Prestiti Personali, Cessioni del Quinto, Mutui Casa

Cosa succede a chi non Paga i Prestiti? In 5 Punti tutti i Dettagli

Cosa succede a chi non Paga i Prestiti? In 5 Punti tutti i Dettagli

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Cosa Succede a chi Non Paga i PrestitiCosa succede a chi non Paga i Prestiti?

In questo articolo vediamo cosa succede a chi non paga i prestiti o per meglio dire a chi non paga le rate di un finanziamento o mutuo.

Analizzeremo le conseguenze, le attività di recupero crediti, quali possibilità di nuovo accesso al credito.

Ti spiegheremo inoltre quali opportunità ti offriamo, come puoi avere un nuovo finanziamento grazie al quale ottenere una nuova somma di denaro per i tuoi progetti o per estinguere il debito che oggi ti crea qualche difficoltà.

Prestito Personale Online ISICredit

  • Sommario

In elenco trovi gli argomenti di seguito trattati:

  1. Cosa succede a chi non paga i Prestiti
  2. Quando e come avviene la segnalazione del mancato pagamento
  3. Recupero Crediti: come funziona?
  4. Cancellazione dalle banche dati: approfondimenti su come attivarsi
  5. Come ottenere denaro con una nuova richiesta di prestito

1. Cosa succede a chi non paga i Prestiti

Rate non pagate ConseguenzeLe conseguenze per il mancato o tardivo pagamento di una scadenza di un finanziamento, comportano la segnalazione nei SIC, ovvero nelle banche dati creditizie.

  • Cosa sono queste banche dati?

Sono un contenitore di informazioni utilizzate da banche e finanziarie al fine di verificare l’affidabilità di un cliente dal punto di vista creditizio. In poche parole queste banche dati, tra le quali ricordiamo Crif, Experian e CTC, ricevono costanti informazioni circa le attività creditizie svolte da un singolo individuo.

  • Come funzionano?

Tengono in memoria ogni singolo passaggio correlato a questo modo come fare una richiesta di finanziamento, ottenerne l’erogazione, pagare in modo regolare le scadenze mensili, estinguere regolarmente o anticipatamente un debito e così via.

Sono l’occhio del grande fratello per le banche e le finanziarie, necessario per capire se e in che misura erogare nuovo credito ad un cliente.

Un errato rimborso di un finanziamento, quindi il non rispetto delle scadenze mensili previsti da piano di ammortamento, comportano l’iscrizione in questi sistemi di informazione creditizia.

Prestito Personale Online ISICredit

2. Quando e come avviene la segnalazione del mancato pagamento

Tempi segnalazione ritardo pagamentoLa trasmissione di questi dati coincide nel mese in cui non avviene il regolare rimborso della rata del prestito, con un ipotetico preavviso da parte dell’ente erogante (finanziaria o banca) di almeno 15 giorni. Ipotetico perché non sempre questa procedura viene rispettata, ma ciò comporta il non rispetto delle regole da parte della finanziaria o banca.

  • Se la banca o finanziaria non mi avvisa del mancato pagamento?

In questi casi si parila di segnalazione illegittima, pertanto non regolare. L’istituto deve notificare a mezzo raccomanda, direttamente al consumatore, un avviso di mancato saldo della rata, offrendogli pertanto l’opportunità di recuperare sul disguido da lui stesso causato.

  • Cosa fare ricevuta la comunicazione?

Ricevuta la comunicazione, il consumatore deve a questo punto regolarizzare le rate morose, pena la segnalazione in banca dati come cattivo pagatore. Non importa quante saranno le rate non pagate alla regolare scadenza, anche una determina l’etichetta di mal pagatore.

3. Recupero Crediti: cos’è e come funziona?

Recupero Crediti per i Prestiti PersonaliQuando non si è saldata regolarmente la scadenza mensile, la logica conseguenza per un ritardo di pagamento di una rata di finanziamento è l’attività di recupero crediti da parte della stessa finanziaria o banca o per il tramite di una società terza da queste incaricate.

