Cosa succede a chi non paga i Prestiti?

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Cosa succede a chi non paga i prestiti?
Chi non paga i prestiti subisce delle conseguenze in relazione all’entità degli eventuali ritardi, o degli insoluti. Chi non paga i prestiti, infatti, se dovesse definitivamente smettere di pagarli, riceverebbe per prima cosa, oltre alla segnalazione come cattivo pagatore, delle comunicazioni di sollecito da parte dell’istituto di credito.

Se chi non paga i prestiti dovesse continuare a non pagare, generalmente gli istituti di credito cederebbero la gestione del recupero del credito ad una società esterna di recupero crediti. Chi non paga i prestiti, quindi, riceverebbe delle comunicazioni da questa società, e nel caso dovesse continuare a non pagare, la società di recupero crediti provvederebbe a richiedere il pignoramento del quinto dello stipendio per i dipendenti, o eventualmente il pignoramento dei beni, sia del richiedente, e nel caso di esigenza anche del garante.
E’ importante che chi non paga i prestiti conosca le conseguenze, in modo da poter cercare un’eventuale soluzione. Ad esempio i dipendenti, per poter chiudere i debiti, possono richiedere la cessione del quinto, evitando così il pignoramento della busta paga e le altre problematiche che ne derivano.

ISIcredit

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

ISIcredit

500 comments

  1. salve,
    io sono italiano di origine marocchina, ho un prestito di consolidamento in corso di euro 44000, di una rata di euro 582, sono stato sempre puntuale nei pagamenti, ma ultimamente ho avuto dei problemi con il datore di lavoro, dopo di ché ho dovuto licenziarmi. adesso non posso più pagare le rate, e ho dovuto trasferirmi alla mia patria per cercare un lavoro.
    la mia domanda è: la banca se agisse per via legali potrebbe pignorare i beni di proprietà all’estero sapendo che io possiedo una casa in Marocco attestata a me?
    grazie

    • Buonasera Youssef.
      Tecnicamente esistono delle procedure di recupero internazionale, ma in genere sono frequenti tra paesi dell’unione europea tra cui vi sono più accordi e collaborazioni, e generalmente avvengono per debiti con lo stato. Attualmente Le posso dire che in molti ci hanno fatto questa domanda e nessuno ci ha poi segnalato di aver avuto problemi. Non posso, quindi, dirLe che la cosa non possa accadere, ma sinceramente penso sia difficile.
      Saluti.

  2. Salve, avrei bisogno di una delucidazione in merito alla nuova legge, ho un finanziamento in corso con una società finanziaria, purtroppo per causa perdita di lavoro non ho onorato il mio debito ” di 7000€ rimanenza da pagare 4500 “. La mia domanda è la seguente il nuovo decreto che prevede il pignoramento di beni immobili dopo 7 rate insolute vale solo su mutui con garanzia ipotecaria? oppure vale anche per i piccoli prestiti? io vivo con mia madre non possiedo nulla per questo appena trovo lavoro tornerò ad onorare i miei debiti. Nell’ attesa di un vostro riscontro porgo distinti saluti.

      • decreto legislativo che recepisce la direttiva europea (ora in commissione finanze alla Camera per il parere non vincolante) consente alla banca di entrare direttamente in possesso dell’immobile per il cui finanziamento aveva concesso l’ipoteca, non appena la parte mutuataria (il cliente) si sarà reso moroso di sette rate. Anche non consecutive. grazie in anticipo per la risposta.

        • Buongiorno Michele.
          Premesso che attualmente tale direttiva non ci risulta essere attuabile perché in contrasto con alcuni articoli del codice civile, qui si parla di ritardi nel mutuo e di trasferimento della proprietà dell’immobile, quindi un prestito non può essere legato a questo discorso, in quanto la finanziaria non ha ipoteca sull’immobile. Inoltre non si sa nemmeno se tale norma possa essere retroattiva.
          Saluti.

  3. Da tre anni sono disoccupato.In questi giorni mi hanno contattato dal recupero crediti per saldare un prestito solo che non lavorando non posso affrontare il cosi’ detto debito.Cosa mi può accadere pur essendo mio malgrado disoccupato?

  4. Salve io e il mio socio abbiamo preso 2 auto fiat a rate con SAVA ed abbiamo fatto 2 finanziamenti intestati alla nostra società SNC.
    Siamo riusciti a pagare solo metà finanziamento e per adesso non riusciamo a pagare e la società SNC è stata chiusa.
    Le auto le abbiamo dovuto pure vendere per fare fronte ad altri debiti.
    I garanti dei 2 prestiti siamo, in uno io e sull’altro il mio socio. Nella fattispecie vorrei sapere cosa rischio io che per adesso non ho nulla intestato e vivo a casa dai miei genitori, che ovviamente non hanno mai avuto a che fare con la società SNC chiusa e ne tanto meno con finanziamento Sava, possono venire a pignorare qualcosa a casa dei miei genitori?

    Grazie per l’aiuto.

    • Buongiorno Alex.
      Se la finanziaria agisse per vie legali potrebbero provare a pignorare beni presenti a casa dei Suoi genitori, perché si presume che tali beni appartengano anche a Lei vivendo lì.
      Dovrebbe nel caso dimostrare il contrario.
      Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*