Prestiti Personali, Cessioni del Quinto, Mutui Casa
29 Nov

Prestiti con segnalati Crif o protestati: ecco come fare

Avere un prestito se si ha una segnalazione alla Crif o un’iscrizione al Registro dei protesti è possibile. Anche per i cattivi pagatori, infatti, sono disponibili finanziamenti, esiste una seconda chance. La soluzione migliore in entrambi i casi è la cessione del quinto dello stipendio o della pensione, un’opportunità di accesso al credito vantaggiosa per lavoratori dipendenti e pensionati.

Diritti e doveri sono gli stessi per ogni cittadino, ma non tutti siamo uguali quando abbiamo bisogno di soldi. Banche e finanziarie di regola rifiutano prestiti e mutui ai cosiddetti cattivi pagatori, coloro che in passato non hanno onorato un prestito o sono stati protestati: in questi casi, infatti, il rischio di un nuovo insoluto viene ritenuto molto alto.

Difficoltà economiche: cause…

Non importa il motivo (perdita del lavoro, spesa imprevista, calamità, ecc.) per cui si è ritardato il pagamento di una rata o non si è onorato un debito sotto forma di titolo di credito: se non si è mantenuto l’impegno preso una volta, sarà molto più difficile avere una seconda opportunità. Difficile, ma non impossibile.

…conseguenze…

Distinguiamo i due casi per fare chiarezza. L’iscrizione alla Crif come cattivo pagatore avviene in caso di ritardi o mancati pagamenti delle rate di un prestito. Se non sai se sei stato segnalato alla Crif come cattivo pagatore, puoi verificarlo velocemente direttamente a questo link. A causare invece l’iscrizione di una persona al Registro dei protesti, tenuto presso una Camera di Commercio, è il mancato pagamento di un debito sotto forma di titolo di credito, cioè un assegno o una cambiale.

Queste due banche dati (a cui si aggiungono Experian e Ctc) sono archivi informatici consultati dagli istituti di credito prima di decidere se concedere o negare un prestito. Per cattivi pagatori e protestati le possibilità di ottenere un prestito personale sono praticamente azzerate.

…e soluzione

Non tutto è perduto, però, perché ci sono finanziarie disposte a concedere prestiti a cattivi pagatori e protestati attraverso la formula della cessione del quinto dello stipendio o della pensione (scopri nel dettaglio di cosa si tratta). In questi casi chi concede un finanziamento non corre rischi, perché ogni mese può trattenere direttamente alla fonte un quinto della busta paga o della pensione. La garanzia del prestito è rappresentata proprio dallo stipendio o dalla pensione: Crif e Registro protesti non sono più un problema!

Come fare

Se sei un cattivo pagatore o hai subito un protesto e hai bisogno di denaro, ora sai come fare. Noi di ISICREDIT siamo a tua disposizione per chiarire senza impegno e costi tutti i tuoi dubbi. Fai la tua domanda attraverso il nostro form qui accanto e otterrai in tempi rapidi tutte le risposte di cui hai bisogno in tema di credito e prestiti tramite la cessione del quinto.

[Voti: 3    Media Voto: 5/5]

Inserisci un commento




2 commenti

  1. La cessione del quinto dopo qnt tempo dall’ assunzione può essere effettuata?

    Rispondi
    1. Anna buongiorno,
      da quanto tempo è assunta? E per che tipo di azienda?

      Distinti saluti
      ISICredit

      Rispondi

Il 93 % dei nostri clienti è soddisfatto del nostro servizio

Approfitta dell'opportunità, prenota un contatto entro i prossimi 15 minuti ! Già 8 utenti hanno approfittato di questo vantaggio negli ultimi 30 minuti.

Grazie

Sarai contattato in 24h