Di questo argomento abbiamo parlato ampliamente in un altro articolo e per comodità ti riportiamo direttamente il link qui di seguito, accessibile cliccando qui.

4. Cancellazione dalle banche dati: approfondimenti su come attivarsi

Cancellare i Dati da CrifRimuovere le informazioni presenti sulle banche dati non è una cosa banale. La cancellazione dei dati presenti infatti avviene, nella maggior parte dei casi, in modo automatico. Chi promette di pulire i dati negativi da Crif in modo semplice, a nostro avviso, millanta un’attività non reale, per meglio dire illude il cliente.

  • Approfondimenti

In un altro articolo abbiamo parlato di questo argomento, dei tempi di cancellazione Crif, delle possibilità di rimuovere, prima dei termini previsti, le informazioni legate al mancato pagamento regolare di una rata di finanziamento o mutuo.Cliccando qui accedi direttamente all’articolo.

5. Come ottenere denaro con una nuova richiesta di prestito

Cessione del Quinto No TFRTanti nostri clienti ci hanno contattato nel corso di questi anni scrivendoci messaggi di aiuto, convinti che non esistesse un’alternativa alla loro momentanea situazione di emergenza.

“Non riesco a pagare i prestiti, Agos e Findomestic mi tartassano quotidianamente“, “non posso più pagare le rate della finanziaria, Compass passerà la pratica all’ufficio legale“, “non pagare un prestito personale, conseguenze per il garante?”.

Sono tutti messaggi d’aiuto ai quali abbiamo dato ascolto. Ogni anno, oltre 350.000 utenti seguono il nostro sito e blog, con l’obiettivo di trovare un punto di riferimento per la loro situazione di difficoltà.

  • Con ISICredit come funziona?

Contatti ISICreditCon la nostra società, ottenere un nuovo finanziamento, anche in questi casi è possibile. La possibilità è dedicata a dipendenti e pensionati. Puoi contattarci anche tu, è semplice. Per farlo hai 3 possibilità:

  1. compilando il modulo di contatto presente sul nostro sito. Lo trovi in questa pagina in alto o a destra. I dati inseriti non saranno segnalati alle banche dati creditizie, quindi la tua richiesta sarà trattata nel rispetto della privacy. Compila il modulo!
  2. chiamando la nostra sede. Chiama ora il numero 0522 501400, parlerai con un nostro esperto; verificata la fattibilità della tua richiesta, concorderai una consulenza gratuita e senza impegno con il consulente a te dedicata. Anche a domicilio
  3. scrivici un messaggio. 3929026173 questo è il numero Whatsapp a cui puoi mandare un messaggio. Indicaci in questo caso il tuo nome ed il motivo della tua richiesta

Prestito Personale Online ISICredit

Cosa succede a chi non Paga i Prestiti: Hai una domanda?

Domande e Risposte su Prestiti Personali, Cessioni del Quinto, MutuiIn fondo alla pagina hai la possibilità di scriverci. Il servizio è assolutamente gratuito e di libero accesso per tutti. Ogni giorni riceviamo decine di quesiti ai quali rispondiamo, da sempre, con l’unico obiettivo di fornire informazione.

Approfittane anche tu!

 

 

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Inserisci un commento




512 commenti

  1. Ho fatto un prestito di 20.000 ma a mio malgrado come già ho visto negli altri commenti ho perso il lavoro perché sono stato licenziato per esubero dipendenti sono riuscito solo a pagare 2000 non ho intestato nulla cosa mi succede se non pago più la società di prestito? Vorrei avere se possibile una delucidazione proficua grazie!!!

    Rispondi
    1. Ciro buongiorno,
      non possono fare nulla se lei non ha un reddito e alcun bene intestato. Possiamo però ipotizzare che prima o poi avrà un nuovo impiego e di conseguenza la o le società finanziarie potranno pignorarle il quinto dello stipendio. Le consiglio, non appena avrà trovato un nuovo posto di lavoro, di negoziare con la o le società finanziarie o un piano di rientro o un offerta a saldo e stralcio; solo in questo modo regolarizzerà la sua posizione creditizia.

