non pagato 0,numero massimo ritardi piu’ di 8, peggior stato segnalato “S”,mese dal quale i pagamenti sono stati regolari: 31-3-2018,quando viene cancellato il tutto dalla banca dati.-Grazie.-Cordiali saluti

    Rispondi
  11. Buonasera. Vorrei avere alcune delucidazioni in merito alla mia posizione:
    nel 2010 ho ricevuto un prestito e non ho pagato per alcune rate on Unicredit. Nel Febbraio 2014 il mio debito è stato ceduto alla Danubio srl (senza il mio consenso), fino ad arrivare ad una soluzione finale con la stessa. Nell’agosto 2017 la Danubio srl mi rilascia liberatoria obblighi contrattuali nei confronti miei e di mia madre che aveva fato da garante. In teoria il 7 Agosto 2020 saranno passati 36 mesi ed io cosa potrò fare? Leggo che comunque, anche se si va presso un terzo istituto di credito, “il problema risiede nelle precedenti segnalazioni negative. Anche se a oggi risulta tutto pagato, per le nuove società a cui si affida rimane in evidenza l’irregolarità del passato”.

    Voglio capire se al 36 mese effettivamente i due CRIF risulteranno puliti e se specialmente il mio garante (attualmente in pensione), potrà nuovamente richiedere un prestito.
    Io invece ho un p.IVA, fatturo e ho una società con un buon fatturato annuo.
    La banca della mia società è Unicredit, che non mi ha concesso fin’ora neppure una carta di debiito in conseguenza alle precedenti questioni.

    Grazie

    Rispondi
    • Raffaele buongiorno,
      sicuramente le segnalazioni, decorsi i termini previsti dalla normativa, verranno cancellate, ma il suo punteggio come “buon pagatore” non è detto che si azzererà. Ovviamente non conosciamo nel dettaglio i sistemi informatici di questa banca dati, ma per esperienza possiamo dedurre che le precedenti segnalazioni hanno contribuito e determinato una valutazione non positiva a nome suo e di sua madre.

      Ne consegue che a cancellazione avvenuta, una nuova richiesta non è detto che verrà approvata.

  12. Buongiorno sn Claudio da pz,vorrei sapere se avendo saltato2 o più cambialie la stessa banca è fallita, sn comunque iscritto all crif. GRAZIE e b. Lavoro

    Rispondi
    • Claudio buonasera,
      se non ha pagato due cambiali risulterà iscritto nell’elenco protesti, indipendentemente che la finanziaria sia fallita. Ha fatto una visura per verificare l’aggiornamenti dei suoi dati?

  13. salve sono Maria sono preoccupata ho richiesto a varie finanziarie dei prestiti ma sempre rifiutati appena mettono il mio nome rifiutano subito avendo il crif senza segnalazioni come e’ possibile ?

    Rispondi
    • Salve vorrei sapere quando potro prendere un finanziamento perche sono cattivo pagatore non sanato ma.sono passati anni non posso fare ne anche la cessione la coperativa non ha le garanzie

    • Flavio buongiorno,
      se vuole potremmo verificare la fattibilità della richiesta di cessione del quinto; magari tra le nostre convenzioni possiamo trovare una soluzione.
      In merito al prestito personale, dipende da cosa è segnalato in Crif. Ha chiesto una visura aggiornata? Se si, sono ancora presenti dati non positivi?

  14. buongiorno, scrivo in merito alla mia richiesta di un micro finanziamento non accettato, ho effettuato la visura a crif e ad oggi non risulta nessun dato a mio carico, premetto che in passato non ho saldato un piccolo prestito, ma decorsi 36 mesi come da visura non risulta nulla a mi carico. qualche consiglio?

    Rispondi
  15. Buonasera, io tempo fa ho avuto un finanziamento con la. Compass con pagamenti irregolari di 3 rate e il saldo a stralcio di circa 1000 euro in meno, questo è avvenuto 6 anni fa. Scaricando il Crif risulta tutto nella regola e che ho estinto il debito, riprovando giorni fa con la compass mi è stato detto che con loro non posso fare più niente per questo problema ma con altre finanziarie non dovrei avere problemi. Provando anche con altre mi negano sempre il prestito ma non riesco a capire dove sta il problema. Grazie se mi riuscite ad aiutare

    Rispondi
    • Mirko buongiorno,
      il problema risiede nelle precedenti segnalazioni negative. Anche se a oggi risulta tutto pagato, per le nuove società a cui si affida rimane in evidenza l’irregolarità del passato.