      Distinti saluti
      ISICredit

      Rispondi
  2. salve
    ho fatto un prestito di 5000 euro nel 2009 e avevo una carta sempre della finanziaria di 1500 euro appena ho ricevuto questi prestiti ho perso il lavoro avrò pagato 4 rate.. avevo dei grossi problemi familiari e sono andato a vivere all’estero quando ritornavo in italia trovavo raccomandate e circa 3 anni fà ho ricevuto anche diverse chiamate da loro e rispondevo dicendo che non avevo un lavoro.. adesso saranno passati 6 o 7 anni da quel prestito e non si fa sentire piu nessuno da circa 3 anni vorrei sapere chi ha in mano il mio fascicolo che so che si passano i debiti le finanziarie e come faccio a saperlo e come faccio a sapere come sono messo perchè ho lavorato circa per 8 mesi e non si è mai fatto vivo nessuno. adesso dovrei riniziare a lavorare dopo mesi di stop e vorrei sapere se possono venirlo a sapere e prendermi un quinto dello stipendio.. come posso togliermi questo peso dalla coscienza non vorrei andare a svegliare il cane che dorme poi non ho mai avuto la voglia di chiedere prestiti tutto e partito con una impiegata in banca che ogni volta mi voleva proporre un prestito… con la banca sono andato sotto 2000 euro e mi hanno chiuso il conto e sono andato in banca e mi hanno detto che non esisto piu nel loro sistema e che hanno dato tutto ad altri…grazie in anticipo della risposta

    Rispondi
    1. Giuseppe buongiorno,
      non è garantito, ma la società finanziaria o quella di recupero crediti potrebbero notificarle un pignoramento del quinto di stipendio. Per risalire a chi è titolare di questo credito, chiami la società con cui ha stipulato il contratto di prestito a suo tempo. Saranno loro a comunicarle a chi hanno ceduto il contratto, quindi potrà arrivare al giusto interlocutore. Considerato il tempo trascorso, le consiglio di proporre un offerta a stralcio del debito.

      Distinti saluti
      ISICredit

      Rispondi
  3. Buongiorno, io ho effettuato un prestito personale di 30 000 euro ad inizio anno 2016, ora ho perso il lavoro che avevo come dipendente privato e volevo chiedere un informazione: alla richiesta del prestito stupulai anche un assicurazione che include la perdita del lavoro. Ora vi chiedo cortesemente, l assicurazione che dovra saldare il mio debito con la finanziaria, potra rifarsi su di me pignorandomi la macchina o la casa di mia proprieta oppure posso stare tranquillo che non perdero altro anche dopo il lavoro? Grazie mille anticipatamente….vi seguo con affetto. Antonio

    Rispondi
    1. Antonio buongiorno,
      dovrebbe leggere le condizioni di polizza. In questo documento si evince se la compagnia copre tutto o parte del debito, se la somma anticipata a saldo della posizione sarà poi recuperata a discapito del cliente finale (diritto di rivalsa), quali condizioni vengono contemplate fra i casi accettati di “perdita del posto di lavoro”. In buona sostanza ogni assicurazione ha condizioni specifiche e queste sono riassunte nella documentazione che la finanziaria a cui si è rivolto, avrebbe dovuto consegnarle contestualmente alla sottoscrizione del contratto di finanziamento. Ne ha una copia?

      Distinti saluti
      ISICredit

      Rispondi
  4. buongiorno, sto pensando di contattare una società che mi aiuti a risolvere questo problema ma prima volevo porre una domanda.
    Ho degli insoluti con 3 differenti finanziarie, Agos ( 5 mesi di rate insolute ad ora che scrivo residuo 1300 euro circa), FCA Bank (3 mesi di rate insolute ad ora che scrivo residuo 3300 circa) ed Accedo (che quando chiesi il prestito era NEOS, ed ho un residuo di 3600 circa 3 mesi di rate insolute ad ora che scrivo ) (tutti gli insoluti sono arrotondati per eccesso). Non riesco più a pagare, ho sofferto i pagamenti in passato con ritardi ma poi riuscivo a saldare le rate e regolarizzare per qualche mese, ora non riesco proprio più a saldarli, sto pagando solo compass (preso per fronteggiare gli altri finanziamenti perchè giovane come finanziamento con una rata di 250,00 euro circa). Non lavoro, ho intestato 1/6 di casa di mia madre (per successione dalla morte di mio padre) ed 1/6 lo ha mia sorella i restanti 4/6 sono di mia madre ovviamente. Ho un’auto del 1998 mezza scassata e con molti Chilometri e null’altro, una figlia di 3 anni che vive solo con me e mia madre (io abito in casa di mia madre con mia figlia dove siamo residenti). Ho letto in giro che possono pignorarmi computer tv ecc, in realtà di mio non c’è nulla. Vorrei sapere cosa possono realmente farmi, considerando che il debito è inferirore per ogni finanziaria ai 20mila euro e che anche unite non superano i 10mila, e sapevo che non è possibile nè pignorare nè ipotecare per somme inferiori ai 20mila euro di debito… Vi ringrazio per l’attenzione e la risposta

    Rispondi
    1. Luca buongiorno,
      ciò che possiamo consigliarle è di regolarizzare, non appena trovare un lavoro, le varie posizioni. A quel punto, intendo quando avrà un nuovo impiego, concordi con le varie società un piano di rientro. In merito ai pignoramenti, non credo che le pignoreranno l’auto, visto l’attuale valore di mercato, ne computer o altro. Forse potranno attivarsi per pignorarle il quinto del suo eventuale futuro stipendio, ma non è la soluzione che tendenzialmente seguono gli istituti.

      Distinti saluti
      ISICredit

      Rispondi
      1. Vi ringrazio per la risposta, ma per la casa di cui posseggo 1/6 e 4/6 mia madre? credete agiranno? Mi pare di aver capito che non faranno nulla fin quando non avrò un lavoro in regola e quindi li, di conseguenza, sarò io stesso a contattarli per mettere il tutto in ordine. Mi resta il dubbio della casa. Grazie.

        Rispondi
        1. Luca buongiorno,
          non possiamo confermarle che i creditori non agiranno mai sulla sua proprietà, ma tenuto conto che lei ne possiede solo 1/6, cercheranno di negoziare il debito in altro modo.

          Distinti saluti
          ISICredit

          Rispondi
  5. Buongiorno,desidero un vostro consiglio,ho fatto alcuni prestiti con delle finanziarie e adesso ho perso il lavoro e non posso piu pagare .con il mio ex compagno abbiamo concordato che rimango a casa sua con un minimo di affitto,ho dovuto vendergli l’auto per saldare il prestito che avevi con lui ed avere un po di liquidità.ho tre figli .non posseggo praticamente nulla ma il mio ex compagno è preoccupato che gli possono pignorare i mobili che sono tutti suoi ma sono di famiglia e non può dimostrare con fatture .vorrei arrivare a saldo e stralcio ma il mio ex compagno e proprietrario della casa può stare tranquillo?

    Rispondi
    1. Buongiorno Daniela,
      a quanto ammonta il totale dei debiti?
      Distinti Saluti,
      ISICredit

      Rispondi
  6. salve,
    io sono italiano di origine marocchina, ho un prestito di consolidamento in corso di euro 44000, di una rata di euro 582, sono stato sempre puntuale nei pagamenti, ma ultimamente ho avuto dei problemi con il datore di lavoro, dopo di ché ho dovuto licenziarmi. adesso non posso più pagare le rate, e ho dovuto trasferirmi alla mia patria per cercare un lavoro.
    la mia domanda è: la banca se agisse per via legali potrebbe pignorare i beni di proprietà all’estero sapendo che io possiedo una casa in Marocco attestata a me?
    grazie

    Rispondi
    1. Buonasera Youssef.
      Tecnicamente esistono delle procedure di recupero internazionale, ma in genere sono frequenti tra paesi dell’unione europea tra cui vi sono più accordi e collaborazioni, e generalmente avvengono per debiti con lo stato. Attualmente Le posso dire che in molti ci hanno fatto questa domanda e nessuno ci ha poi segnalato di aver avuto problemi. Non posso, quindi, dirLe che la cosa non possa accadere, ma sinceramente penso sia difficile.
      Saluti.