      Attualmente che lavoro fa?

  16. Ciao se ho pagato il prestito personale prima con 2 anni della scadenza posso fare la cancellazione dal crif. Prima sono rimasto indietro con 4 rate e sono segnalato

    Rispondi
  17. Buonasera può la banca farmi sforare con il fido e chiedendomi di rientrare e aprendomi un altro conto detto da loro tecnico di cui e stato spostato il fido e segnalandomi in crif

    Rispondi
    • Sono titolare di una srls con un c.c. dormiente con Unicredit.Ho saputo a voce da un dipendente che il mio conto e’ stato chiuso d’ufficio per non aver pagato le spese del conto pari a 600 euro totali (spese di diversi anni) ed essere stato segnalato al CRF.Poiche non ho ricevuto mai solleciti di pagamento ma solo solleciti verbali di rinnovi annuali cioè firme di rinnovo conto corrente mai avvenute perché come sopra detto era un conto corrente dormiente come e’ possibile questa segnalazione .Grazie per l’attenzione

    • Luigi buongiorno,
      per questo tipo di richiesta le consiglio di rivolgersi al suo legale; bisognerà leggere le condizioni contrattuali del rapporto di conto corrente. Qualora le segnalazioni non fossero dovute, vi attiverete per la riabilitazione del suo profilo.
      Immagino però che la banca le avrà potuto inviare estratti conto corrente o magari, se titolare di home banking, avrebbe potuto verificare lo stato di credito del rapporto.

    • Buonasera,
      Mi trovo iscritta al crif anche avendo saldato tutto.
      A maggio 2020 per agos sono ok, mentre per Findomestic è compass per accedere ad un prestito devo aspettare fino a dicembre 2020.
      Ad oggi faccio parte di una snc ed ho solamente la certificazione unica è possibile riaccendere al credito prima di dicembre???

  18. salve volevo chiedere siccome anche sono segnalato al crif o chiesto domanda di visura e cessione del quinto aperta posso chiedere finanziamento con garante? perche alcune banche me lo anno rifiutato volevo chiedere se era possibile

    Rispondi
    • Ivan buongiorno,
      per prima cosa deve attendere la cancellazione delle recenti richieste non andate a buon fine. Poi bisogna capire come mai altri istituti non le hanno accolto la domanda di finanziamento?

  19. Buonasera sono stata segnalata in CRIF illegittimamente da banca Intesa a cui ho chiesto di cancellare i dati negativi.Oggi la banca mi ha inviato una PEC in cui mi informa che ha provveduto a chiedere a CRIF di cancellare la segnalazione.Quali sono i tempi tecnici di CRIF? Grazie Francesca

    Rispondi
  20. Salve ,sono segnalato in crif per ritardo pagamento ,è possibile chiedere un prestito avendo un contratto di lavoro in svizzera ?

    Rispondi
    • Giulia buongiorno,
      se non li ha versati, attenda. Questo il consiglio che mi sento di darle. Faccia così, si impegni a pagare i 400 euro richiesti ad avvenuta delibera del prestito. Se, come dicono loro, è tutto vero, allora sarete felici in due, lei di aver pagato per un reale servizio, loro di incassare quanto concordato.

      Se pagasse anticipatamente? Se il prestito non andasse a buon fine? Lei avrebbe perso soldi, loro invece avrebbero comunque incassato.

      Ci tenga aggiornati; questo commento potrebbe essere d’aiuto per altri utenti nelle sue condizioni. Se il servizio dovesse funzionare, allora tanti utenti potrebbero aderire all’iniziativa, ma se non fosse così? Possiamo aiutare altre persone a non farsi prendere in giro.

      ISICredit

  21. Mio marito non riesce a chiedere un prestito personale xche segnalato in crif.gia da un anno, si pensa x un bollettino pagato in ritardo.abbiamo chiesto ad un legale se era possibile avere la cancellazione,in merito.ma ci ha risposto che oltre al crif ci poteva essere anche in experian,e CTC.spero di aver scritto esattamente,le successive.Comunque volevo sapere solo informazione in merito.premetto che abbiamo già in corso un prestito con cessione del quinto della pensione,avremmo bisogno di liquidità.avendo troppe spese,oltre ad affitto,etc.

    Rispondi
    • Raffaella buongiorno,
      se il quinto in corso non è rinnovabile, non possiamo aiutarla. In famiglia ci sono altri percettori di reddito?

      ISICredit