      Rispondi
  7. Salve, avrei bisogno di una delucidazione in merito alla nuova legge, ho un finanziamento in corso con una società finanziaria, purtroppo per causa perdita di lavoro non ho onorato il mio debito ” di 7000€ rimanenza da pagare 4500 “. La mia domanda è la seguente il nuovo decreto che prevede il pignoramento di beni immobili dopo 7 rate insolute vale solo su mutui con garanzia ipotecaria? oppure vale anche per i piccoli prestiti? io vivo con mia madre non possiedo nulla per questo appena trovo lavoro tornerò ad onorare i miei debiti. Nell’ attesa di un vostro riscontro porgo distinti saluti.

    Rispondi
    1. Buongiorno Michele.
      A quale decreto si riferisce?

      Rispondi
      1. decreto legislativo che recepisce la direttiva europea (ora in commissione finanze alla Camera per il parere non vincolante) consente alla banca di entrare direttamente in possesso dell’immobile per il cui finanziamento aveva concesso l’ipoteca, non appena la parte mutuataria (il cliente) si sarà reso moroso di sette rate. Anche non consecutive. grazie in anticipo per la risposta.

        Rispondi
        1. Buongiorno Michele.
          Premesso che attualmente tale direttiva non ci risulta essere attuabile perché in contrasto con alcuni articoli del codice civile, qui si parla di ritardi nel mutuo e di trasferimento della proprietà dell’immobile, quindi un prestito non può essere legato a questo discorso, in quanto la finanziaria non ha ipoteca sull’immobile. Inoltre non si sa nemmeno se tale norma possa essere retroattiva.
          Saluti.

          Rispondi
  8. Da tre anni sono disoccupato.In questi giorni mi hanno contattato dal recupero crediti per saldare un prestito solo che non lavorando non posso affrontare il cosi’ detto debito.Cosa mi può accadere pur essendo mio malgrado disoccupato?

    Rispondi
    1. Buongiorno Francesco.
      Ha dei beni di proprietà?

      Rispondi
  9. Ma se si ha un contratto di comodato? Possono agire lo stesso?

    Rispondi
    1. Buongiorno Fabrizio.
      Intende comodato d’uso gratuito? Di cosa?

      Rispondi
  10. Salve io e il mio socio abbiamo preso 2 auto fiat a rate con SAVA ed abbiamo fatto 2 finanziamenti intestati alla nostra società SNC.
    Siamo riusciti a pagare solo metà finanziamento e per adesso non riusciamo a pagare e la società SNC è stata chiusa.
    Le auto le abbiamo dovuto pure vendere per fare fronte ad altri debiti.
    I garanti dei 2 prestiti siamo, in uno io e sull’altro il mio socio. Nella fattispecie vorrei sapere cosa rischio io che per adesso non ho nulla intestato e vivo a casa dai miei genitori, che ovviamente non hanno mai avuto a che fare con la società SNC chiusa e ne tanto meno con finanziamento Sava, possono venire a pignorare qualcosa a casa dei miei genitori?

    Grazie per l’aiuto.

    Rispondi
    1. Buongiorno Alex.
      Se la finanziaria agisse per vie legali potrebbero provare a pignorare beni presenti a casa dei Suoi genitori, perché si presume che tali beni appartengano anche a Lei vivendo lì.
      Dovrebbe nel caso dimostrare il contrario.
      Saluti.

      Rispondi